Spallata di Bonvecchio 79,31 ad Halle

17 Maggio 2014

Il giavellottista trentino è quarto nel prestigioso meeting tedesco. La sua misura ne fa il quinto azzurro di sempre e gli vale lo standard di iscrizione per Zurigo. Salis 67,25 nel martello.

 

Grande spallata di Norbert Bonvecchio (Atl. Trento) oggi in gara ad Halle (Germania), sede di uno dei meeting di lanci più prestigiosi del mondo. Il giavellottista trentino è quarto con 79,31 nella gara vinta dal finlandese Ari Mannio con 82,47 davanti ai tedeschi Thomas Röhler (81,99) e Andreas Hofmann (81,08). Bonvecchio in un colpo solo migliora di 9 centimetri il primato personale (79,22 nel 2012), supera lo standard di iscrizione federale (78,80) per gli Europei di Zurigo e viene promosso dal sesto al quinto posto delle liste italiane all-time della specialità.

"Sono contentissimo - racconta il 28enne tricolore assoluto in carica - il primo obiettivo era fare il "minimo" di iscrizione per gli Europei entro maggio e ci sono riuscito. Oggi ho realizzato la mia migliore serie di sempre: 73,83 - 77,62 - 79,31 - x - 71,36 - 75,05. E pensare che mi hanno confermato la partecipazione al meeting soltanto giovedì sera. E' stata un'esperienza entusiasmante poter competere in un evento di questo livello. Penso che questo risultato sia il frutto del lavoro fatto a partire dal raduno federale in Sud Africa. Con mio padre Sergio che è anche il mio allenatore siamo riusciti a mettere meglio a fuoco la preparazione. Ora punto agli 80 metri e spero di arrivarci in una grande manifestazione. Nella vita faccio il commercialista e il responsabile per la contabilità di un gruppo assicurativo. E' impegnativo, ma non mi pesa perchè il mio lavoro è uno stimolo per la mia vita di atleta e viceversa". 

SALIS 67,25 - Presente nella stessa riunione la martellista Silvia Salis che ha chiuso con una miglior misura di 67,25 ottenuta alla prima prova. "Dopo ho provato a forzare per entrare in finale - spiega la genovese delle Fiamme Azzurre -. Purtroppo sono usciti due lanci sbagliati (62,70 e 64,49, ndr). Ogni competizione è una storia a sè e dopo tanto lavoro trovare i ritmi giusti non è immediato, ma ci riuscirò. Peccato per oggi, ma la stagione è appena iniziata e si va avanti. Tornerò in gara il 31 maggio al Grand Prix di Savona". L'azzurra è finita in undicesima posizione, mentre in cima alla classifica svetta la cinese, triplice bronzo mondiale, Zhang Wenxiu con 75,06. Dietro di lei altre tre atlete oltre i 73 metri: la polacca Joanna Fiodorow (74,39), la tedesca Kathrin Klaas (73,40) e l'altra cinese Tingting Liu (73,06). Soltanto nona Betty Heidler che - sulla pedana dove nel 2011 aveva centrato il record del mondo (79,42) - oggi non fa meglio di 68,21.

HARTING BATTUTO - Nel disco il polacco Piotr Malachowski realizza la migliore prestazione mondiale dell'anno, 69,28, sconfiggendo l'olimpionico e iridato tedesco Robert Harting (68,28). Al femminile, invece, la Germania torna sugli scudi grazie al 67,30 di Nadine Müller imitata dalla giavellottista Linda Stahl (63,90) e dalla pesista Christina Schwanitz, autrice di un 20,22 vicinissimo al personale di 20,41 che le era valso l'argento mondiale a Mosca 2013. Nell'analogo concorso maschile 20,28 del russo Alexandar Lesnoi. Duello avvincente e miglior misura dell'anno, infine, nel martello dove il polacco campione mondiale Pawel Fajdek supera 79,50 a 70,49 il russo Dilshod Nazarov.

a.g.

SEGUICI SU: Twitter: @atleticaitalia | Facebook: www.facebook.com/fidal.it

File allegati:
- RISULTATI/Results


Condividi con
Seguici su: