Societari fondamentali in proiezione olimpica




 
Societari a Roma in proiezione olimpica Con la finale dei Societari in programma allo stadio romano di Casal del Marmo da venerdì a domenica, parte un trittico di fondamentali impegni per l'atletica italiana, che con il Golden Gala del 2 luglio e gli Assoluti di Firenze del 10-11 luglio definirà quasi completamente l’organico della sua partecipazione ai Giochi Olimpici di Atene. Ogni occasione è ormai impedibile per andare a caccia dei minimi olimpici, che per molti stanno diventando uno spettro che agita le notti insonni. Si spera che Casal del Marmo sia in tal senso un approdo felice. Nella presentazione svoltasi presso la sede delle Fiamme Azzurre, società organizzatrice, il presidente della Fidal Gianni Gola ha sottolineato la forza trainante dell’attività dei club: “Quest’anno sono state ben 127 le società maschili e 95 quelle femminili ad essere classificate nella fase regionale dei Campionati, e ciò testimonia la grande partecipazione della nostra atletica alla rassegna a squadre, in ogni regione”. Gli ha fatto eco il cittì della nazionale maschile Roberto Frinolli: “Per molti atleti sarà un’importante occasione di confronto dalla quale spero fuoriescano indicazioni importanti in funzione olimpica. Per questo ho fatto uso della prerogativa di far gareggiare in alcune prove atleti fuori classifica: è quindi possibile che nel triplo scenda in pedana Paolo Camossi e nel lungo Paolo Trentin, atleti delle Fiamme Azzurre, società non qualificata per la finale”. Proprio il presidente delle Fiamme Azzurre, nonché Capo del Dipartimento dell’Amministrazione Penitenziaria Giovanni Tinebra, ha sottolineato l’impegno del sodalizio nella diffusione dei valori dello sport: “L’organizzazione di questa finale è per noi motivo di orgoglio, ci auguriamo che tutto vada per il meglio e che gli atleti trovino nella nostra struttura condizioni ideali per raggiungere i risultati che desiderano”. Venendo all’aspetto tecnico, non dovrebbero mancare momenti di rilievo, anche se si attende la conferma delle iscrizioni per avere un quadro più preciso delle forze in campo. Nei 100, ad esempio, Collio sarà chiamato a confrontarsi con altri due atleti nel giro della staffetta veloce, come Rabino e Checcucci. Sui 200 c’è curiosità intorno alla prova di Kaba Fantoni, miglior tempo stagionale sui 100, negli 800 ritorno in pista dopo la defezione di Coppa Europa per Andrea Longo. Nel lungo come detto ci sarà Trentin, e ci sarà anche Andrew Howe, capolista stagionale con 8,.04, per un test probante in vista dei Mondiali Juniores di Grosseto. Misure importanti sono attese da Vizzoni nel martello e da Pignata nel giavellotto, reduce quest'ultimo dal fondamentale 3. posto in Coppa Europa. Queste infine le qualificate per la finale Oro: Fiamme Gialle, Fiamme Oro, Carabinieri, Libertas Cento Torri Pavia, La Fratellanza Modena, Asics Firenze e As Dil.Sport Catania. In campo femminile tanti personaggi reduci dalla trionfale First League di Coppa Europa a Istanbul dovrebbero affollare piste e pedane, dalla Ceccarelli (chiamata a doppiare 400 e 400 hs) alla Martinez, dalla Macchiut alla Legnante (anche lei impegnata nel peso ma anche nel giavellotto). L’elenco delle presenze è comunque in via di definizione, e va sottolineata anche la possibilità di vedere all’opera, fra i vari italiani, anche elementi stranieri di spessore, tesserati per le nostre società. Due nomi su tutti: Milazar, in gara nella serie Argento dei 400 per il team catanese, ed Heshko, l’ucraino che ha fatto incetta di vittorie nei meeting e che vedremo sua sugli 800 che sui 1500. Questo infine l’elenco delle squadre presenti nella Finale Oro femminile: Cus Cagliari, Sai Fondiaria, Tris, Forestale, Atl.2000; Assindustria Padova, Cus Bologna ed Assi Banca Toscana. Nella foto piccola: Benedetta Ceccarelli Nella foto grande: Francesco Pignata File allegati:
- L'elenco degli iscritti



Condividi con
Seguici su: