Societari Salis 69,80 rientra Borsi

10 Maggio 2014

Nella prima giornata della fase regionale dei Campionati di Società 2014 la primatista italiana torna sui 100hs con il crono di 13.30 (+1.2)

 

Si è svolta oggi in 18 sedi la prima prova regionale dei Campionati di Società Assoluti con 323 le società in gara - 526 formazioni complessive - per conquistarsi un posto in una delle sei finali in programma il 27 e 28 settembre. In apertura da Imperia arriva la martellata di Silvia Salis (CUS Genova/Fiamme Azzurre) che all’esordio nella stagione estiva centra la misura di 69,80. Allo Stadio Raul Guidobaldi di Rieti la primatista italiana (sia indoor che all’aperto) e bronzo agli Europei indoor di Göteborg 2013 Veronica Borsi (ACSI Italia/Fiamme Gialle) torna sui 100hs con il crono di 13.30 (+1.2) e la sfida sui 100 metri vede vincere Fabio Cerutti (Fiamme Gialle) in 10.46 (+1.2) davanti ad Andrew Howe (Studentesca CaRiRi/Aeronautica), secondo in 10.48. Domani il reatino correrà i 200. Opta per i 100 metri anche Daniele Greco (Fiamme Oro), tornato in gara a Vicenza dopo l’infortunio patito ai primi di febbraio. L’oro continentale indoor di salto triplo vince la gara in 10.75 (-0.2) mentre dall’altro capo dello stivale rimane fedele all’hop-step-jump Simona La Mantia (CUS Palermo/Fiamme Gialle) che a Palermo atterra a 13,94. Sempre sui 100 ma a Pontedera (PI) è prima Audrey Alloh (Atl. Firenze Marathon/Fiamme Azzurre) che in 11.54 (+0.7) anticipa Irene Siragusa (Atletica 2005, 11.68) e Chiara Bazzoni (Toscana Atl. Empoli Nissan/Esercito, 11.83). L'appena diciottenne Erika Furlani (CUS Pisa Atletica Cascina) valica 1,87 nel salto in alto con l’allievo Yohannes Chiappinelli (Montepaschi Uisp Atl. Siena) che corre i 3000 siepi in 8:57.79, miglior prestazione italiana di categoria (precedente 9:08.69 di Andrea Sanguinetti a Milano, 2 agosto 2009). La Finale Oro, quella che deciderà gli scudetti 2014, si terrà a Milano nellultimo weekend di settembre con i 12 migliori team in lotta per il titolo di campione d’Italia.

CdS Assoluti 2014 - prima prova regionale (10-11 maggio) - ISCRITTI/RISULTATI: Abruzzo: Sulmona (AQ) - Alto Adige/Trentino: Trento - Basilicata/Calabria: Cosenza - Campania: Marano di Napoli - Emilia-Romagna: Modena - Friuli-Venezia Giulia: Spilimbergo (PN) - Lazio: Rieti - Liguria: Imperia - Lombardia: Lodi (donne) e Busto Arsizio (VA) (uomini) - Marche: Macerata - Piemonte/Valle d'Aosta: Torino - Puglia: Bari - Sardegna: Cagliari - Sicilia: Palermo - Toscana: Pontedera (PI) - Umbria: Orvieto (TR) - Veneto: Vicenza

Elenco Atleti Militari autorizzati a partecipare al C.d.S. Assoluto su Pista 2014 con la Società di provenienza

Elenco Società ammesse alle Finali del C.d.S. Assoluto

SEGUICI SU: Twitter: @atleticaitalia | Facebook: www.facebook.com/fidal.it

ABRUZZO - Velocità in primo piano a Sulmona (AQ) nella prima giornata della fase abruzzese dei Societari Assoluti. Lo junior Matteo Coia (Aterno Pescara) corre i 100 (vento +1.1) in 10.91, con l’allievo Umberto Tammaro (Aterno Pescara) a 11.10. Nella 4x100 maschile 41.86 dell’Athletics Promotion L’Aquila (Panza-Farroni-Chendi-Panza), davanti all’Aterno Pescara, 42.13 (Tammaro-Coia-David-Palma). A livello femminile, spicca la gara dei 400, con il primo posto della brasiliana Perla Dos Santos (Aterno Pescara) in 55.13, davanti a Yara Sulli (Gran Sasso Teramo) con 56.03, nuovo primato regionale assoluto. Nel martello, l’allieva primo anno Alessia Beneduce (Aterno Pescara) lancia 47,76 metri. Un’altra allieva in evidenza nella marcia, Vanessa Tomei (Gran Sasso Teramo) che chiude i 5000 metri in 24:59.63. Sui 100 ostacoli (+2.2) Bianca Canaletti (Gran Sasso Teramo) fa segnare 14.84. 

ALTO ADIGE E TRENTINO - A Trento, nella prova regionale di Trentino e Alto Adige, il campione italiano in carica del giavellotto Norbert Bonvecchio (Atletica Trento) si impone con 75,31, che incrementa di un centimetro il suo primato stagionale. Si migliorano sul giro di pista Irene Baldessari (GS Trilacum/Esercito, 55.72) e lo junior Michele Nabacino (Lagarina Crus Team, 48.99) mentre nei 100 i più veloci sono i due portacolori dell’Us Quercia Trentingrana, Davide Deimichei in 10.61 (+1.5) e Doris Tomasini in 11.91 (+2.6). Monologo di Eleonora Berlanda (Quercia Trentingrana/Fiamme Oro) nei 1500 completati in 4:26.15. Nel martello prevale la junior Noa Ndimurwanko (Gs Valsugana Trentino) con 52,33 (PB) e nel disco Daniel Compagno (Athletic Club 96 Ae Spa) con 52,14. L’allievo Emanuele Giuliani (Atletica Trento) atterra a 14 metri esatti nel triplo. RISULTATI/Results

CAMPANIA - A Marano di Napoli sono soprattutto gli atleti della Enterprise Sport & Service a mettersi in luce: nei 3000 siepi Brahim Taleb ferma i cronometri a 8:25.99 mentre Massimiliano Ferraro vince i 100 metri in 10.68 (+0.9) e Vito Incantalupo è primo nel giro di pista in 48.68. Andrea Sinisi valica 4,90 nell’asta e nei 10.000 di marcia l’azzurro Francesco Fortunato, al rientro dopo la Coppa del Mondo di Taicang, fa segnare 42:07.75. Passando ai lanci Giuliana Orestano Cristarella dell’Atletica Marano sigla il record regionale campano con la misura di 47,08. RISULTATI/Results

EMILIA-ROMAGNA - A Modena il campione italiano assoluto del decathlon Michele Calvi (Self Atl. Montanari & Gruzza/Esercito) si mette alla prova nei 110 ostacoli per affermarsi in 14.56 (+0.9) su Elamjad Khalifi (La Fratellanza 1874 Modena/14.75). Sui 100 ostacoli 13.70 (+1.1) per Alessandra Arienti (Cus Parma) con la compagna di squadra Ayomide Folorunso, tricolore juniores al coperto, che si migliora fino a 14.21. Nei 100 metri il più rapido è lo junior Marco Gianantoni (Sef Virtus Emilsider Bologna) con 10.67 (+1.0), tra le donne Judy Ekeh (Atl. Reggio/Esercito) si impone in 11.96 (-0.4). Sui 400 vincono le promesse Raphaela Lukudo (Mollificio Modenese Cittadella/55.15) e Kevin Menzani (La Fratellanza 1874 Modena/48.27), con lo junior Francesco Conti (Atl. Imola Sacmi Avis) a 48.56, mentre nei 1500 l’under 23 Riccardo Tamassia (La Fratellanza 1874 Modena) si afferma in 3:49.03. RISULTATI/Results

FRIULI-VENEZIA GIULIA - A Spilimbergo (PN), netto progresso con 54.14 sui 400 metri della junior Ylenia Vitale (Libertas Friul Palmanova), che si inserisce al sesto posto nelle liste alltime di categoria.

Con la maglia della Trieste Atletica, il finanziere Patrick Nasti si aggiudica i 3000 siepi in 8:49.60, mentre nell’alto la promessa Desirée Rossit (Atl. Malignani Libertas Udine/Fiamme Oro) valica 1,80 alla terza prova per superare la junior Eleonora Omoregie (Atl. Malignani Libertas Udine), seconda con 1,76. Il discobolo under 23 Stefano Petrei (Atl. Malignani Libertas Udine) lancia 54,08, nel martello 53,59 di Giulia Bartolich (Cus Trieste) e sui 100 ostacoli 14.06 (-0.7) per la promessa Giada Carmassi (Atl. Brugnera Friulintagli). RISULTATI/Results

LAZIO - Esordio nella stagione all’aperto per Veronica Borsi, che corre sui 100 ostacoli in 13.30 (+1.2) allo stadio Raul Guidobaldi di Rieti. La finanziera, primatista nazionale assoluta con 12.76 (realizzato il 2 giugno 2013) e oggi in gara per il club campione tricolore dell’ACSI Italia Atletica, non si cimentava sulla distanza dalla batteria ai Mondiali di Mosca, disputata nel mese di agosto, mentre quest’inverno aveva effettuato alcune uscite agonistiche sui 60 piani: “L’importante era rompere il ghiaccio dopo tanti mesi lontano dalle gare. Mi serviva un contesto tranquillo per riprendere e questa era l’occasione giusta. Adesso tre settimane di allenamento e tornerò al meeting di Orvieto il 1° giugno”. La sfida sui 100 metri vede al primo posto Fabio Cerutti (Fiamme Gialle) in 10.46 (+1.2) che precede Andrew Howe (Studentesca CaRiRi/Aeronautica), ancora in versione sprinter sulla pista di casa e secondo in 10.48. Al terzo posto si piazza Francesco Basciani (Fiamme Gialle/Acsi Campidoglio Palatino) in 10.72. Per Howe si tratta della seconda gara della stagione dopo il 32.94 fatto segnare nei 300 metri il 24 aprile: “È stato un buon test e le sensazioni sono positive, anche in ottica salto in lungo. Domani correrò i 200” . Al femminile prevale Jessica Paoletta (Studentesca CaRiRi/Esercito) in 11.79 (-0.9) sui 100 nei confronti di Giulia Arcioni (Studentesca CaRiRi/Forestale), 11.96. Personal best all’aperto per la promessa Alessandro Sinno (Fiamme Gialle Simoni/Aeronautica) nel salto con l’asta: il campione italiano assoluto indoor supera la quota di 5,30. Nei 400 maschili si migliora la promessa Matteo Iachini (Acsi Campidoglio Palatino) con 47.37, sui 110 ostacoli vince l’under 23 Luca Trgovcevic (Studentesca CaRiRi) in 14.45 (0.0). Nel triplo la promessa Daniele Cavazzani (Studentesca CaRiRi) salta 15,93 (+0.3), mentre la pesista Monia Cantarella (Studentesca CaRiRi) fa 14,45 e sui 3000 siepi il keniano Josphat Koech (E-Servizi Atl. Futura Roma) fa segnare 8:49.16. RISULTATI/Results

LIGURIA - Sulla pedana di Imperia, la martellista Silvia Salis (CUS Genova/Fiamme Azzurre) avvicina i 70 metri. Al debutto nella stagione estiva, la sua miglior misura di giornata è un 69,80 ottenuto al quarto lancio. Quest’anno si è già laureata campionessa italiana invernale, in quell’occasione con 70,48. Alberto Boretti (Cus Genova) vince in 10.86 (-2.5) nei 100 maschili, 48.24 di Andrea Delfino (Cus Genova) sui 400, mentre l’allieva Chiara Ferdani (Spectec Duferco Carispezia) nei 1500 chiude in 4:50.54. RISULTATI/Results

LOMBARDIA donne - A Lodi, sede prescelta per le gare femminili lombarde, Elena Bonfanti (Atl. Lecco-Colombo Costruzioni) è la migliore sui 400 metri con 53.40, seguita da Marta Milani (Atl. Bergamo 1959 Creberg/Esercito), seconda in 54.18, poi Giulia Alberti (Bracco Atletica/54.38) ed Elisa Romeo (Atl. Brescia 1950), 54.45. Nel rettilineo, si migliorano le ostacoliste. Vittoria di Sara Balduchelli (Bracco Atletica) nei 100hs in 13.57 (-0.7) davanti alla promessa Silvia Zuin, compagna di club e seconda in 13.68: per entrambe è il nuovo record personale, terza Alessandra Feudatari (Atl. Brescia 1950), 13.82. Sui 100 metri cresce Johanelis Herrera (Atl. Brescia 1950) con 11.82 (+0.8) e centra lo standard di iscrizione per i Mondiali Juniores di Eugene (Stati Uniti, 22-27 luglio). La giovane sprinter si lascia alle spalle Giulia Riva (N.Atl. Fanfulla Lodigiana/11.97) e Sabrina Galimberti (Rovellasca/12.00), in un’altra serie l’allieva Alessia Pavese (Atl. Bergamo 1959 Creberg) corre in 12.01 (+0.1). Nei 1500 metri scende sotto il minimo per i Mondiali under 20 l’allieva Nicole Svetlana Reina (Cus Pro Patria Milano), prima in 4:27.17 davanti a Elisa Bortoli (Atl. Brescia 1950), 4:27.79. La pesista Francesca Stevanato lancia 15,54 e nel triplo Cecilia Pacchetti atterra a 12,58 (-0.5), entrambe dell’Atl. Brescia 1950. Nel martello 57,71 di Valentina Leomanni (N.Atl. Fanfulla Lodigiana). Sui 5000 di marcia, personal best della promessa Federica Curiazzi (Atl. Bergamo 1959 Creberg) in 22:17.34, dietro di lei si piazzano le juniores Margherita Crosta (Cus Pro Patria Milano/23:27.02) e Nicole Colombi (Atl. Brescia 1950), terza in 23:56.06. Nella 4x100 vinta in 46.13 dall’Atletica Brescia 1950 (Martina Piergallini, Alessandra Feudatari, Elisa Romeo, Johanelis Herrera), si fa notare la staffetta allieve della Pro Sesto Atletica (Elisa Tallini, Sofia Bonicalza, Caterina Dell’Orto, Ilaria Verderio) che corre in 47.42, a 49 centesimi dalla miglior prestazione italiana di categoria per club. RISULTATI/Results

LOMBARDIA uomini - A Busto Arsizio (VA), sede dei Societari maschili, Jamel Chatbi (Riccardi Milano) corre i 3000 siepi in 8:36.00 con al secondo posto François Marzetta (CUS dei Laghi-Atl.Varese/Fiamme Oro). Primo rodaggio per Fabrizio Schembri (Carabinieri) in pedana per portare punti alla sua Atletica Rovellasca. Il varesotto fa cinque tentativi, il migliore dei quali, il terzo (dopo i primi due nulli) si attesta a 15,99 (-0.4). Il ventenne Lorenzo Perini (OSA Saronno/Aeronautica) vince i 110 ostacoli in 14.13 (-1.1): il vicecampione europeo junior in carica arriva davanti a Carlo Giuseppe Redaelli (Riccardi Milano) e Ivan Mach di Palmstein (Riccardi Milano/Fiamme Gialle) rispettivamente a 14.37 e 14.43. Nei 100 il più veloce è Federico Cattaneo (Rovellasca) in 10.88 (-2.1) ma si mette in luce anche l’allievo al primo anno di categoria Filippo Tortu (Riccardi) che ferma i cronometri a 10.93 (-0.8). Lancia il giavellotto a 66,79 Roberto Bertolini (Cento Torri/Fiamme Oro) mentre i 400 se li aggiudica Roberto Severi (CUS Milano) in 47.26 davanti a Paolo Danesini in 47.97 e allo junior Marco Lo Verme (Pro Patria Arc Busto) in 48.07. Nei 1500 si impone il senegalese dell'Atletica Monza Mor Seck in 3:48.98. Al terzo posto Stefano Massimi (Riccardi/Aeronautica) segna 3:50.17 ed Elia Polli (Riccardi) 3:51.16. Misura di 53,26 nel disco per Fabio Vian (Riccardi) e 47,48 per lo junior al primo anno Giulio Anesa (Alpinistico Vertovese). Luca Peggion (Atl. Chiari) supera 5 metri esatti nell’asta. RISULTATI/Results

MARCHE - Allo stadio Helvia Recina di Macerata, il campione italiano del disco Giovanni Faloci (Atl. Avis Macerata/Fiamme Gialle) domina con 57,25. Sempre dalle pedane dei lanci, ma al femminile, arriva il 57,03 di Sara Pizi (Collection Atl. Sambenedettese) nel martello, invece la tricolore assoluta del pentathlon Enrica Cipolloni (Team Atletica Marche/Fiamme Oro) salta 1,73 nell’alto. Sui 110 ostacoli John Mark Nalocca (Collection Atl. Sambenedettese/Carabinieri) corre in 14.58 con vento contrario (-2.7), mentre l’osimana Valentina Natalucci (Team Atletica Marche) realizza il crono di 12.05 (-0.5) nei 100 femminili davanti alla junior Roberta Del Gatto (Atl. Avis Macerata), 12.23. Nei 10.000 di marcia, si migliora con 43:38.17 la promessa Michele Antonelli (Atl. Recanati) sul compagno di club Alessandro Maltoni (44:19.92) e l’allievo Giacomo Brandi (Sport Atl. Fermo/44:21.81). RISULTATI/Results

PIEMONTE/VALLE D'AOSTA - Soufiane El Kabbouri (CUS Torino) ottiene il crono di 3:40.93 sui 1500, tempo con cui il ventunenne avvicina lo standard per la rassegna continentale assoluta di Zurigo. Dalla pedana del martello di Torino Francesca Massobrio (CUS Torino) manda in archivio la misura di 59,39 mentre Martina Amidei (CUS Torino/Aeronautica) vince i 100 in 11.90 (-0.5). Sulla pista dello stadio Primo Nebiolo si mettono in luce però diversi allievi: Brayan Lopez (Atl.

Pinerolo), campione italiano indoor, disegna un 400 metri da 48.56. La sorellina Agnese Mulatero (vivono entrambi a casa Mulatero, e si allenano con Antonio Dotti) si aggiudica invece i 100hs con il crono di 14.55 (-0.9). 1,73 nell'alto per la junior Debora Sesia (Sisport) mentre l'allievo Pietro Riva (Atl. Alba) sulla scia di El Kabbouri sigla 3:58.54 sui 1500. A fine giornata 42:49.58 per Federico Tontodonati (CUS Torino) nei 10.000 di marcia. RISULTATI/Results

PUGLIA - Marcia sugli scudi a Bari dove l’azzurrina Noemi Stella (Atl. Don Milani) firma un crono di grande rilievo nella categoria. La pugliese infatti conclude i 5000 metri di marcia su pista in 22:20.46, crono inferiore di circa sette secondi al 22:27.38 della miglior prestazione italiana (stabilita dalla compagna di allenamenti Anna Clemente nel 2010 a Singapore in occasione della vittoria delle Olimpiadi giovanili). Il tempo però, ottenuto in una gara mista, non può essere omologato come MPI. Restando alla marcia si distingue anche Massimo Stano (Aden Exprivia Molfetta/Fiamme Oro) che fa segnare 41:38.64 nei 10.000 su pista. La junior Lucia Pasquale (Olimpia Club Molfetta) corre i 400 metri in 55.78 mentre Loredana Di Grazia (Giovani Atleti Bari) vince i 1500 in 4:33.30. RISULTATI/Results

SARDEGNA - Allo stadio dell’atletica di Cagliari, 4:40.32 sui 1500 per Claudia Pinna (Cus Cagliari) e la marciatrice Serena Pruner completa i 5000 metri in 23:32.28. Nelle volate dei 100, con un vento favorevole oltre la norma, Francesco Pianti (Pol. Gonone Dorgali) realizza il tempo di 10.69 (+3.0) e Alessandra Marceddu (Cus Cagliari) è prima in 12.04 (+2.3). Sui 400 metri, 59.43 di Donatella Faedda (Cus Cagliari). RISULTATI/Results

SICILIA - Nella prima giornata dei Societari a Palermo, esordio nel triplo per Simona La Mantia (Cus Palermo/Fiamme Gialle) che al quarto tentativo sfiora i 14 metri vincendo la gara con la misura di 13,94. Ecco la progressione della palermitana che domani sarà impegnata nel lungo: 13,75 (+1.0), N, N, 13,94 (+1.4), N, 13,35. Sui 400 piani facile il 56.50 dell'azzurrina Alice Mangione (Cus Palermo). Nello sprint ritorno alle gare dopo un infortunio per Federico Ragunì (Cus Palermo) che ha vinto i 100 in 10.67 (+0.9) precedendo i compagni di club Andrea Spezzi, 10.76, ed Erasmo Caruso, 10.84. Sui 100 donne vittoria di Chiara Torrisi (Cus Palermo), 12.27 (+1.0). Corsa in solitario per Giuseppe Gerratana (Running Modica/Aeronautica) che nel test sui 1500 ha vinto in 4:03.11, mentre la "sua" gara, i 3000 siepi, ha visto il dominio dei fratelli Zoghlami, con Ala che ha vinto in 9:11.21 davanti ad Osama (9:15.17), entrambi del Cus Palermo. Sugli ostacoli, 15.26 sui 110 per Riccardo Salomone (Cus Palermo) e 14.98 sui 100 per la compagna di squadra Maria Concetta Manna. RISULTATI/Results

TOSCANA - Pontedera (PI) vola nel salto in alto Erika Furlani (CUS Pisa Atletica Cascina), ex allieva, che valica l’asticella posta a 1,87 diventando l’ottava junior italiana alltime all'aperto. La reatina, vicecampionessa mondiale under 18 di salto in alto e argento alle Gymnasiadi, si migliora così di un centimetro rispetto al già notevole 1,86 siglato alle indoor. Alle sue spalle 1,74 sia per Anna Pau (Atletica Prato) che per l’allieva Erica Marchetti (Cus Pisa Atletica Cascina). Sempre sulla pista toscana Audrey Alloh (Atl. Firenze Marathon/Fiamme Azzurre) vince i 100 metri in 11.54 (a 11 centesimi dal PB) anticipando Irene Siragusa (Atletica 2005) che ferma il cronometro a 11.68 e la campionessa italiana in carica dei 400 metri Chiara Bazzoni (Toscana Atl. Empoli Nissan/Esercito) che lima ancora il personale arrivando a 11.83 (+0.7). Nella gara maschile lo junior Luca Cassano (Atletica Firenze Marathon) corre in 10.73 (+0.0). Nei 3000 siepi, vinti dal keniano Hosea Kisoro (Atl. Virtus Cr Lucca) in 8:47.27, l’allievo Yohannes Chiappinelli (Montepaschi Uisp Atl. Siena) realizza la miglior prestazione italiana di categoria con 8:57.79 (precedente 9:08.69 di Andrea Sanguinetti a Milano, 2 agosto 2009). I 1500 sono vinti con margine dall’under 23 Joao Bussotti Neves dell’Atletica Livorno che taglia il traguardo in 3:45.96 battendo Stefano La Rosa (Atl. Grosseto Banca della Maremma/Carabinieri), al rientro dagli Stati Uniti dove solo sei giorni fa ha corso i 10.000 in 28:19.36 al Payton Jordan Cardinal Invitational di Palo Alto (California). La Rosa chiude in 3:47.89, mentre il vicecampione europeo dei 5000 Samuele Dini (Atl. Livorno/Fiamme Gialle) fa segnare 3:49.68. La tricolore in carica del martello Micaela Mariani (CUS Pisa Atletica Cascina) lancia 64,50 mentre la primatista italiana dei 400 ostacoli Yadisleidy Pedroso (CUS Pisa Atletica Cascina) corre i 400 senza barriere in 55.35. Sui 100 ostacoli Silvia Zerbini (CUS Pisa Atletica Cascina) sigla 14.41 (+0.4) mentre nel triplo Francesca Lanciano (CUS Pisa Atletica Cascina) precede con 12,89 (+2.6) l’azzurrina Benedetta Cuneo (Firenze Marathon) a 12,72 (+1.9). 50,49 nel disco per Giacomo Grotti della Libertas Runners Livorno. RISULTATI/Results

UMBRIA - Lo stadio Muzi di Orvieto (TR), che nel mese di settembre accoglierà la Finale Argento, ospita la fase regionale. Al femminile, per l’Atl. Libertas Arcs Cus Perugia, 57.50 di Gloria Guerrini nei 400 mentre Elisa Partenzi corre in 12.43 (+0.9) sui 100 e la pesista Eleonora Ricci lancia 13,12. Tra gli uomini la promessa Andrea Sargenti (Libertas Orvieto) chiude sui 110 ostacoli in 15.23 (-1.3), con la vittoria del keniano Paul Kipchumba Sugut (Libertas Orvieto) sui 1500 metri nel tempo di 3:50.87 davanti alla promessa Ali Laaroubi (Atl. Capanne Pro Loco), 3:53.71. RISULTATI/Results

VENETO - Il campione europeo indoor di salto triplo Daniele Greco (Fiamme Oro) torna in gara a Vicenza e si aggiudica i 100 metri in 10.75 (-0.2). Per il pugliese era il rientro agonistico dopo l’infortunio rimediato all’inizio di febbraio. "Per fortuna, il triplo non richiede la partenza dai blocchi - ha scherzato il saltatore delle Fiamme Oro dopo la gara -. Le sensazioni però sono state buone: arrivo da un periodo di carico, non potevo pretendere anche la brillantezza. Gli Europei sono il grande obiettivo della mia stagione". Il primo acuto della giornata inaugurale della prima fase veneta dei campionati italiani assoluti di società, al campo Perraro di Vicenza, lo mette a segno la junior Giulia Camporese (Cus Padova). Il suo martello vola a 58,72, quinta prestazione italiana di tutti i tempi per la categoria. Per la padovana, che realizza anche il record veneto, è un miglioramento di oltre un metro e mezzo rispetto al precedente personale (57,15 il 22 febbraio a Lucca). Leonardo Gottardo (Biotekna Marcon/Aeronautica) vince la sfida con Antonio Fent (Silca Ultralite/Carabinieri) nel giavellotto: rispettivamente 69,75 per il padovano, 68,95 per il trevigiano. Terzo posto per il non ancora diciassettenne veronese Jordan Zinelli (Bentegodi Verona), arrivato a 63,16, quasi cinque metri di progresso con l'attrezzo dei "grandi". Tanti i giovani in luce nel pomeriggio di gara: la junior padovana Virginia Morassutti (Assindustria Padova) ha vinto i 100 ostacoli in 14.40 (+0.1), precedendo la coetanea campionessa europea di salto triplo under 20 Ottavia Cestonaro (14.53) e l'allieva Abigail Gyedu (Libertas Valpolicella Lupatotina, 14.79). Un'altra junior, Martina Favaretto (GA Aristide Coin), è stata la più veloce nei 100 (12.18). Nell'alto, vittoria per la vicentina Elena Vallortigara (Assindustria Sport Padova/Forestale) con 1,74, misura realizzata anche dalla versatile allieva di casa Beatrice Fiorese (Atletica Vicentina), miglioratasi di 7 centimetri in un colpo solo. Un'altra allieva, al primo anno di categoria, la veneziana Rebecca Borga (Atl. Riviera del Brenta) vince i 400 in 56.19. In chiusura di giornata, Ottavia Cestonaro (Atl. Vicentina/Forestale) torna in gara, questa volta nel "suo" triplo e ottiene la misura di 13,12 (-0.3). RISULTATI/Results

Anna Chiara Spigarolo - Luca Cassai

(Hanno collaborato Mauro Ferraro, Lorenzo Magrì, Enzo Miceli, Michele Minelli, Nazareno Orlandi, Luca Perenzoni, Roberto Ragonese, Cesare Rizzi, Myriam Scamangas)



Condividi con
Seguici su: