Societari Cross, gli scudetti dei giovani




 

Si sveglia nel freddo Volpiano, illuminata da un sole che presto inizia a scaldare l'aria della Finale Nazionale dei Societari di corsa campestre. Della tanta neve dei giorni scorsi resta solo qualche traccia gelata sparsa sui prati e il bianco brillante delle Alpi all'orizzonte. Il percorso, malgrado la pioggia caduta in settimana, sembra mantenersi piuttosto compatto anche nei tratti più fangosi. Ad aprire le danze sono le più giovani, le Allieve. 183 erano le iscritte alla gara. Uscite dai cancelli, il gruppo si sfila progressivamente. Due sono i giri che li attendono sul tracciato intorno alla pineta del Parco Smat per un totale di 4 km. La prima tornata delinea subito l'assetto delle migliori. In testa le due gemelline, classe 1993, della Fondiaria-SAI Valentine e Camille Marchese restano affiancate fino quasi a metà dell'ultimo giro, quando Valentine, campionessa italiana 2009 e prima anche lo scorso anno alla Finale di Campi Bisenzio, prende il largo e va a vincere in 15:34. Alle sue spalle, più staccate, arrivano la sorella Camille (15:52) e Chiara Casolari (15:58) del Mollificio Modenese Cittadella, club che si aggiudica la classifica a squadre davanti alla Calcestruzzi Corradini Excelsior e alla Studentesca CaRiRi.     

Più combattuta la sfida sui 5 km degli oltre 200 Allievi al via. Bisogna, infatti, attendere la volata finale per decidere le sorti del podio. Dopo la galoppata solitaria del titolo sui 1000 metri indoor vinto ad Ancona sette giorni fa, il somalo Mohad Abdikadar Sheikh Ali (Fiamme Gialle G. Simoni), a Volpiano se la gioca sul filo di lana riuscendo a prevalere (16:02) sui altri due gemelli,  i fratelli Samuele e Lorenzo Dini dell'Atletica Livorno che chiudono così rispettivamente secondo (16:03) e terzo (16:06). A livello di società lo scudetto va all'Atletica Gran Sasso che precede i sardi dell'Atletica Goceano e i toscani dell'Atletica Livorno.

Le gare juniores vedono, invece, a livello individuale due successi del CUS Torino. La prima, sui 5 km femminili, inaspettata anche per la vincitrice stessa, Anna Ceoloni, atleta che ben conosce questo percorso dove ha già gareggiato in occasione del Cross della Volpe. La dicianovenne torinese si prende la vittoria negli ultimi metri battendo per appena 4 secondi (18:34) la veneta Chiara Renso (Atl. Vicentina/18:38). Terza (18:46) è Valeria Lori, risultato grazie a cui il suo club, la Studentesca CaRiRi, si aggiudica il titolo nazionale under 20 lasciandosi dietro Atletica Saluzzo e Cus Pro Patria Milano. Tra gli juniores, invece, pronostico confermato per il favorito Marouan Razine. Il diciannovenne marocchino, protagonista di una gara costantemente al comando e oro dei 1500 indoor ad Ancona, ha così chiuso davanti a tutti sugli 8 km in 25:43. Un percorso familiare anche per Razine, primo junior al Cross della Volpe e poi anche alla Cinque Mulini di San Vittore Olona. Alle sue spalle i tre juniores azzurri all'Eurocross di Dublino, Michele Fontana (Lecco-Colombo Costruzioni/25:58), Davide Uccellari (La Fratellanza 1874/26:02) e Francois Marzetta (Cus dei Laghi - Atl. Varese/26:06). A squadre conferma dei campioni uscenti del Marathon UOEI Trieste che stavolta hanno la meglio su ASV Sterzing Volksbank e sui siciliani dell'ASD Pol. APB.

Alessio Giovannini

Nelle foto in alto, le gemelle Valentine e Camille Marchese; in quella in basso lo junior Razine (foto Organizzatori)

File allegati:
- RISULTATI/Results



Condividi con
Seguici su: