Sinisi e Beneduce illuminano il meeting Città di Teramo

03 Luglio 2016

Giada Bilanzola 5,62 nel lungo. L'Allievo Angelozzi 6,61 nel lungo.  A Chieti, Marco Leone vince il titolo italiano decathlon Juniores recupero gare del 28-29 maggio 


 

Fine settimana denso di appuntamenti per l’atletica leggera, che ha visto Teramo e Chieti sedi di manifestazioni di carattere nazionale. A Teramo si è svolto il 12° Meeting Città di Teramo, organizzato dalla società Atletica Gran Sasso Teramo. Nel salto con l’asta Andrea Sinisi (Vomano Gran Sasso) era reduce dal sesto posto dei Campionati Italiani Assoluti. L’atleta teatino ha superato per l’ennesima volta in questa stagione la quota dei 5 metri, entrando in gara a 4,80. E’ poi passato a 5 metri, superati al terzo tentativo, mentre si è fermato a 5,20. Al secondo posto si è classificato il compagno di squadra Matteo Flemac, 4,40 metri. Nel martello femminile, la Junior Alessia Beneduce (Aterno Pescara) ha avvicinato il suo record personale e regionale, lanciando a 55,77 metri, a venti centimetri dal primato. Con l’attrezzo Allieve (Kg 3), Eugenia Di Francesco (Gran Sasso Teramo) 44,82 metri. Le gare di lungo hanno riservato risultati interessanti. Quello maschile è stato vinto da Riccardo Ruffilli (Aterno Pescara), che ha piazzato la misura vincente al primo salto, dove è atterrato a 6,92 metri (vento nullo). Ma dietro di lui è emersa l’ottima prova dell’Allievo primo anno Salvatore Angelozzi (Vomano Gran Sasso), al primato personale migliorato di diciannove centimetri con la misura di 6,61 metri (vento + 0,3 m/s). Nel lungo femminile, spicca il risultato di Giada Bilanzola (Gran Sasso Teramo), atterrata a 5,62 metri (vento nullo), a otto centimetri dal primato personale.

Nonostante l’assenza di avversarie di pari livello, Gaia Sabbatini (Gran Sasso Teramo) ha nobilitato la gara degli 800, avvicinando di 27 centesimi il suo primato personale con i tempo di 2’12”36. La talentuosa atleta teramana ha corso da sola contro il cronometro. La seconda classificata, Isabella Di Lorenzo (ASA Ascoli), 2’26”94. Sui 100 donne (vento + 0,5 m/s), Alessia Tirnetta (Atletica Nettuno) 12”20. A livello giovanile under 16, emerge la prestazione di Angela Di Fabio (Tethys Chieti) sui 3000 metri di marcia Cadette, chiusi nel tempo di 14’59”52. Nel peso Cadette (Kg 3), Ludovica Montanaro (Mennea Atletica Chieti) 11,98 metri.

Dal meeting nazionale Trofeo 9,14 di Osimo, in provincia di Ancona, arrivano due ottimi risultati tecnici. I 400 ostacoli femminili sono stati vinti dall’Allieva primo anno Greta Zuccarini (Aterno Pescara) con il tempo di 1’03”44, che fa segnare un progresso di oltre un secondo rispetto al suo precedente primato personale di 1’04”46 e si colloca decima nella graduatoria italiana stagionale di categoria. Sui 100 ostacoli, quarto posto di Bianca Canaletti (Gran Sasso Teramo) con 14”58 (in batteria 14”41). Primo posto di Giulia Tessaro (Fiamme Oro) con 13”81.

Al meeting nazionale giovanile Trofeo Bravin di Roma, in evidenza  Davide Di Cesare (Serafini Sulmona), quinto sui 400 Allievi con 51”74 al primato personale migliorato di oltre quattro decimi. Nel giavellotto Allievi (grammi 700), primo posto di Bryan Di Lorenzo (Serafini Sulmona) con 45,94 metri. Ludovica Di Cesare (Serafini Sulmona) sesta sui 300 Cadette con 43”94, 11^ sugli 80 metri con 10”62.  

Lo Stadio Angelini di Chieti ospitava il recupero dei Campionati Italiani Juniores di Prove Multiple maschili, sospesi per maltempo il 28-29 maggio a Lana, in provincia di Bolzano. Il titolo del decathlon Juniores è stato vinto da Marco Leone (Atletica Lecco Colombo) con punti 6.958. La prestazione migliore sui 110 ostacoli con il tempo di 14”73. Presente anche Mattia Zuccarini (GSD Atletica Chieti), undicesimo con punti 5.105. La migliore prova sui 100, con 11”91.

 



Condividi con
Seguici su: