Schönlebe-Maslak: sfida epocale

05 Marzo 2015

Agli Europei Indoor di Praga il quattrocentista ceco Pavel Maslak potrebbe andare all'attacco del 45.05 del primato europeo del tedesco Thomas Schönlebe che resiste dal 1988


 

di Giorgio Cimbrico

Gli imbattibili record del dottor BellaViva tengono da 27 e da quasi 28 anni, sono una delle estreme testimonianze della Ddr, scomparsa nei flutti del tempo e tra le macerie di un Muro, e anche i segni lasciati dall’ultimo grande quattrocentista europeo, titolare dei record continentali indoor e all’aperto. In questi giorni praghesi uno di questi antichi limiti sarà minacciato da un rapato giovanotto della Moravia che sulla schiena porta tatuato un enorme pipistrello, proprio come il serial killer del Silenzio degli Innocenti. Tutto questo serve a confezionare la sfida a distanza (epocale più che temporale) tra il sassone Thomas Schönlebe (BellaViva, BellaVita) e il ceko Pavel Maslak.

Contro il record all’aperto di Thomas, il 44”33 che gli permise di diventare campione del mondo all’Olimpico di Roma nel 1987, lanciarono una lunga crociata gli specialisti britannici del quarto di miglio: scorrere le euroliste all time significa rinvenire, alle spalle di Schönlebe, 44”36 del gallese Iwan Thomas, 44”37 di Roger Black, 44”37 di Mark Richardson, 44”47 di David Grindley. In mezzo a questo quartetto di “capitani coraggiosi” sono riusciti a infilarsi e a trovar posto il belga Jonathan Borlée, 44”43, e il francese Leslie Djhone, 44”46.

Sotto un tetto, Schönlebe, che in estate toccherà il traguardo dei 50 anni, toccò il suo vertice il 9 febbraio 1988 a Sindelfingen, 45”05, un tempo che, oltre al trono continentale, gli assegna ancora l’ottavo posto nella lista di sempre, una posizione assai più nobile di quella all’aria aperta: il miglior europeo della storia, lui, è solo 35°, preceduto nella breve sublista dei non neri da Jeremy Wariner, 43”45, da Alberto Juantorena, 44”26, e dal messicano Alejandro Cardenas, 44”31.

Maslak , che ha appena compiuto 24 anni, ha nell’albo d’oro personale il titolo europeo 2012 a Helsinki, l’oro degli Euroindoor di due anni fa a Goteborg e quello mondiale di giusto un anno fa all’Ergo Arena di Sopot, esattamente divisa tra la municipalità di Danzica e quella della città che ha il ruolo di Rimini del Baltico. Travolse la concorrenza e chiuse in 45”24, esibendo quelle mezze maniche che finiscono all’avambraccio e che ricordano Rita Hayworth in Gilda: ovviamente Pavel non è bello come la bomba rossa che eccitò il pubblico maschile degli anni Cinquanta.

Quest’anno è sceso subito sotto i 46” (45”80 e 45”82), ha dominato i campionati nazionali arrivando negli immediati pressi della sua migliore prestazione (45”27) ed è schizzato in testa alla lista mondiale davanti a un pattuglia formata da americani, da un grenadino, da un trinidadegno e da un qatariano. L’europeo che gli sta più vicino è un suo connazionale, Jan Tesar, che con 46”21 dista l’abisso di un secondo. Pavel corre in casa, con presumibile caldo tifo, elementi che possono essergli per colmare quei due decimi che gli mancano il tempo che Schönlebe fissò quando lui non era ancora nato.

PRAGA 2015: GLI EUROPEI INDOOR IN TV
giovedì 5 marzo
RaiSport 2: diretta ore 16:15-18:45 (replica ore 00:30-02:45)
Eurosport 2HD/Eurosport 2: diretta ore 16:30-19:00

venerdì 6 marzo
RaiSport 2: diretta ore 9:35-13:55 - 15:50-19:05 (replica ore 21:40-01:05, replica ore 7:00-9:50 sabato 7 marzo)
Eurosport 2HD/Eurosport 2: diretta ore 9:45-14:15 - 16:00-19:00

sabato 7 marzo
RaiSport 2: diretta ore 9:50:12:00 - 16:20-20:15 (replica ore 2:30-6.00 domenica 8 marzo)
Eurosport 2HD/Eurosport 2: diretta ore 10:00-12:30 - 16:30-20:00

domenica 8 marzo
RaiSport 2: diretta ore 13:00-18:20 (replica 01:45-04:00 lunedì 9 marzo)
Eurosport 2HD/Eurosport 2: diretta ore 11:30-18:00

DIRETTA STREAMING: www.eurovisionsports.tv/ea/index.html

ISCRITTI/Entries

ORARIO/Timetable

TUTTE LE NOTIZIE/News



Condividi con
Seguici su: