San Geminiano, Weissteiner sul podio

01 Febbraio 2016

Koech e Wanjiku si aggiudicano la Corrida modenese. Terza l’atleta della Forestale, quarti Marco Salami e Veronica Inglese. Folla di runners a Roma per la Corsa di Miguel.


 

Doppietta keniana a Modena per la 42esima Corrida di San Geminiano. Anche quest’anno la tradizionale corsa su strada, organizzata da La Fratellanza 1874, è stata una festa per oltre 4000 runners tra la prova internazionale di 13,350 km e la non competitiva. La gara maschile ha visto la vittoria in 38:56 del keniano Joash Koech (Atl. Potenza Picena) che proprio negli ultimi 200 metri, di fronte alla tribuna gremita del parco Novi Sad, ha staccato il connazionale Rodgers Maiyo (39:00): i due, assieme a Simon Muthoni (terzo al traguardo in 39:22), hanno formato il terzetto che ha gestito la testa della corsa, e solo i due chilometri finali sono stati quelli decisivi. Sfida tra italiani alle loro spalle: Marco Salami (Esercito) con una lunga volata si piazza quarto assoluto in 39:58 e precede Giammarco Buttazzo (Atl. Casone Noceto), 40:02. Entrambi per i primi cinquemila metri (passati in 14:40) sono rimasti con i keniani, poi al primo cavalcavia di Cognento si sono lasciati sfilare, impostando un passo attorno ai tre minuti al km. Al femminile Mary Wanjiku (44:05) sul rettilineo conclusivo ha regolato l’altra keniana Viola Jelagat (Run2gether), 44:08. Durante la gara, si sono scambiate più volte il ruolo di prima italiana Silvia Weissteiner (Forestale) e Veronica Inglese (Esercito) che ha dominato per i primi otto chilometri, poi l’altoatesina è tornata sotto per distanziarla. Sul traguardo la Weissteiner ha chiuso in terza posizione con il tempo di 45:15, seguita dalla Inglese a quindici secondi (45:30). (da comunicato stampa organizzatori)

GALLIPOLI - Nell’ottava edizione della Maratonina dello Jonio, disputata tra il centro di Gallipoli (LE), il lungomare e le strade provinciali del litorale, vittoria per Rudy Magagnoli (Atl. Reggio) in 1h14:21 davanti a Allul Sakine (Pod. Taras/1h16:14) e Santino Zaminga (Gymnasium San Pancrazio/1h16:29). Tra le donne, nella gara organizzata dall’Atletica Gallipoli, si è imposta la 25enne Sara Grasso (Podistica Parabita) con 1h30:03, su Daniela Tropiano (Atl. Monopoli/1h35:08) e Barbara Legittimo (Club Correre Galatina/1h36:14).

IN TANTI PER MIGUEL - Si è svolta a Roma la 17esima edizione de La Corsa di Miguel, la corsa podistica organizzata dal Club Atletico Centrale e dall’Uisp per ricordare il poeta-maratoneta argentino Miguel Benancio Sanchez, uno degli oltre 30.000 desaparecidos. All’interno dello Stadio Olimpico, aperto per la prima volta alla manifestazione, sono arrivati in 4712 (3626 uomini e 1086 donne) alla gara competitiva (800 in più rispetto allo scorso anno) e oltre 3500 tra la non competitiva e la Strantirazzismo di 4 chilometri, per un totale di oltre 8000 partecipanti. Il dato della prova competitiva è il più alto fatto registrare nella storia della corsa, con centinaia di studenti, famiglie e neofiti insieme ai runners assidui provenienti da molte regioni italiane e di tante nazionalità differenti. Il percorso, cambiato pochi giorni prima della gara, è stato accorciato e quindi non si è corso sulla classica distanza dei 10 chilometri. In campo maschile successo di Daniele D’Onofrio (Nuova Atl. Isernia) in 24:13, secondo posto per il siepista Yuri Floriani (Fiamme Gialle/24:22), terzo con lo stesso tempo Delian Dimko Stateff (Lazio Atl. Leggera). Nella gara femminile invece Laila Soufyane (Esercito) ha concesso il bis vincendo per il secondo anno consecutivo (31:06) davanti a Nadia Ejjafini (Esercito), alla sua prima uscita agonistica dopo la maternità, che ha chiuso in 32:20. Terzo posto di Anna Alberti (Canottieri Aniene), vice campionessa mondiale di canoa nel K2, in 32:47. E’ stata anche la corsa dei ragazzi autistici del Progetto Filippide, presenti in massa con i loro accompagnatori, la corsa dei podisti che vincono le gare in giro per il mondo, Giorgio Calcaterra, così come di Laura Coccia, ex atleta paralimpica, oggi deputata alla Camera, che è tornata ad indossare le scarpe da running per La Corsa di Miguel. (da comunicato stampa organizzatori)

SEGUICI SU: Twitter: @atleticaitalia | Facebook: www.facebook.com/fidal.it



Condividi con
Seguici su: