Salvatore Angelozzi campione italiano nel triplo Cadetti



Nella prima giornata degli Italiani Cadetti, a Sulmona, l'atleta teramano atterra a 14,05 metri, con il nuovo record regionale under 16. Zoe Pretara ottava sui 2000 metri. Tre atleti abruzzesi in finale 1°-8° posto: Greta Zuccarini e Leonardo Puca


 

La prima giornata dei Campionati Italiani Cadetti (Under 16), in corso a Sulmona sulla pista dello stadio Nicola Serafini, ha riservato all’Abruzzo la soddisfazione del titolo italiano vinto da Salvatore Angelozzi nel salto triplo con la misura di 14,05 metri, che corrisponde anche al nuovo record regionale di categoria e quattordicesima prestazione italiana under 16 di tutti i tempi. Il precedente primato era stato stabilito solo tre settimane fa dallo stesso atleta con 13,84,  a Campobasso. Nonostante lo svolgimento delle gare sia stato tormentato dalla pioggia, caduta quasi ininterrottamente dalla mattina con conseguenti disagi subiti soprattutto dagli atleti impegnati nei concorsi, dove le pedane erano allagate e rese scivolose, non sono mancati risultati tecnicamente rilevanti. Tra questi, c’è quello di Angelozzi (Atletica Gran Sasso Teramo), talento teramano di 15 anni, alto 1,90, scoperto e allenato dal professor Claudio Mazzaufo che, nelle difficoltà climatiche e dopo che il veneto Alessandro Amadio era riuscito a piazzare un sorprendente 13,94 metri al primo turno di salti, ha trovato le energie nervose per conquistare la vittoria all’ultimo salto di finale. Gara avvincente, quella del triplo maschile, dagli elevati contenuti agonistici, nella quale Angelozzi ha infilato la migliore serie di salti della sua giovanissima carriera: 13,83, 13,89, 13,78, 13,09, 13,44 e 14,05, con il quale ha superato Alessandro Amadio, miglioratosi a sua volta di ben 90 centimetri. Al terzo posto un altro veneto, Alessandro Pagan, con 13,65 metri. Nella stessa specialità era molto attesa la campionessa italiana in carica Valeria Latino (Atletica Gran Sasso Teramo) che, però, non è riuscita a fare il bis. Vantava la migliore prestazione stagionale con 11,77 metri, ma si è dovuta accontentare del quinto posto con la misura di 11,30 metri. La gara è stata vinta da Alice Rodiani (Lombardia) con 11,80 metri.  

Per il resto, le note liete per gli atleti abruzzesi arrivano dall’ottavo posto di Zoe Pretara (Mennea Atletica Chieti) sui 2000 metri, con il tempo di 6’46”35, nella gara vinta dall’inarrivabile Nadia Battocletti (Atletica Valle di Non Trentino) con 6’26”71, e dalla conquista della finale da parte di tre atleti. Sui 300 metri ostacoli, la pescarese Greta Zuccarini (Hadria Pescara) si è qualificata con il miglior tempo, 44”73, e con l’impressione di essere la favorita numero uno per il titolo. Sempre sui 300 ostacoli, bene anche Leonardo Puca (Atletica L’Aquila), primo in batteria con 40”84 e secondo tempo di qualificazione. Sui 300 piani qualificazione in porto, nella finale dei migliori, anche per Francesco Spoltore (Nuova Atletica Lanciano), secondo in batteria con 37”22. Chiara D’Alessandro (Mennea Atletica Chieti) ha conquistato l’accesso alla finale dal 9° al 16° posto dei 300 metri, sesta in batteria con 43”65. Nell’esathlon, che si conclude oggi, Davide Castelli (Atletica Gran Sasso Teramo) occupa l’ottava posizione provvisoria dopo tre gare, con 1.898 punti. Sui 100 ostacoli 15”45, 1,59 di alto, 30,30 metri nel giavellotto.  

Nello sprint, spicca la seconda prestazione italiana under 16 di tutti i tempi sugli 80 metri, vinti dal trentino Lorenzo Paissan con 8”97 (vento - 0,2 m/s). Nella gara femminile, vinta da Eleonora Alberti (Lombardia) con 10”06, positivo settimo posto nella finale 9°-16° posto di Federica Fazio (Hadria Pescara) con 10”67.

Altre emozioni della giornata sono arrivate dalla gara di salto con l’asta maschile, durata ben otto ore a causa delle ripetute interruzioni per la pioggia. Vittoria di Pierre Ahoua (Lombardia) con l’eccellente misura di 4,30 metri, secondo Luca Semeraro (Puglia) 4,20.  Oggi si concludono i Campionati Italiani, con le ultime gare, le staffette 4 x 100, previste alle 12.40.  



Condividi con
Seguici su: