Salti in elevazione - Classifica

Classifica dei Salti in elevazione

L'atleta Rossi sbaglia la misura 1,87 al primo tentativo e, rinunciando alle due ulteriori prove a sua disposizione,  decide di provare direttamente la misura di 1,90, che supera alla prima prova; quindi conclude la sua gara con 3 nulli alla misura successiva. Nel redigere la classifica finale, all'atleta Rossi sarà assegnata la misura 1,90 ma ottenuta alla 1^ o alla 2^ prova? In pratica, si privilegia il concetto che l'atleta Rossi ha superato la misura 1,90 alla prima prova, senza che abbia rilevanza che avesse a disposizione, per quella misura, solo due prove, o prevale il concetto che quella fosse la sua seconda prova disponibile?     

 

Risposta

          In analogia alla Regola 181.8(a) “Verrà assegnato il miglior piazzamento al concorrente con il minor numero di salti all’ultima misura superata” si deve tener conto unicamente del numero delle prove effettuate all’ultima misura superata, senza rilevanza alcuna sul numero dei tentativi a disposizione dell’atleta a quella misura.



Condividi con
Seguici su:

Pagine correlate