Salti abruzzesi Cadetti in primo piano

03 Marzo 2019

Al meeting nazionale "Ai Confini delle Marche", ad Ancona, Ilaria Monaco 11,22 nel triplo, Kathelyn Marziale 5,18 nel lungo. Donatelli 23"61 sui 200 


 

Sono stati numerosi i primati personali degli atleti abruzzesi impegnati domenica 3 marzo al meeting nazionale indoor under 16 (Cadetti) Trofeo “Ai Confini delle Marche”, svoltosi ad Ancona e riservato alle rappresentative regionali di categoria. Le gare dei salti in estensione femminili hanno caratterizzato tecnicamente i migliori risultati individuali della rappresentativa abruzzese. Nel triplo, la pescarese Ilaria Monaco (Aterno Pescara) ha chiuso il suo hop-step-jump alla misura di 11,22 metri, con un progresso di dodici centimetri rispetto al precedente primato personale. Si è classificata terza dietro Claudia Tessitore (Lazio), vincitrice con 11,74, e Francesca Cuccù (Marche) 11,71. Nel lungo, l’avezzanese Kathelyn Marziale (USA Avezzano) è atterrata a 5,18 metri, classificandosi quarta con una misura che non si vedeva da tempo a livello Cadette in Abruzzo. Per lei c’è stato un importante progresso di 20 centimetri rispetto al suo personale. Ha vinto la gara Matilde Guarino (Assi Giglio Rosso Firenze) con 5,48. A livello maschile, spicca il miglior risultato abruzzese come piazzamento: il secondo posto nel getto del peso (Kg 4) del teatino Vincenzo Natale (Mennea Atletica Chieti) con la misura di 12,22 metri, con un progresso di quasi due metri rispetto alla sua migliore prestazione personale. La gara è stata vinta da Kevin Plegnon Yepe (Assi Giglio Rosso Firenze) con l’eccellente misura di 15,39 metri. Sui 200 metri c’è stato l’esordio stagionale, dopo un’assenza di quattro mesi dall’agonismo in seguito a un infortunio, del quotato velocista pescarese Giammarco Donatelli (Aterno Pescara), che ha stampato un incoraggiante 23”61 (primato personale indoor), classificandosi terzo dietro il laziale Jacopo Capasso, 23”25, e il pugliese Gabriele Contursi, 23”29. Sempre nella velocità, da sottolineare anche la significativa crescita tecnica della lancianese Francesca Orfeo (Nuova Atletica Lanciano), 26”85 sui 200, settima. Primati personali di spessore sono stati stabiliti anche nel salto in alto maschile, con Mattia Scattolini (Atletica Teramo) terzo con la misura di 1,71; sui 60 ostacoli maschili (altezza cm 84), dove Alessandro Langella (Mennea Atletica Chieti) ha corso in 8”86, quinto classificato; nelle prove multiple femminili, nelle quali Sofia Camerano (Aterno Pescara) ha totalizzato 2.501 punti che l’hanno piazzata quarta nel tetrathlon. Brillanti le prove parziali sui 60 ostacoli, con 9”33, e nell’alto con 1,50. Sui 600 metri, quarto Riccardo Di Lizio (Runners Ripa) con 1’31”66. Altri risultati. Cadette. Peso (Kg 3): 4^ Gaia Cavallo (Mennea Atletica Chieti) 9,94. 4 x 200: 6° Abruzzo (Nocita, Mambella, Rocila, Orfeo) 1’50”18.  Abruzzo sesto nella classifica combinata a squadre, davanti a Umbria, Trentino e Molise. Primo posto del Lazio.



Condividi con
Seguici su:

Pagine correlate