Sabato a Osimo il Trofeo Marche 9,14




 

Torna anche quest’anno ad Osimo (AN) il “Trofeo Marche 9,14”. L’evento che, sin dalla prima edizione del 1978, sempre sotto la regia del prof. Gino Falcetta, è dedicato alle corse ad ostacoli e prende il nome dalla distanza (che è proprio di 9,14 metri) tra le barriere dei 110 hs. Sabato 27 giugno, grazie all’organizzazione dell’Atletica Osimo presieduta da Adriano Malatini, andrà in scena la settima edizione sul bell’impianto di via Vescovara. E’ annunciata la presenza di ben 11 campioni italiani 2009 nelle varie categorie, di cui cinque marchigiani. Sui 110 hs assoluti immancabile il vincitore delle ultime due edizioni Emiliano Pizzoli (Carabinieri), primatista italiano dei 60 hs, undici volte campione italiano e terzo di sempre in Italia sui 110 hs. Dovrà vedersela, tra gli altri, con il finanziere Stefano Tedesco, più volte campione italiano nelle categorie juniores e promesse, nonché detentore della terza prestazione italiana juniores sui 60 hs, in sfida diretta con il carabiniere marchigiano John Mark Nalocca, reduce dal tricolore promesse. Insieme a loro anche Stefano Petrolli (Fiamme Gialle), Nicola Comencini (Atl. Cento Torri Pavia) e Sergio Castronovo (Libertas Catania). Nella categoria juniores, su tutti Giovanni Mantovani (Sport Atl. Fermo) che, dopo il titolo indoor sui 60 hs ad Ancona, ha fatto il bis all’aperto a Rieti sui 110 hs. L’atleta fermano ha la seconda prestazione italiana all-time e potrebbe tentare di battere il primato di categoria, che appartiene proprio a Nalocca. Tra gli allievi, ai nastri di partenza il capolista stagionale Ivan Mach di Palmstein, dell’Atletica Libertas Runners Livorno, campione italiano allievi dei 60 hs (distanza su cui ha stabilito quest’anno la miglior prestazione italiana con 7”91) e dei 110 hs, dove ha ottenuto 13”91, sesta prestazione all-time di categoria e nettamente inferiore al primato del Trofeo; sarà della partita anche il secondo delle graduatorie 2009, Stefano Espa dell’Esperia Cagliari.   

La gara dei 100 hs si presenta come di consueto ad alto livello, con Veronica Borsi, primatista italiana allieve, Sara Balduchelli, Silvia Franzon, Alessandra Arienti, tutte vincitrici di titoli italiani nelle diverse categorie. In attesa di conferma Marzia Caravelli, che ha un personale di 13”41. Tra le juniores, presente tutto il podio dei recenti Tricolori di Rieti, con la campionessa italiana Alessandra Feudatari (Atletica Interflumina) e inoltre la seconda e la terza, cioè la sambenedettese Enrica Cipolloni (Tecno Adriatletica Marche), vincitrice nel week-end del titolo italiano jr di eptathlon, e l’altra marchigiana Daniela Spadoni (Cus Urbino). Nei 400 hs correranno il primatista del meeting, Leonardo Capotosti, poi Federico Rubeca, Claudio Citterio e Andrea Gallina, vincitore del titolo italiano promesse che a fine maggio si è laureato anche campione italiano universitario; ma tutti dovranno vedersela con il cubano Aramis Diaz Martinez, autore quest’anno di 51”03. In evidenza tra gli allievi Lorenzo Veroli dell’Atletica Montecassiano, campione italiano indoor sui 400 piani, vincitore della gara al Brixia Meeting con un ottimo 52”70, tempo che lo inserisce al sesto posto all-time di categoria e gli consente di partecipare ai prossimi Campionati Mondiali allievi di Bressanone. In campo femminile la vincitrice della scorsa edizione Marta Oliva tenterà di fare il bis contro Anna Guerrera, Zoe Anello ed altre forti atlete.

La giornata degli ostacoli e della velocità comincerà al mattino con la disputa del 5° Meeting Giovanile “Città di Osimo”, in cui molti giovanissimi atleti ed atlete, delle categorie ragazzi e cadetti, si cimenteranno nel Grand Prix velocità-ostacoli, una originale e stimolante formula, che prevede prima la gara sulle barriere e poi quella sulla distanza piana; la somma dei due tempi darà il vincitore e la vincitrice della speciale combinata.

Nelle gare extra dei 100 metri, infine, è annunciata la presenza, tra gli altri, del sangiorgese Luca Verdecchia (Fiamme Oro) e di Martina Giovanetti (Forestale). Sprint dove, quest’anno, saranno in gara anche i migliori atleti master italiani, che hanno conquistato medaglie in tutte le più importanti manifestazioni internazionali e stabilito anche primati mondiali di categoria. Ospite d’onore il campione del mondo di Siviglia 1999 e primatista italiano sui 400 hs Fabrizio Mori.

Alla conferenza stampa di presentazione, che si è tenuta nella sala Vivarini del Comune di Osimo, era presente Lorenzo Veroli e con lui il saltatore in alto Gianmarco Tamberi, autore nel fine settimana del primato personale con 2.06, trascinando l’Atletica Osimo alla vittoria nella finale nazionale A3 allievi: sia Veroli che Tamberi sono in partenza per i Mondiali allievi di Bressanone.

L’appuntamento con il “Trofeo Marche 9,14” è dunque per sabato 27 giugno e le iscrizioni per gli atleti si chiuderanno giovedì.


Nella foto, il marchigiano John Mark Nalocca, campione italiano promesse sui 110 ostacoli (Giancarlo Colombo per Omega/Fidal)



Condividi con
Seguici su: