Sabato a Glasgow esordio della nazionale




 
Partirà domani mattina da Roma e da Milano la squadra azzurra che prenderà parte, sabato a Glasgow (Gran Bretagna) all'incontro internazionale indoor con le rappresentative di Gran Bretagna, Svezia, Russia e Francia. Sarà l'esordio stagionale per molti azzurri, ma sarà anche la "prima" per il nuovo Direttore tecnico, Nicola Silvaggi. Stella della formazione italiana è senz'altro Magdelin Martinez, la triplista bronzo mondiale a Parigi 2003, che nella città scozzese si cimenterà nel lungo, specialità fino ad oggi non particolarmente a lei congeniale, ma nella quale la vedremo piuttosto di frequente nel corso della stagione. Spazio nei 60 metri anche per Luca Verdecchia, lo sprinter marchigiano sceso la scorsa settimana prima 6.59 (a Rieti) e poi a 6.61 a Modena. Il suo compagno di allenamento - sotto la guida di Bonomi - Simone Collio, già finalista mondiale a Budapest lo scorso anno, ha ricevuto una deroga speciale dal DT Silvaggi (stante la non convocazione per Glasgow), e sarà in gara alla Sparkassen Cup di Stoccarda, sempre sui 60 metri. Il duello a distanza tra i due velocisti azzurri potrebbe regalare piacevoli sorprese cronometriche. Contro Verdecchia, a Glasgow, correrà anche il campione del mondo indoor, il britannico Jason Gardner, all'esordio stagionale. Nell'alto maschile vestirà l'azzurro Alessandro Talotti, che troverà in pedana un'altra delle stelle della riunione, il campione olimpico Stefan Holm. In campo femminile, la Kelvin Hall di Glasgow certamente si scalderà per l'idolo di casa, la duplice campionessa olimpica di Atene Kelly Homes, che correrà i 1500 metri (evitando tra l'altro il confronto sugli 800 con la russa Czhao, scesa addirittura a 1:57.53 domenica scorsa a Mosca).
Nella foto in alto, Luca Verdecchia; in basso, Alessandro Talotti. (Omega/FIDAL)

File allegati:
- START LISTS COMPLETE (al 27 gennaio)
- Programma orario



Condividi con
Seguici su: