SABATO DA RECORD AL PALAINDOOR




 

E record fu. Col bis. Partenza lanciata per la prima giornata del secondo week-end di atletica nazionale al Palaindoor di Ancona. Entrambi Allievi ed inarrestabili i protagonisti annunciati dei 60 hs, ovvero Giovanni Mantovani (Sport Atletica Fermo) e Nicola Lucchi Casadei (Atl. Endas Cesena). La prima velocissima stoccata in pista è stata quella del fermano che, in batteria, non ci pensava due volte ad autografare la migliore prestazione italiana di sempre, fermando il cronometro a 8.09. Un centesimo in meno del precedente record del sardo Andrea Saba. Dietro di lui, in 8.11, Lucchi Casadei che, in finale, però, si prendeva prontamente la rivincita, bruciando in 8.02 il fresco primato di Mantovani che, alle sue spalle, si confermava, comunque, a 8.09. 

In crescendo anche l'ostacolista junior Mark Nalocca (Collection Atl. Sambenedettese) che, ad una settimana di distanza, supera di nuovo se stesso e il già suo primato regionale di categoria, ritoccato a 8.21 

Nella stessa specialità, a livello assoluto, bella sfida a due tra Giorgio Berdini (Aeronautica) ed Emiliano Pizzoli (CS Carabinieri) con il sangiorgese che si imponeva in finale con il tempo di 7.92 (Pizzoli - 7.97). 

Da segnalare anche il nuovo personal best time sui 200 m dello junior Alessandro Berdini (Atl. Avis Macerata), che con 22.02 ha limato di 24 centesimi il suo precedente miglior risultato indoor nella specialità, avvicinando il primato regionale, 21.98, stabilito il 6 febbraio del 1997 da un altro portacolori storico della velocità avisina, Alessandro Attene. A livello femminile, successo nel giro di pista, per Valentina Boffelli (GS Forestale – 25.53) sull’allieva Lara Corradini (Sacen Corridonia – 25.65) e sulla junior Erica Marziani (Jaky-Tech Apuana – 25.97).       

2:12.81, invece, il crono vincente della promessa Donata Piangerelli (Sport Atl. Fermo) che ha dimostrato senz’altro di avere delle ottime carte da giocarsi negli 800 m. Tra gli uomini, primo in 1:53.93 Pietro Pelusi (Atl. Vomano), davanti a Lorenzo Baldi (Sport Club Catania – 1:53.98). Tra gli juniores, invece, vittoria del campione italiano 2006 Giovanni Bellino (CUS Bari – 1:55.24) sull’osimano Giuseppe Lomartire (Sport Atl. Fermo) che ha concluso la sua gara in 1:56.51.     

Nel lungo maschile, imbattibile il salto di Francesco Agresti (Fiamme Oro) che con la misura di 7,57 m ha ritoccato di qualche centimetro il suo personale stabilito sette giorni fa proprio ad Ancona. Dietro di lui, l’anconetano Roberto Borromei, in forza all’Atletica Vomano, secondo con 7,42 m. Bene anche lo junior dell’Atletica TreValli Ancona Luca Marsigliani che, atterrando a 7,22 m, è arrivato ad appena 8 centimetri dal primato regionale assoluto indoor.  

E domani sarà di nuovo grande atletica al Palaindoor. Da non perdere la gara dei 500 m, in cui le due campionesse marchigiane dei 400 m, la primatista italiana assoluta Daniela Reina (Fiamme Azzurre) e l’allieva Chiara Natali (Atl. Elpidiense Avis-Aido) andranno all’attacco delle migliori prestazioni italiane delle rispettive categorie.

Condividi con
Seguici su: