Rubino sesto sui 3000 di Bosworth

25 Febbraio 2018

A Glasgow il ventista romano delle Fiamme Gialle chiude la gara indoor in 11:38.25, world best per il britannico al traguardo in 10:30.20


 

Passerella sotto il tetto per il ventista Giorgio Rubino. Il bronzo mondiale 2009 oggi ha preso parte al Muller Indoor Grand Prix di Glasgow, tappa conclusiva dello IAAF World Indoor Tour 2018. L'azzurro, reduce da tre settimane di raduno in altura ad Albuquerque (Nuovo Messico), si è messo alla prova in un quasi inedito 3000 di marcia al coperto che l'ha portato a chiudere in sesta posizione nel tempo di 11:38.25. Un crono nettamente inferiore anche al primato personale (12:03.70 nel 2009) che il 31enne romano delle Fiamme Gialle vanta sulla stessa distanza all'aperto. "Fino a tre giorni fa - le parole dell'azzurro - ero dall'altra parte del mondo e dopo un viaggio del genere non potevo chiedere di più a me stesso. E' stata una fantastica esperienza e mi sarebbe dispiaciuto non esserci. L'atmosfera delle gare indoor è veramente coinvolgente. Ci vediamo il 4 marzo a Roma per i Campionati Italiani della 20km". A prendersi la scena è stato però il britannico Tom Bosworth che, dopo il record mondiale del miglio (5:31.08), si impossessa anche della migliore prestazione di sempre sui 3000 in sala vincendo in 10:30.28 (passaggi: 1000m/3:31.54 - 2000m: 7:03.49) sul connazionale Callum Wilkinson (10:52.77) e sul lituano Marius Ziukas (10:56.30).

Nei 3000 metri di corsa, vinti dal keniano Justus Soget in 7:39.09 sullo statunitense Paul Chelimo 7:39.10, nono posto e primato personale per il bicampione italiano under 23 indoor Ossama Meslek (Atl. Vicentina) 7:58.82.

a.g.

SEGUICI SU: Instagram @atleticaitaliana | Twitter @atleticaitalia | Facebook www.facebook.com/fidal.it

File allegati:
- RISULTATI/Results


Condividi con
Seguici su:

Pagine correlate

 RUBINO GIORGIO