Rocco Caruso argento nel peso Promesse agli Italiani Indoor



L'atleta della Gran Sasso Teramo secondo con la misura di 15,09. Leonardo Baldacchini 4° sui 5000 di marcia Promesse, Ludovica Clementini 5^ sui 60 Juniores, Riccardo Falasca (nella foto) 6° sui 60 ostacoli Juniores

 


 

                                                                                                 

Si sono disputati nelle giornate di sabato e domenica scorsi, ad Ancona, i Campionati Italiani Indoor  Juniores (Under 20) e Promesse (Under 23), dove erano impegnati quattordici atleti abruzzesi, che avevano acquisito il diritto di partecipazione. L’unica medaglia è arrivata da Rocco Caruso (Atletica Gran Sasso Teramo) nel getto del peso Promesse, dove si è classificato secondo con la misura di 15,09 metri, dietro l’inarrivabile Lorenzo Del Gatto (Team Atletica Marche), 16,58. Per Caruso si tratta di una buona prestazione tecnica, non lontana dal suo primato personale di 15,67 metri. Il portacolori dell’Atletica Gran Sasso ha conseguito la sua migliore misura al secondo turno di lanci. Ai piedi del podio Leonardo Baldacchini (Atletica Vomano) nella gara di marcia dei 5000 metri Promesse. Il non ancora ventenne marciatore teatino ha disputato un’ottima gara, pur gravato da due proposte di squalifica per sbloccaggio del ginocchio. Ha stabilito il nuovo primato personale indoor con il tempo di 23’07”81, che migliora il precedente di 23’30”49, risalente alla stagione scorsa. Baldacchini detiene un primato personale assoluto, sui 5000 metri, di 22’02”17, conseguito all’aperto nella stagione 2013. La gara è stata vinta dal quotato Vito Minei (Fiamme Oro Padova), speranza della marcia italiana, che ha dominato in 20’18”88. Preceduti al secondo e terzo posto, rispettivamente, Marco Amati (Enterprise Sport & Service Benevento), 21’22”, e Daniele Todisco (Geas Atletica Milano), 21’29”84. 

C’era molta curiosità nel vedere all’opera la promettente velocista aquilana Ludovica Clementini (Atletica L’Aquila), al rientro alle gare dopo un’assenza di sei mesi per infortunio. Ebbene, le attese sono state soddisfatte, per il piazzamento finale, quinta, ma soprattutto per la prestazione tecnica. Anzi, il rammarico è che la Clementini sia riuscita a dare il meglio di sé in batteria, dove si è qualificata con il miglior tempo, 7”71 (primato personale migliorato 17 centesimi di secondo) che, se ripetuto in finale, le avrebbe consentito di agguantare addirittura la medaglia d’oro o, quantomeno, di entrare in zona medaglia. Infatti, dopo essersi qualificata in semifinale con 7”78, seconda in batteria, la non ancora 18enne sprinter aquilana in finale ha fatto segnare 7”77, piazzandosi quinta. A non consentirgli di ripetersi nei successivi impegni è stato l’evidente ritardo di condizione fisica. La vittoria, in una gara molto incerta, è stata conquistata da Chiara Torrisi (CUS Palermo) con 7”71, seconda Daniela Tassani (Bracco Atletica Milano) 7”73, terza Leonice Germini (Atletica Reggio Emilia) 7”73.       

Un altro risultato di rilievo è stato messo a segno dal teatino Riccardo Falasca (Mennea Atletica Chieti) sui 60 ostacoli Juniores (altezza 1 metro). All’esordio di categoria, si è classificato sesto in finale con il niovo primato personale di 8”30, dopo aver vinto la sua batteria con 8”44 ed essersi piazzato 2° in semifinale con 8”33. Vittoria di Leonardo Bizzoni (Cariri Rieti) con 8”05.

Nel mezzofondo, da segnalare il sesto posto sui 3000 Promesse del sangrino Daniele D’Onofrio, da quest’anno tesserato con la Nuova Atletica Isernia. Ha disputato una gara d’attacco, facendo l’andatura con il vincitore, Yassine Rachic (Cento Torri Pavia), per poi scivolare indietro negli ultimi mille metri. D’Onofrio ha chiuso la gara in 8’26”45. Rachic ha vinto in 8’14”33.   

Altri risultati abruzzesi. Uomini. 1500 Juniores: 10° Marco Macchia (Atletica Vomano) 4’03”48. 60 metri: 5° in batteria (18° in classifica generale) Umberto Tammaro (U.S. Aterno Pescara) 7”20. 200 Juniores: 2° in batteria (10° in classifica generale) Matteo Coia (U.S. Aterno Pescara) 22”64. Lungo Promesse: 10° Matias Gualtieri (CUS Torino) 6,85. 4 x 200 Juniores: 10^ Aterno Pescara (Tammaro, Coia, Palma, Ricciardi) 1’33”68. Asta Promesse: 8° Matteo Flemac (Atletica Vomano) 4,40. Donne. 400 Juniores: 5^ in batteria (17^ in classifica generale) Martina Sciarretta (U.S. Aterno Pescara) 59”61.

                                                                                                  



Condividi con
Seguici su: