Riuscita la Festa dell'Atletica

08 Aprile 2017

Gremita la sala che ha ospitato venerdì pomeriggio i protagonisti della Festa dell'Atletica Leggera, appuntamento voluto dal Comitato Regionale.

 

di Valle D Aosta


 

Una festa sobria, particolarmente partecipata alla presenza di tanti giovani e giovanissimi e con il coinvolgimento dell'eccellenza dell'atletica leggera valdostana.


Queste sono state le portate di una giornata dove il movimento si è ritrovato, a ridosso dell'inizio della stagione su pista, per festeggiare e ricordare i risultati più importanti delle ultime due annate, 2015 e 2016.

Durante la premiazione, tenutasi nella sala conferenze del Coni regionale, al secondo piano del palaindoor di Aosta, l'Assessore regionale allo Sport, Claudio Restano, nel suo intervento, ha informato che la Giunta regionale, proprio in concomitanza con la Festa dell'Atletica, ha inserito le strutture del Tesolin di Aosta e del Crestella di Donnas, impianti di interesse regionale e, come tali, pronte a ricevere interventi funzionali alla loro ristrutturazione; un passaggio fondamentale per proseguire quel percorso di crescita che negli ultimi anni si è concretizzato.


Una prospettiva, quella di un intervento, indispensabile.

Il Presidente regionale dell'Atletica valdostana, Jean Dondeynaz, nella sua relazione, ha presentato l'ottimo momento che il movimento sta vivendo, grazie alla crescita delle società, dei tecnici valdostani, così come delle strutture e delle iniziative che il Comitato ha messo in atto. Tra queste, il vertice del movimento regionale, è il nuovo Grand Prix Giovanile che vede il coinvolgimento prezioso di importanti partner, Ideal Car Peugeot e Gros Cidac, che hanno voluto supportare questa proposta che va a coinvolgere soprattutto giovani e giovanissimi.

Grandi applausi sono chiaramente stati riservati alle stelle dell'atletica leggera valdostana, Catherine Bertone ed Eleonora Marchiando, atlete che con i loro risultati hanno portato in alto i colori della Valle d'Aosta. Nella carrellata di premiati, attenzione per gli atleti assoluti, con una selezionata eccellenza di individualità che hanno meritato questa vetrina, alcuni dei quali, come la triplista Corinne Challancin, capace di centrare nel 2016 un titolo italiano indoor e un argento ai tricolori Allieve.

Grande trasporto ed entusiasmo è stato chiaramente riservato ai più piccoli, le giovani speranze dell'atletica leggera valdostana, alcune delle quali già proiettate verso un interessante futuro avendo fatto vedere belle qualità.

 

Ora, spente le luci della festa, è ora di calcare piste e pedane per confermare e, magari, migliorare, quanto di già importante l'atletica leggera valdostana è stata capace di fare.




Condividi con
Seguici su: