Risultati di rilievo al Meeting Nazionale Giovanile di Giulianova



  Il Trofeo Edoardo Patanè, assegnato al vincitore dei 110 ostacoli Allievi, è stato vinto da Andrea Pacitto, secondo Riccardo Falasca. Irene Giovannini 11"83 sugli 80 ostacoli Cadette


 

E’ stata una manifestazione incentrata sui giovani, la 13^ edizione del Meeting Nazionale Città di Giulianova, 9° Memorial Donato Marà, 5° Trofeo Edoardo Patanè, che si è svolta sabato 20 luglio sulla pista del Campo Scuola G. Massi. L’organizzazione è stata curata dalla società Ecologica Giulianova. Tanti i giovani tra i 12 e i 17 anni in pista e sulle pedane, molti dei quali provenienti da fuori regione. Il risultato di copertina lo merita un’atleta triestina, Irene Giovannini, vincitrice degli 80 metri ostacoli (cm 76) con il ragguardevole tempo di 11”83 (vento nullo), che è stata la migliore prestazione del meeting. Da sottolineare che questa atleta quindicenne detiene un primato personale di 11”76, terza prestazione italiana stagionale di categoria, ed annovera un secondo posto ai Campionati Italiani Cadette 2012 in questa specialità. In questa gara, di pregio tecnico anche le piazze d’onore: 2^ Valentina Papolino (Atletica Marano Napoli) 13”18, 3^ Rebecca Dondoni (Atletica Collection San Benedetto) 13”24.

Una delle gare clou della manifestazione erano i 110 ostacoli Allievi (cm 91), intitolati a una giovane speranza giuliese degli ostacoli, Edoardo Patanè, scomparso quattro anni fa all’età di 16 anni. Per il quinto anno consecutivo ad aggiudicarsi la gara non è un abruzzese, ma questa volta un marchigiano, Andrea Pacitto (Adriatletica Marche Porto San Giorgio), con il tempo di 15”03 (vento nullo). Alle sue spalle, però, si è fatto notare in promettente crescita il teatino Riccardo Falasca (Gran Sasso Teramo), al primato personale con 15”32, dopo un periodo di assenza per infortunio. Terzo si è piazzato il teramano Tommaso Marcone (Gran Sasso Teramo) 15”63, quarto Federico Cornacchia (Aterno Pescara) 15”71.

Affollati e di buon livello anche i 100 ostacoli Cadetti (cm 84), vinti da un altro marchigiano, Loris Manojlovic (Atletica Collection San Benedetto), con 13”93 (vento nullo), davanti a Giacomo Orlandi (Falco Azzurro Chieti), 14”88, e all’atleta di casa Gianluca Ciccolone (Ecologica Giulianova), 14”91.

Nella velocità breve, si segnala il progresso di Samuele Puca (Atletica L’Aquila), vincitore degli 80 metri Cadetti (U. 16) con il nuovo primato personale di 9”75 (vento nullo). Da rilevare che il 15enne atleta aquilano si è messo in evidenza in questa stagione sui 300 metri, dove vanta un personale di 37”22. Gli 80 metri Cadette sono stati vinti da Stefania Barrucci (Gran Sasso Teramo) con 10”83 (vento nullo), davanti a Francesca Zarroli (Atletica Collection San Benedetto), 10”91.

Nelle gare dei concorsi si segnala la pescarese Alessia Beneduce (Atletica Quaranta Pescara), che ha vinto il getto del peso Cadette (Kg 3) con la misura di 10,97 metri. Da ricordare che questa atleta è una elle migliori martelliste in Italia della sua categoria.

Nella categoria Ragazzi (12-13 anni) emerge il risultato del teatino Manuel Di Primio (Tethys Chieti) sui 1000 metri, vinti con l’eccellente tempo di 2’55”96, davanti a Davide Castelli (Gran Sasso Teramo) 3’00”51. Sui 60 metri spiccano le prestazioni di Riccardo Angelozzi (Gran Sasso Teramo), con 7”92, e di Valeria Latino (Gran Sasso Teramo), 8”58.

Infine, nelle gare Allieve in rilievo gli 800 metri, vinti da Nicla Pagliuso (Runners Termoli) in 2’21”93, davanti a Sara Schirinzi (Aterno Pescara), 2’24”80.

                                                                                   



Condividi con
Seguici su: