Rigaudo e Giupponi marcia tricolore

26 Luglio 2013

Primi titoli degli Assoluti di Milano alla piemontese delle Fiamme Gialle (43:44.96) e al carabiniere lombardo (40:40.42)

 

I primi titoli dell'edizione 2013 dei Campionati Italiani Assoluti arrivano dai 10.000 metri di marcia e portano i nomi di Elisa Rigaudo e Matteo Giupponi. Nell'afosa serata dell'Arena Civica di Milano, l'azzurra, bronzo olimpico a Pechino 2008, prende il largo a metà gara e con un probante 43:44.96 mette in fila Eleonora Giorgi (Fiamme Azzurre/44:33.56 PB) e Federica Ferraro (Aeronautica/45:08.81). Al maschile, invece, il carabinere lombardo, conquista il primo titolo assoluto in carriera in 40:40.42 davanti al tricolore uscente Giorgio Rubino (Fiamme Gialle/41:03.60). Terzo un altro finanziere Vito Di Bari (41:22.72). Nelle Prove Multiple, invece, al giro di boa guidano le classifiche provvisorie Simone Cairoli (Lecco-Colombo Costruzioni) 3878 punti nel decathlon, e Carolina Bianchi (Atl. Lugo) 3114 nell'eptathlon. Disputate anche le batterie degli 800 metri con i migliori crono realizzati da Marta Milani (Esercito) 2:08.89 e Giovanni Bellino (Fiamme Gialle) 1:50.81. Domani sono 20 in tutto le maglie tricolore da assegnare. Nei 110hs con il primatista nazionale Emanuele Abate, ancora niente rientro alle competizioni per il vicecampione europeo dei 60hs Paolo Dal Molin. Per tutte le gare di sprint e ostacoli alti sono saltati i turni intermedi: si correranno quindi le batterie nella mattinata e poi le finali nella sessione pomeridiana.

TV - Sabato 27 e domenica 28 luglio, diretta su RaiSport 2 dalle 19 alle 22. 

CONFERMA ISCRIZIONI ON LINE - Importante novità per i prossimi Campionati Italiani Assoluti diMilano dove verrà utilizzato un nuovo sistema di conferma iscrizioni online. Per maggiori informazioni consultare il seguente LINK.

LE SFIDE MASCHILI | FEMMINILI

RISULTATI/Results   TIMETABLE/Orario  FOTO/Photos

SEGUICI SU: Twitter: @atleticaitalia hashtag #Assoluti2013 | Facebook: www.facebook.com/fidal.it

IL RACCONTO DELLE GARE

10.000m marcia donne - Il miglior risultato tecnico della prima giornata di gare arriva in chiusura e porta la firma del bronzo olimpidco di Pechino 2008, Elisa Rigaudo. La finanziera piemontese viaggia in tandem con Eleonora Giorgi per quasi metà gara per poi rompere gli indugi poco prima del giro di boa (passaggio in 22:22.2 ai 5000m). Vince in solitaria in un 43:44.96 che, viste temperatura e grado di umidità della serata, risulta davvero notevole. Alle sue spalle si piazza la Giorgi: 44:33.56 e personale di oltre mezzo minuto per la lombarda delle Fiamme Azzurre che ora si prepara a vivere con la Rigaudo la trasferta mondiale a Mosca. Terza Federica Ferraro (Aeronautica) in 45:08.81. «Negli ultimi mesi - dichiara la Rigaudo - mi sono allenata molto bene, anche in altura, e per la prima volta quest’anno non sono stata condizionata dai problemi alla schiena. Rispetto alla condizione della Coppa Europa di Dudince sono cresciuta molto, in particolare ho insistito sui lavori brillanti, utili per resistere ai cambi di ritmo di certe avversarie». Naturale che il pensiero sia già a Mosca «Le russe giocano in casa e sono ovviamente favorite, ma molto dipende anche da che gara vorranno impostare. Per fortuna sembra che non sarà troppo caldo». Obiettivo? «Per scaramanzia non dovrei dirlo, ma vorrei riuscire a fare, finalmente, il record italiano della 20km. Mi sfugge di mano da tanto tempo».Malgrado il caldo, sorride anche la Giorgi: «Volevo provare il passaggio della 20km e fare il personale sui 10.000 in pista. Obiettivo raggiunto e sono abbastanza soddisfatta, le condizioni di questa sera tra caldo e afa davvero non permettevano di fare di più. Sono ancora molto carica di lavoro, essendo appena scesa dall’altura, e ho subito il cambio di marcia di Elisa. In vista dei Mondiali sono fiduciosa».

10.000m marcia uomini - Il primo titolo degli Assoluti 2013 è anche il primo titolo della carriera di Matteo Giupponi. Il carabiniere affianca nel forcing iniziale il finanziere Vito Di Bari, inseguito a breve distanza dal campione in carica Giorgio Rubino (Fiamme Gialle). Prima del giro di boa (20:20.7 il passaggio ai 5000m) Giupponi rompe gli indugi con gli avversari che cercano di restargli al seguito. Niente da fare, però. Il 24enne bergamasco, bronzo degli Europei under 23 di Kaunas, vince in 40:40.42 (suo terzo crono di sempre, pesano comunque il gran caldo e una proposta di squalifica), Rubino è argento in 41:03.60, Di Bari bronzo con 41:22.72. Bravo lo junior Francesco Fortunato (Enterprise Sport & Service) quarto con il personale, 41:39.62.

Il neo campione italiano insieme a Rubino e Federico Tontondonati (CUS Torino, oggi 5° in 41:52.65) sono i tre convocati azzurri per la 20km dei prossimi Mondiali di Mosca. «Sono molto contento del titolo e del tempo - racconta Giupponi - che in questo momento della preparazione, in cui sono ancora carico di lavoro, mi soddisfa parecchio: sono sceso mercoledì dall’altura quindi le gambe ancora non girano a dovere, ma in prospettiva Mondiali è un crono incoraggiante». «Il crono di oggi è un miracolo - il commento di Rubino - se considero che ho 38 giorni di allenamento sulle gambe. Dopo la Coppa Europa di Dudince sono rimasto fermo per un problema all’anca, sono appena sceso dall’altura ed è normale risentirne un po’. Ora cercherò di lavorare al massimo per Mosca: so già che non sarò al livello degli altri anni, punto a un piazzamento tra i primi 16».

800m donne (batterie) - La campionessa in carica Marta Milani (Esercito) e la promessa Isabella Cornelli (Bergamo 1959 Creberg) tagliano per prime il traguardo delle rispettive batterie in 2:08.89 e 2:09.49. Qualificazione diretta anche per due giovani interpreti del doppio giro di pista: l'allieva Elena Bellò (Atl. Vicentina) 2:09.23 e la junior Joyce Mattagliano (Brugnera Friulintagli) 2:09.88. Finale domani sera alle 20:25.

400m (decathlon) - Il primo nome al giro di boa è quello di Simone Cairoli che completa i 400 metri 50.17 e incassa 807 punti che portano il suo totale a 3878. «Una delle gare più faticose della mia carriera - il commento del leader di giornata - il caldo ci ha reso davvero la vita difficile. Il punteggio a metà gara non è quello della Coppa Europa, che era stato sopra le aspettative, ma sono comunque soddisfatto. Domani mi aspetto altre cinque buone prove anche se di solito la mia seconda giornata risente un po’ dei lanci» Lo segue in classifica Ribolzi (3832), vincitore del giro di pista in 49.40.  Calvi (50.65 nei 400) rimane sempre terzo e chiude la giornata a 3760 punti: «Peccato per la controprestazione nell’alto, nelle altre quattro prove mi sono difeso. Domani si lotta per il titolo, non vedo l’ora di finire questo decathlon».

Alto (decathlon) - L'1,75 nell'alto costa a Calvi un'altra posizione in classifica. L'atleta del Self Montanari Gruzza al momento è terzo a 2975 punti, 96 in meno rispetto a Simone Cairoli che salta 1,97 e prende il comando delle operazioni (3071 punti). Secondo Marco Ribolzi (3832), il migliore del concorso grazie ad un salto di 2 metri.

200m (eptathlon) -  Carolina Bianchi chiude la prima giornata da leader provvisoria tallonata, però, ad appena 16 punti di distanza da Laura Oberto. Tra le due oggi la classifica, dopo 4 prove, dice 3114 a 3098. Più veloce la Oberto nei 200: 24.99 (+0.4) contro il 25.95 della rivale. «E’ stata molto faticosa per via del caldo - racconta la Bianchi - Io non sono al massimo della forma perché solo dieci giorni fa ho avuto un incidente in moto, ma ci tenevo a essere presente ed a essere competitiva per il titolo. Domani mi preoccupa un po’ il giavellotto, il gomito mi duole ancora dopo l’infortunio in Coppa Europa di Prove Multiple, ma darò come sempre il massimo»

Peso (eptathlon) - Ancora una vittoria per Carolina Bianchi che scaglia la palla di ferro a 10,57 e consolida il suo primo posto a 2312 punti. Dietro di lei c'è sempre Laura Oberto (2210 punti e 9,18 nel peso) e, più staccata, Sabrina Carretta (Fiamme Oro), 2065.   

Peso (decathlon) - Un lancio da 14,14 e Michele Calvi si riprende la leadership della competizione, guadagnando 95 punti su Simone Cairoli (2295) che in questa specialità non fa meglio di 11,97.  Al terzo posto (2213) Gianluca Simionato, 12,35 nel peso.         

Alto (eptathlon) - Secondo round della sfida tra Carolina Bianchi e Laura Oberto. Nell'alto saltano la stessa misura (1,66), ma al comando resta la portacolori dell'Atletica Lugo con 1745 punti contro i 1734 della diretta avversaria.

Lungo (decathlon) - SImone Cairoli azzecca un 7,23 (+1.2) e balza in testa alla classifica con un totale parziale di 1690 punti. Superato Michele Calvi terzo con 6,91 (+0.9) in questa prova dietro a Marco Ribolzi (Virtus CR Lucca), 7,14 (-0.7).

100hs (eptathlon) - 100 metri, ma con barriere, anche per l'esordio dell'eptathlon. La più veloce è Carolina Bianchi (Atl. Lugo), 14.28 (+0.1) e 939 punti,  davanti a Laura Oberto (Atl. Canavesana) 14.36 e Camilla Selis (ABC Progetto Azzurro) 14.68.

100m (decathlon) - Nel caldo pomeriggio milanese il favorito Michele Calvi (Self Montanari Gruzza) inizia la sua collezione con un 11.00 (-0.7) da 861 punti nei 100 metri. Lo segue il suo sfidante numero 1, Simone Cairoli (Lecco-Colombo Costruzioni) al traguardo in 11.18 su Gianluca Simionato (NA Fanfulla Lodigiana), 11.43. Esce, invece, di scena Paolo Mottadelli (Cento Torri Pavia) frenato da un problema fisico a pochi metri del traguardo.

a.g.



Condividi con
Seguici su: