Reina e Faloci brillano al Top Club Challenge





 

Buoni risultati per gli atleti marchigiani al Top Club Challenge a Pescara, la manifestazione che si è svolta nel week-end per qualificare la rappresentante italiana alla prossima edizione della Coppa dei Campioni. La camerte Daniela Reina ha dimostrato il suo buon momento di forma con una galoppata solitaria nei suoi 400, realizzando il tempo di 52”29, a soli due centesimi dal primato stagionale ottenuto la settimana scorsa. E questo senza aver preparato in modo specifico la gara, poiché si sta allenando duramente per i prossimi impegni, che saranno anche sugli 800 metri. Daniela è stata poi l'ultima frazionista nella 4x400 delle Fiamme Azzurre, contribuendo in modo decisivo al successo della propria squadra nella classifica finale.

Anche il discobolo Giovanni Faloci, finanziere di Città di Castello che proviene dall’Avis Macerata, si conferma sulle misure lanciate di recente: per lui un 62,40 molto prossimo al 62,56 di sette giorni prima e terza gara sopra i 62 metri nel giro di un mese, a testimonianza della sua regolarità. Nel getto del peso il poliziotto ascolano Paolo Capponi è terzo con 18,22 mentre nei 110 ostacoli erano due i marchigiani in gara. Il recanatese Andrea Cocchi (Aeronautica) si piazza sul gradino più basso del podio in 14"29 e John Mark Nalocca, da poco entrato nel gruppo sportivo dei Carabinieri dopo essere cresciuto nella Collection Sambenedettese, ha ottenuto un quinto posto complessivo (14”45), per poi provare il giro di pista con barriere, dando un’impressione positiva fino a che non ha incocciato l’ultimo ostacolo. Il suo tempo finale è quindi poco rilevante (56”42) ma in prospettiva può far bene anche su questa distanza.

Grande prestazione per il giavellottista Gianluca Tamberi (Bruni Vomano): continua a progredire lo junior di Offagna, figlio d’arte poiché il padre Marco è stato azzurro nel salto in alto. Si era aggiudicato il titolo italiano invernale a Bari, due settimane fa aveva lanciato a 68,80 e a Pescara è stato capace di scagliare l’attrezzo fino a 70,99 per un quarto posto complessivo. Nei 5000, lo jesino Daniele Caimmi (Fiamme Gialle) e il centobuchese Denis Curzi (Carabinieri) si devono inchinare nel finale al keniano Isaac Kiprotich Tanui, in una gara con tempi superiori ai 14 minuti.

Luca Cassai

Nella foto, Giovanni Faloci a Pescara (Giancarlo Colombo per Omega/FIDAL)
In basso il video sul Top Club Challenge, realizzato da Mario Giannini



Condividi con
Seguici su: