Regolamento internazionale, novità dal 1° novembre

25 Ottobre 2021

Le principali modifiche previste da World Athletics

 

Nell’ultima riunione del Consiglio Federale sono state recepite le modifiche al Regolamento Tecnico Internazionale, emanate negli ultimi mesi dal Council della World Athletics: entreranno in vigore dal 1° novembre 2021.

Il testo completo di tutte le modifiche può essere scaricato dal seguente link.

Queste le principali che vanno a modificare un comportamento ormai consolidato da tempo e che necessariamente dovrà adeguarsi:

  • RT 17.4 - Un atleta o la sua staffetta non deve essere squalificato se: 
    • 3 – in tutte le gare svolte in corsia, tocca in curva una sola volta la linea alla sua sinistra o il cordolo o la linea che demarca il bordo della pista;
    • 4 – in tutte le gare non svolte in corsia, in curva tocca una volta il terreno internamente al cordolo o alla linea di demarcazione o il cordolo o la linea di demarcazione della pista stessi.
    • Una seconda infrazione causerà la squalifica di quell’atleta o della sua staffetta, sia che avvenga nello stesso turno o in un altro turno della stessa gara.
  • RT 22.6 – Nelle corse ad ostacoli, un atleta deve essere squalificato se:
    • 2 - abbatte o sposta qualsiasi ostacolo con la mano, il corpo o la parte frontale dell’arto inferiore avanzante.
  • RT 32.14 – Nota (i) È considerato fallo se il disco o la testa del martello colpiscono la porta della gabbia (la parte sinistra per gli atleti destrimani o la parte destra per gli atleti mancini) dopo il lancio.

Nell’occasione si ricorda che dal 1° novembre 2021 entrano in vigore anche le modifiche già pubblicate alla RT 30.1.1 dei salti in estensione: “È fallo se infrange il piano verticale della linea di stacco con qualsiasi parte del suo piede/scarpa”. Di conseguenza entra in vigore anche la modifica alla RT 29.5 con particolare riferimento alla collocazione della plastilina ad un angolo di 90°.

(da ggg.fidal.it)

SEGUICI SU: Instagram @atleticaitaliana | Twitter @atleticaitalia | Facebook www.facebook.com/fidal.it



Condividi con
Seguici su:

Pagine correlate