Regionali Indoor Cadetti: 2 titoli per Boiardi e Guarriello




 

Si sono disputati oggi a Modena i Campionati Regionali Indoor Cadetti, con organizzazione della Fratellanza 1874 Modena.

Ci sono stati risultati interessanti e ampia partecipazione, con la gara più frequentata i 60 metri cadette con 98 classificate.

Primato regionale per Giulia Guarriello nei 60 hs con 8.83 e doppio titolo per la stessa Guarriello nei 60 hs e triplo e per Tommaso Boiardi nei 60 metri e nel lungo. Sia la Guarriello che Boiardi, con i 2 di oggi, arrivano al 2° anno fra i cadetti già al 10° titolo regionale vinto. La prima aveva vinto 4 titoli regionali nella categoria ragazze nel 2014 (60 hs indoor, 60, 60 hs, tetrathlon B) e 4 nei cadetti nel 2015 (60 indoor, triplo indoor, 80, 80 hs), mentre il piacentino è arrivato a 10, dopo quelli vinti nel 2013 nei 60 metri indoor e outdoor ragazzi, nel 2014 nei 60 indoor, 60 hs indoor, 60 outdoor, lungo outdoor e tetrathlon B ragazzi e nel 2015 60 indoor.

Vediamo le gare nel dettaglio.

Cadetti.

60 metri: le 13 batterie vedono Tommaso Boiardi (Atl. Piacenza) miglior tempo con 7.34. In finale Boiardi si migliora con 7.31, avvicinando il 7.29 del 23 gennaio a Modena. Sul podio vanno anche Giacomo Castellett (Edera Forlì) con 7.43 e Lorenzo Sacchetti (Endas Cesena) con 7.46, che aveva corso in batteria in 7.40.

60 hs: Martino Filippone (Atl. Imola Sacmi Avis) dopo 8.94 in batteria, si migliora in finale con 8.81. 2° posto per Riccardo Favalesi (Coop Consumatori Nordest) con 9.0 0, poi Giacomo Gotra (Fmi Parma Sprint) con 9.17.

Alto: Filippo Pavani (Atl. Bondeno) sale a 1,75, migliorandosi di 5 cm. 2° posto per il 1° anno Federico Bellinelli (Pontevecchio Bologna) con 1,68, mentre superano l’asticella a 1,66 Marko Mazzoni (Fmi Parma Sprint) e Marco Neri (Endas Cesena), al 3° posto a pari merito.

Asta: vince Davide Tamburello (Fratellanza 1874 Modena) con 3,50 ed è accompagnato sul podio da Sebastiano Tizzi (Interflumina Più e Pomì) con 3,20 e da Luca Giubellini (Atl. Rimini Nord Santarcangelo) con 3,10.

Lungo: è notevole la misura di Tommaso Boiardi (Atl. Piacenza) che vince con 6,53 al 4° salto, ma già i suoi precedenti salti validi (6,20 e 6,07) sarebbero stati sufficienti per vincere il titolo regionale. Il suo precedente primato personale risaliva al 2014 nella categoria ragazzi ed era 5,87. Al 2° posto è Matteo Giovannini (Corradini Rubiera) che all’ultimo turno di salti recupera la seconda posizione con un salto a 5,93, superando Lucas Herbert Alves (Atl. Imola Sacmi Avis) che invece al 1° turno aveva aperto con 5,74.

Triplo: Enrico Vena (Atl. Rimini Nord Santarcangelo) vince il titolo con 12,86, migliorando il primato personale di 12,60, ottenuto ai Campionati Regionali 2015 a Reggiolo. 2° posto per Nicolò Preti (Sintofarm) con 12,25 e 3° per Patrick Girotti (Po. Castelfranco Emilia) con 11,78.

Peso: Luca Beretta (Anspi Sport San Nazzaro) è 1° con 12,40, migliorando la misura di 11,70 del 2015. Sul podio ci sono anche Matteo Zigni (Atl. Castelnovo Monti) con 11,36 e Simone Meneguz (Cus Parma) con 11,05.

Cadette.

60 metri: le 17 batterie segnalano coe miglior tempo quello di Anna Vernarelli (Atl. Ravenna) con 8.05. Nella finale A si ripete con 8.08 e precede Margherita Michelotti (Atl. Cinque Cerchi) con 8.13, Alessandra Morandi (Fratellanza 1874 Modena) con 8.19, stesso tempo della quarta Federica Camattari (Centro Atl. Copparo), che in batteria aveva corso in 8.17.

60 hs: in quarta batteria, molto sciolta e facile, Giulia Guarriello (Sintofarm) migliora con 8.83 il primato regionale che aveva stabilito la scorsa settimana con 8.90, tolto a Elisa Maria Di Lazzaro che nel 2013 aveva corso in 8.91. Nelle batterie si segnala anche Margherita Guerra (Cus Bologna) con 9.15, che lo scorso anno aveva stabilito il primato regionale nella categoria ragazze. In finale la Guarriello parte piano e tocca il primo ostacolo e riprende la Guerra solo all’ultimo: 8.98 è il tempo che le consente di vincere il titolo regionale, ma Margherita Guerra con 9.07 migliora il tempo del suo primato regionale indoor con gli ostacoli 60 cm che era di 9.12. ma non ancora il suo outdoor di 9.02. Al 3° posto è Margherita Michelotti (Atl. Cinque Cerchi) con 9.32, dopo il 9.28 in batteria.

Alto: vince il titolo Maria Piccioni (Riccione Sessantadue) con 1,55, poi Ilaria Mignardi (Pol. Atletico Borgo Panigale) con 1,52 e Valentina Carta (Nuova Atl. Molinella) con 1,46, stessa misura di Faye Tiddi (Fratellanza 1874 Modena) e Gaia Dalpozzo (Atl. Ravenna), al 4° e 5° posto.

Asta: titolo per Valentina Tizzi (Interflumina E’ Più Pomì) con 2,80, poi Elisabetta Quadalti (Atl. Imola Sacmi Avis) con 2,30 e Nicole Conti (Atl. Rimini Nord Santarcangelo) con 2,20.

Lungo: sono 46 le classificate di questa gara e ben 5 superano i 5 metri. Vince Gaia Dalpozzo (Atl. Ravenna) con 5,23, che al penultimo turno prende la testa, fino allora detenuta da Elena Rosalba Molaschi (Atl. Reggio), partita forte con 5,20 al primo salto e superato al terzo turno con 5,22. Al 3° posto Camilla Pizzetti (Coop Consumatori Nordest) con 5,15. Oltre i 5 metri anche Margherita Guerra (Cus Bologna) con 5,08 (11 cm oltre il precedente primato personale ottenuto nella categoria ragazze) e Alessia Baldini (Corradini Rubiera) con 5,07.

Triplo: vittoria netta di Giulia Guarriello (Sintofarm) con 10,87 e al suo attivo anche salti a 10,66, 10,78 e 10,80. 2° posto per Maria Piccioni (Riccione Sessantadue) con 10,35 e 3° per Elisa Sale (Pol. Atletico Borgo Panigale) con 9,66.

Peso: vince Samanta Zavatti (Atl. Rimini Nord Santarcangelo), 1° anno nella categoria, con 11,03. Si migliora di 170 cm rispetto alla gara del 17 gennaio e di 215 cm su quella del debutto con il peso da 3 kg il 10 gennaio. Oggi lancia a 10,04, 10,23, 10,60, 11,03, 10,31, 10,09. Sul podio vanno anche Martina Fedriga (Edera Forlì) con 9,17 e Viola Bellagamba (Endas Cesena) con 9,10.

Giorgio Rizzoli



Condividi con
Seguici su: