Reggio Emilia precede Bologna nel Trofeo delle Province a Imola




 

E’ nell’ultima gara, la staffetta 4x100 “mista” e novità del Trofeo delle Province 2015, che si decide la classifica finale per rappresentative. Bologna è al comando con 201,5, seguita da Reggio Emilia con 196. Per Bologna, che schiera fra gli atleti delle 4 categorie anche il vincitore degli 80 metri cadetti e la più forte atleta della categoria ragazze di questa stagione, sarebbe sufficiente un piazzamento anche a metà classifica per aggiudicarsi per la settima volta la classifica del Trofeo delle Province, ma la staffetta va out e Reggio Emilia si piazza al 1° posto, conquistando ormai una insperata vittoria.

Ma Reggio Emilia si era dimostrata veramente forte, collezionando 14 vittorie sulle 29 gare in programma, mentre per Bologna i successi erano stati 5. E Reggio non aveva conquistato alcun punto nell’alto cadette …

La classifica finale in questa 11^ edizione del Trofeo delle Province per Ragazzi e Cadetti, organizzata dalla Atl. Imola Sacmi Avis, vede quindi il successo di Reggio Emilia con 205 punti, davanti a Bologna con 201,5 e Parma 157,5. Seguono nell’ordine Ravenna, Modena, Piacenza, Rimini, Forlì-Cesena e Ferrara.

Per Reggio Emilia è il secondo successo in questa competizione: il precedente fu nel 2007 e al 2° posto si piazzò, come quest’anno, la rappresentativa di Bologna.

Per la formazione della provincia di Reggio, coordinata da Luca Bertoli, è anche il secondo successo stagionale in una manifestazione per rappresentative provinciali, dopo la vittoria nell’Esagonale del Po a Casalmaggiore (con le province rivierasche sul Po di Lombardia e Emilia).

A livello individuale ci sono state gare molto interessanti e con risultati tecnici di rilievo nonostante la giornata sia stata disturbata da condizioni atmosferiche non ideali.

E anche qualche sorpresa, come è avvenuto nella gara del peso cadetti, in cui erano in gara 2 campioni nazionali cadetti, vincitori la settimana scorsa a Sulmona: Ronaldo Wickremasinghe (Bologna) nel peso e Enrico Zangari (Rimini) nel disco. A differenza dei precedenti 3 scontri diretti stagionali (Reggio Emilia 31 maggio, Fidenza 7 giugno, Reggiolo 27 settembre), che si erano conclusi a favore del bolognese, questa volta è Zangari a prevalere con 15,93, primato personale migliorato di 10 cm, con Wickremasinghe a 15,15. Al 3° posto un altro finalista di Sulmona, Simon Zeudjio Tchiofo (Parma) con 14,79.

Nelle altre gare fra i cadetti conferme per Giacomo Grande (Bologna) negli 80 metri con 9.56 (+0,6) che precede di 2/100 Filippo Balducci (Ravenna) e per Filippo Masini (Reggio Emilia) con 38.23. Nei 1000 metri altra sorpresa, con il successo di Jacopo Curti (Reggio Emilia) con 2.43.65, che precede il campione regionale Bryan Berretti (Modena) con 2.44.44, ma anche il bolognese Hichame Jarine, che ai Campionati Italiani di Sulmona si era piazzato al 2° posto e oggi è 3° con 2.44.69. Conferme nei cadetti anche per gli altri bolognesi Matteo Amorati nei 100 hs con 14.57 (-0,5) e per Mirco Sazzini nell’alto con 1,80. Nel lungo Luca Bonesi (Reggio Emilia) con 5,99 (+0,1) precede lo specialista di prove multiple Chandra Passarini (Bologna) a 5,75 (+0,2). Infine nel giavellotto sempre grande equilibrio fra il reggiano Simone Coriani e il bolognese Giorgio Davoli: prevale il primo per 20 cm, 42,56 contro 42,36.

Nelle cadette Giulia Guarriello (Reggio Emilia) vince gli 80 metri con 10.30 (+0,5). Particolare curioso: Giulia aveva vinto il Trofeo delle Province nella categoria ragazze nel 2013 (lungo con 4,66) e nel 2014 (60 hs con 9.29). Quindi 3 successi in 3 gare diverse, che diventeranno poi 4 con la staffetta 4x100 mista. Nei 300 metr, gara molto attesa in quanto erano parecchie le pretendenti alla vittoria, prevale, come aveva già fatto ai Campionati Regionali di Reggiolo, Alessia Baldini (Reggio Emilia) con 42.76, con Sabrina Gualandi (Bologna) 43.17 e Giulia Zambrelli (Parma) 43.39. Nei 1000 metri non sfugge la vittoria alla vice campionessa italiana Giulia Leonardi (Reggio Emilia) che vince con il tempo di 3.01.91 e un parziale di 33”2 negli ultimi 200 metri; al 2° posto Majda Benjedi (Bologna) 3.04.89 e al 3° Ester Malacarne (Ferrara) 3.06.70. Reggio Emilia vince anche gli 80 hs con Giulia Mausoli con 12.23 (+0,2), mentre nell’alto 1,58 è la misura delle prime 2 classificate, Nicole Romani (Rimini) e Greta Gozzi (Bologna). Nel lungo Elena Rosalba Molaschi (Reggio Emilia), che si era messa in evidenza la settimana precedente in cui aveva migliorato il personale di 42 cm, conferma il suo ottimo momento vincendo la gara con 5,11 (+0,1) e precede Camilla Pizzetti (Parma) con 4,97 (+0,2) e Sofia Zanotti (Bologna) con 4,94 (0,0). Nel peso vince Anna Busetto (Rimini) con 11,29 e nel giavellotto Emanuela Casadei (Rimini) con 41,40 riscatta la deludente misura ottenuta a Sulmona la settimana scorsa.

Nei ragazzi nei 60 metri Hansel Adjei (Reggio Emilia) vince con 8.13 e precede Koji Massari (Bologna) con 8.21. Nei 1000 metri primato personale e miglior tempo dell’anno in regione per Arif Iljazi con 2.56.99, con Federico Rondoni (Reggio Emilia) al 2° posto con 3.00.20 e Jose Catelani (Modena) con 3.01.36. Nei 60 hs si conferma Francesco Cavina (Ravenna) con 9.18, che vince davanti a Louis Salimbeni (Parma) con 9.50. Nel lungo Matteo Giovannini (Reggio Emilia) vince con 5,12, con Federico Bellinelli (Bologna) a 4,78. Nel peso Matteo Zigni (Reggio Emilia) vince la sua decima gara in questa specialità su 10 disputate quest’anno, con 14,80, mentre il vortex è di Nicolò Bellettati (Bologna) con 49,88.

Nelle ragazze nei 60 metri si impone Alessandra Morandi (Modena) con 8.53, su Laura Elena Rami (Bologna) 8.58. Nei 1000 metri Francesca Vercalli (Reggio Emilia) è prima per la ventiduesima volta quest’anno in una gara disputata in regione (su 22) e vince con 3.20.93 (con 33”5 negli ultimi 200 metri), precedendo Elena Bonafè (Ferrara) con 3.21.56. Nei 60 hs 9.88 per Gaia Dalpozzo (Ravenna) e stesso tempo per Alice Tedeschi (Bologna) che migliora il personale di 3/100. Nel lungo 1° posto per Margherita Guerra (Bologna) che vince con 4,71 ottenuto al 1° turno e replicato con 4,70 nel 2°. La rappresentativa di Rimini vince le 2 gare di lanci con Samanta Zavatti 10,66 nel peso e Anita Bartolini 42,82 nel vortex.

E arriviamo alla staffetta, con la formula di un’atleta della categoria ragazze, un ragazzo, una cadetta e un cadetto. Bologna schiera Margherita Guerra, Federico Bellinelli, Sofia Zanotti e Giacomo Grande, ma l’ultimo cambio non va bene e la formazione bolognese si prende zero punti e si vede superata in classifica da Reggio Emilia, che vince la staffetta con Ester Tagliavini, Matteo Giovannini, Giulia Guarriello e Simone Fornaciari con 51.52. Al 2° posto è Ravenna con Greta Corelli, Gian Marco Ruzzi, Anna Vernarelli e Luca Valgimigli con 52.21; 3° posto per Parma con Francesca Caporetto, Francesco Nicoli, Camilla Pizzetti e Federico Grisenti con 52.47.

In questa 11^ edizione del Trofeo delle Province sono stati migliorati 2 primati della manifestazione, con Enrico Zangari nel peso cadetti con 15,93 e con Elena Rosalba Molaschi nel lungo cadette con 5,11 (oltre alla 4x100 “mista” di Reggio Emilia con 51.52, primo anno in cui viene disputata).

Giorgio Rizzoli



Condividi con
Seguici su: