Raphaela Lukudo e Giulia Rossetti minimo per i mondiali allieve




 

Tanti atleti oggi a Modena al Trofeo Liberazione che hanno dato vita a una serie di gare molto interessanti e con buoni risultati tecnici.

Su tutti l’ottimo 56.16 nei 400 di Raphaela Lukudo (Mollificio Modenese), che rappresenta il minimo richiesto per la partecipazione ai Campionati Mondiali Under 18 e quarta prestazione regionale all time allieve. Ottiene il minimo per Lille anche Giulia Rossetti (Atl. Piacenza) nel martello con 50,74, che nel 2010 aveva già realizzato una misura superiore, ma le prestazioni dell'anno scorso non sono considerabili per il conseguimento del minimo richiesto.

Vediamo nel dettaglio le gare disputate. Uomini. 100 metri: 17 serie in programma, meno delle 20 preventivate in base agli iscritti, in quanto evidentemente alcuni atleti non confermano la presenza. I  migliori tempi sono nella prima serie, dove Mario Brigida (Olimpus San Marino) con 10.75, migliora di 1/100 il suo personale, regolando Tommaso Lazzarini (Fratellanza 1874 Modena) a 10.84 e il veneto Alex Da Canal a 10.87 (vento nullo in questa prima serie). Per la prima volta sotto gli 11 secondi, l’allievo Esaosa Desalu (Atl. Interflumina E’ Più Pomì) vincitore della seconda serie con 10.99, ma progressi ancora più consistenti li ottengono in terza serie (vento -1,2) lo junior Alberto Rontini (Atl. 85 Faenza) con 10.96 e gli allievi Lorenzo Bilotti (Atl. Imola Sacmi Avis) con 11.09, Enrico Resta (Endas Cesena) con 11.30, Davide Miani (Fratellanza) con 11.36 e Simone Montesano (Edera Forlì) con 11.40, che ottengono anche il minimo per i Campionati Italiani di categoria.

400 metri: si impone Marco Perrone (Atl. Bruni Vomano) che vince la prima serie con 48.73, che respinge l’attacco del carabiniere John Mark Nalocca, 1° nella seconda serie con  49.13, ma la sorpresa è lo junior Kevin Menzani (Fratellanza 1874 Modena), 2° alle spalle di Nalocca in seconda serie, con 49.32, primato personale stramigliorato rispetto al 50.82 del 2010.

1500 metri: volata vincente negli ultimi 100 metri per lo junior marchigiano Stefano Massimi con 3.54.09 (44 secondi negli ultimi 300 metri), primato personale, che supera Yassine El Houdni (Pol. Arceto) che era passato al comando nel giro finale e si piazza al 2° posto in 3.55.64, davanti a Yuri Maenza (Francesco Francia) che aveva guidato la gara per 1100 metri, per poi cedere nell’ultimo giro all’attacco di El Houdni, chiudendo in 4.00.78.

110 hs: vince Carlo Redaelli (Atl. Riccardi) con 14.26, 2/100 meglio del carabiniere Nalocca, 3& deg; posto per Yasel Lisme Abril (Atl. 85 Faenza) con 14.77. Negli allievi successo con 15.10 di Simone Bais (Lagarina Crus Team), con Nicolò Bianchi (Atl. Imola Sacmi Avis) vincitore nell’altra serie in 15.24.

Alto: Silvano Chesani (Fiamme Oro) con 2,23 ha la meglio su Nicola Ciotti (Carabinieri) con 2,16; a 2,05 il toscano Lorenzo Cappellini e Ferrante Grasselli (Reggio Event’s), mentre supera per la prima volta i 2,00 l’allievo Ivan Nichik (Cus Parma).

Asta: Matteo Rubbiani (Aeronautica) entra in gara a 5,00, misura che nessun altro supera e vince poi con 5,30, dopo avere superato 5,20. 2° posto per Mirko Po (Fratellanza 1874 Modena) con 4,80 (personale outdoor) e bel progresso anche per l’allievo, suo compagno di club, Matteo Murano con 4,20, che aveva un primato personale di 4,00 ottenuto durante la stagione indoor.

Lungo: nell’ultimo turno Federico Xella (Atl. Imola Sacmi Avis) arriva a 7,01 (vento -0,4) e vince la gara, superando l’allievo Stefano Braga (Atl. Piacenza) che al 4° turno avava saltato 6,95; 3° posto per Giorgio Setti (Fratellanza 1874 Modena) con 6,81, 1 cm in più di Amilcar Bonell Mora (Olimpus San Marino) con 6,80. Notevole miglioramento per l’allievo 1° anno Giovanni Sandri (Fratellanza 1874 Modena) con 6,24: il suo personale precedente era di 5,54.

Peso e disco: doppietta di Andrea Ricci (Sport Club Catania) con 16,84 e 46,43. Nel peso 2° posto per Giacomo Drusiani (Fratellanza 1874 Modena) con 15,25, a 3 cm dal personale, mentre nel disco la piazza d’onore va al master mm40 Riccardo D’Angelo (Amsicora Cagliari) con 45,05; 3° posto nel disco per Atis Vaisjuns (Cus Parma) con 43,50. Nelle gare allievi successo di Andrea Caiaffa (Fiamme Oro) nel peso con 16,02, davanti ad Alessandro Castelli ( Anspi Sport San Nazzaro) con 14,86 e Nicola Ferroni (Fratellanza) con 14,21, entrambi al primato personale; nel disco 52,33 per Martin Pilato (Atl. Ravenna), altro primato personale e a soli 14 cm dal primato regionale di Pietro Caselli che risale al 2007; 2° posto per Nicola Ferroni con 48,99 e 3° Andrea Caiaffa, vincitore del peso, con 48,10. 

4x100: il miglior tempo è della formazione mista, composta da atleti di San Marino, alla caccia del minimo per le prossime competizioni internazionali, che schierava Nicolas Santos Bollini, Federico Gorrieri, Ivano Bucci, Enrico Morganti, con il tempo di 43.06, ottenuto in seconda serie. La prima era stata vinta da Lagarina Crus Team con 43.72.

Donne. 100 metri: Martina Balboni (Self Montanari Gruzza) ha la meglio sulla spezzina Eleonora Martini, che ottiene lo stesso tempo di 12.17, nella prima serie con vento +0,1. Il 3° tempo fra le 12 serie in programma è di Martina Pretelli (Olimpus San Marino) con 12.24 in terza serie (vento -0,2) e primato personale migliorato di 25/100; nella stessa serie con il 2° posto in 12.37, si era piazzata Carolina Bianchi (Atl. Lugo) che migliora di 2/100 il vecchio primato che risaliva al 2006; 1/100 è invece il progresso della junior Mara Squadroni, al 2° posto in seconda serie con 12.50 (vento +0,3). In prima serie c’era anche l’allieva azzurrina Silvia Corbucci (Cus Bologna), che si è piazzata al 5° posto nella serie con 12.54.

400 metri: vince Eleonora Martini (Spectec Atl. Carispe) con 55.92, ma il grande risultato è il 2° posto in 56.16 di Raphaela Lukudo (Mollificio Modenese), minimo per i Campionati Mondiali Under 18 che si disputeranno a Lille dal 6 all’11 luglio; il tempo di Raphaela è il 4° all time di un allieva della Emilia Romagna, dopo il 55.0 (e 55.38 elettrico) di Patrizia Guizzardi (1982), 55.91 di Maeva Gotti (2002) e 56.15 di Ambra Gatti (2009). Il progresso della ragazza in questa gara è stato di 1”64. 3° posto oggi per Valentina Castellari (Reggio Event’s) con 59.64. Da segnalare anche belle prestazioni di atlete della categoria allieve, come Elena Venturi Degli Esposti (La Patria Carpi) con 1.00.36 e Giorgia Mancin (Cus Ferrara) con 1.01.20, entrambe al 1° anno di categoria e alla loro prima gara sul giro di pista.

1500 metri: Maria Vittoria Fontanesi (Cus Parma) prende subito il comando della gara e rimane ben presto da sola, con passaggi regolari intorno a 1’10”. 4.26.61 è il suo tempo finale, quasi 5 secondi di vantaggio su Barbara Bressi, con 4.31.55. Al debutto su questa distanza, la pluricampionessa nazionale nelle categorie giovanili Christine Santi (Mollificio Modenese), mette già a segno un tempo di 4.39.84, che per dare un’idea della prestazione, nel 2010 sarebbe stato il 2° tempo dell’anno nella categoria; bel 4° posto di Lisa Ferrari (Cus Parma) con 4.41.39, vicina ai suoi migliori tempi del 2005, seguita nella serie dalla campionessa italiana allieve Chiara Casolari, ora juniores, con 4.48.22, ma preceduta nella classifica di oggi dalla vincitrice della seconda serie Erika Padova (Cus Parma), che ha corso in 4.48.18 in gara solitaria.

100 hs: vince Alessandra Feudatari (Atl. Interflumina) con 14.03 (vento +1,8) davanti a Lucrezia Savasta (Cus Palermo) con 14.18 e Lara Giovanelli (Mollificio Modenese) con 14.98. Ottimi tempi nella gara allieve vinta dalla toscana Rebecca Palandri con 14.08 sulla bellunese Maria Paniz con 14.14; prima fra le emiliane Francesca Frignani (Self Montanari Gruzza), 4° posto in 15.40.

Alto: vince la toscana Sara Tani con 1,67, davanti a Francesca Finotelli (Acquadela Bologna) con 1,65; 3& deg; posto per la marchigiana Irene Piergentili con 1,61, stessa misura della junior Martina Ramponi (Cus Parma).

Lungo: domina la gara Elena Zaniboni (Atl. Lugo) che vince con 5,84, ottenuto al 4° salto con vento +0,2; per l’atleta imolese anche un 5,68 al 1° turno e 5,77 all’ultimo; al 2° e 3° posto, separate da 1 cm, Claudia Galbignani (Cus Parma) e Giulia Giovanardi (Mollificio Modenese) con 5,40 e 5,39.

Peso: secondo successo per Sara Tani, dopo il salto in alto, con 13,62; 2° posto per Damiana Dorelli (Asi Veneto) con 13,21 e 3° per Serena Capponcelli (New Star) con 12,90.

Martello: la toscana Elisa Magni vince con l’ottima misura di 58,29, davanti all’allieva Giulia Rossetti (Atl. Piacenza), al debutto stagionale, con 50,74; 3° posto per la junior trentina Elisabetta Broseghini con 50,22.

4x100: la gara è vinta dalla Reggio Event’s con 48.64, con una formazione juniores composta da Sara Gaibotti, Judy Udochi Ekeh, Federica Giannotti, Princess Irabor. 2° posto per l’Atl. Fermo con 49.60 e 3° per l’Atl. Cinque Cerchi che schierava l’allenatrice Tiziana Bignami insieme alle sue allieve Federica Roberto, Elisa Caviglia (jun) e Gaia Sironi con 50.43.

 

Giorgio Rizzoli

 



Condividi con
Seguici su: