Prove Multiple Allievi, due MPI

23 Giugno 2013

A Chiari Giulia Sportoletti vince con 5.465 punti superando di slancio il vecchio primato di Ottavia Cestonaro, Andrea Carioti è primo a quota 5.691

 

Hanno riscritto le MPI di categoria i Campionati Italiani Individuali Allievi di Prove Multiple di Chiari. Sia al femminile che al maschile la due giorni organizzata dall’Atletica Chiari 1964 Libertas si è conclusa infatti con un primato:  Giulia Sportoletti della Cinque Cerchi Seregno ha portato a casa il titolo con 5465 punti, mentre Andrea Carioti dell’Atletica Piemonte ne raccoglie  5.691.

Sportoletti, dopo aver concluso la prima giornata a quota 3.223 punti ha mantenuto un’ottima media fino a superare di slancio i 5.239 punti ottenuti da Ottavia Cestonaro a Santa Cristina di Valgardena il 10 giugno di un anno fa (nell’occasione la vicentina vinse il titolo italiano proprio davanti a Sportoletti). Nei due precedenti eptathlon di quest’anno, a Busto Arsizio e Bressanone, l’atleta allenata da Raffaele Specchio, che mercoledì festeggerà 17 anni, si era imbattuta in condizioni climatiche poco favorevoli (vento, freddo e pioggia), ottenendo comunque rispettivamente 5.162 e 5.177 punti. Questa volta invece il meteo è stato clemente e la studentessa di liceo classico a Carate Brianza su sette prove ha centrato tre primati personali (100hs, giavellotto e 800 metri), eguagliando quello dell’alto: 100 hs/14.55 (+0,3); alto/1,72; peso/12,53; 200/26.59 (-2,3); lungo/5,78 (+2,4); giavellotto/40,66; 800/2:23.33. Per Sportoletti, che si issa al settimo posto delle liste mondiali Allieve 2013, è la seconda MPI dopo quella nel pentathlon Cadette all’aperto realizzata a Jesolo il 9 ottobre 2011. Al secondo posto Lucia Quaglieri (Modena Atletica), che ribadisce lo standard per i Campionati Mondiali Allievi di Donetsk con 4.977 punti. Terza Lisa Seppi (SG Eisacktal Raiffeisen) con 4.738 in una gara che ha visto anche la quarta, Nicla Mosetti (CUS Trieste) finire con 4681 punti sopra allo standard iridato.

La manifestazione di Chiari hanno riscritto anche la MPI Allievi grazie a una gara molto combattuta e tecnicamente molto valida specialmente nella seconda giornata che ha laureato Campione Italiano con 5.691 punti Andrea Carioti dell’Atletica Piemonte. Il piemontese ha così strappato la MPI al compagno di società Edoardo Pellisetti, che il 27 maggio 2012 a Bressanone ne ottenne 5.671. Carioti ha chiuso la prima giornata con soli 8 punti di vantaggio su Simone Fassina (Athletic Club Villasanta), oggi capace di portarsi in testa sino a registrare un vantaggio massimo di 118 punti al termine della sesta prova. Carioti è rimasto al secondo posto fino alla partenza dei 1.000 metri dove ha realizzato il definitivo sorpasso fermando il cronometro a 2:46.73. Per Fassina, atleta di Vimercate allenato da Agostino Rossi, c’è comunque un bottino complessivo da 5.658 punti: entrambi portano a casa il primato personale e lo standard iridato per Donetsk. Questo il dettaglio della bella sfida per l’oro. Carioti: 100/11.70 (-1.9); Lungo/6,52 (+2.2); Peso/12,23; 400/50.13; 110hs/15.34 (-1,6); alto/1,91; giavellotto/45,17; 1000/2:46.73. Fassina: 100/11.77 (-1.9); Lungo/6,66 (+1.5); Peso/12,86; 400/51.57; 100hs/14.73 (-0,3); alto/1,97; giavellotto/ 39,01; 1000/2:52.64. La medaglia di bronzo va a Diego Lassini (CUS Trieste) che con 5.271 punti ha la meglio su Edoardo Cipriano (Atletica Monza). (Ha collaborato Cesare Rizzi/CR FIDAL Lombardia)

RISULTATI/Results



Condividi con
Seguici su: