Primato regionale indoor sui 3000 metri per Stefano La Rosa




 

Ieri a Siviglia il carabiniere Stefano La Rosa (nella foto Giancarlo Colombo/Fidal) iscrive per la prima volta il suo nome nei primatisti regionali della Emilia Romagna: ha vinto i 3000 metri in un meeting internazionale correndo la distanza in 7.53.86 e ha migliorato di qualche decimo il precedente limite che apparteneva ad un altro atleta dei Carabinieri, il campano Domenico D’Ambrosio che l’8 febbraio 1998 corse a Genova in 7.54.15. La Rosa, 26 anni di Grosseto, allenatore Claudio Pannozzo, è nel Gruppo Sportivo Carabinieri dal 2007. Specialista del cross dove ha preso parte a diverse edizioni dei Campionati Europei, è il campione italinao assoluto in carica dei 5000 metri. I suoi primati personali all’aperto sono 3.41.85 nei 1500 (2011), 7.45.78 (2011), 13.32.66 (2011), 29.52.95 (2008).

A livello di primati regionali indoor, in questa prima parte della stagione 2011, ci sono stati anche i primati allievi nel salto in lungo di Stefano Braga, prima con 7,23 il 23 gennaio a Modena, poi con 7,26 il 6 febbraio sempre a Modena, prestazioni che sono anche i migliori risultati under 20 di sempre in regione.

In questi ultimi giorni altri atleti dei Carabinieri hanno gareggiato all’estero: a Dusseldorf 3.44.45 nei 1500 per Christian Obrist. A Banska Bystrica (Slovacchia) nel meeting in cui Antonella Di Martino ha ottenuto lo splendido risultato di 2,04 nell’alto, anche Nicola Ciotti è volato molto in alto, saltando 2,28. Un altro bel risultato nell’alto lo ha ottenuto Alessandro Talotti con 2,22 a Brno l’8 febbraio. Sempre l’8 febbraio, al meeting francese di Lievin Christian Obrist aveva corso gli 800 metri in 1.50.83. In precedenza, al meeting di Vienna l’1 febbraio, avevano gareggiato negli 800 metri in un qualificatissimo meeting internazionale 3 atleti del Francesco Francia: Yuri Maenza 1.56.28, Marco Simoni 1.57.40, Luca Riponi 1.59.51.

 

Giorgio Rizzoli



Condividi con
Seguici su: