Podi per Bizzotto e Benevelli e gli altri piazzamenti degli atleti E-R




 

L’Emilia Romagna vince 5 titoli nazionali (Bilotti nei 60 metri promesse, Braga nel lungo promesse, Conti nei 400 metri juniores e la doppietta della Folorunso nei 200 metri e 60 hs juniores) e conquista altri 4 podi ai Campionati Italiani Juniores e Promesse che si sono disputati ieri e oggi ad Ancona.

Abbiamo già raccontato i 5 successi, nonché le medaglie di bronzo vinte ieri da Simone Pettenati nei 60 metri juniores e da Riccardo Serra nel lungo promesse, vediamo ora le 2 medaglie d’argento vinte oggi da Gabriele Bizzotto (Cus Parma) negli 800 metri promesse e da Elena Benevelli (Atl. Reggio) nei 400 metri juniores, oltre agli altri piazzamenti nei primi 8 degli atleti della nostra regione.

Le altre medaglie: 800 metri promesse m.: la seconda delle 3 serie era stata vinta in 1.55.26 da Luca Braga (Atl. Mogliano), tempo non eclatante e quindi c’è il rischio che in terza serie si corra una gara piuttosto tattica. Infatti è così, con una prima parte corsa più lentamente delle altre 2 serie, ma il finale più rapido consente a Mohad Abdikadar (Aeronautica) di vincere il titolo nazionale con 1.54.24, che precede il parmense Gabriele Bizzotto con 1.55.05, pochi centesimi di vantaggio sia su Emilio Perco (Atl. Feltre) nella sua serie con 1.55.16, che rispetto a Luca Braga. Bizzotto è quindi medaglia d’argento, come lo scorso anno.

400 metri juniores f.: Elena Benevelli ieri aveva realizzato il miglior tempo in batteria, demolendo il primato personale con 57.00. La reggiana va molto bene anche in finale, in cui si ripete con 57.10, ma il 1° posto è saldamente nelle mani della favorita Lucia Pasquale (Olimpia Club Molfetta) con 56.34. Per la Benevelli si tratta della prima medaglia vinta in un campionato nazionale: lo scorso anno si piazzò all’8° posto ai Campionati Allieve nei 400 hs.

Gli altri piazzamenti: 60 metri juniores m.: oltre al 3° posto di Simone Pettenati (Modena Atletica) con 6.86, aveva conquistato la finale anche Marco Gianantoni (Virtus Emilsider Bologna) con 6.96 in batteria, per la prima volta sotto i 7 secondi. In finale il virtussino, che era stato nel 2012 campione italiano allievi nei 100 metri, si piazza al 5° posto con 6.97.

200 metri juniores m.: dopo il 5° posto di ieri, Gianantoni ci riprova anche sui 200 metri, conquistando la finale B con il tempo di 22.18: in questa finale è 2° con 22.21, che significa 6° posto assoluto.

400 metri juniores m.: avevamo già citato nell’articolo sulla vittoria di Francesco Conti, anche il 6° posto del suo compagno Giuseppe Sangiorgi, con 49.97.

800 metri juniores m.: Yassin Bouih (Atl. Reggio) si piazza al 2° posto in terza serie, quella con gli atleti più forti, ma in seconda serie in 2 fanno meglio e Yassin questa volta si deve accontentare del 4° posto con 1.55.23. Il podio gli sfugge solo per 6/100.

60 hs juniores m.: Alessandro Faragona (Fratellanza 1874 Modena) sfiora il podio, piazzandosi al 4° posto con 8.14, a 1/100 dal tempo del 3° classificato ed eguaglia il personale.

Asta juniores m.: 7° posto per Edoardo Fontana (Atl. Cinque Cerchi) con 4,30 e 8° per Daniele Zobbi (Atl. Reggio) con 4,20.

4x200 juniores m.: 5° posto per la Virtus Emilsider Bologna, con Andrea Pedrelli, Rubens Ferrari, Matteo Migliarese e l’instancabile Marco Gianantoni. Tempo 1.32.82.

60 metri promesse m.: nella gara vinta da Lorenzo Bilotti (Atl. Imola Sacmi Avis), 5° posto in finale per Luca Valbonesi, suo compagno di club, con 6.91.

400 metri promesse m.: 5° posto in finale per Gabriele Hazmi (Virtus Emilsider Bologna) con 48.83.

800 metri promesse m.: nella gara che ha dato l’argento a Bizzotti, si piazzano anche al 7° e 8° posto Damiano Guerrieri (Corradini Rubiera) e Riccardo Tamassia (Fratellanza) con 1.55.85 e 1.55.98.

1500 metri promesse m.: ancora Guerrieri e Tamassia, anzi Tamassia e Guerrieri che ieri si erano piazzati rispettivamente al 4° e 7° posto nei 1500 con 3.51.81 e 3.55.61.

4x200 promesse m.: 5° posto per la formazione della Atl. Imola Sacmi Avis, con Andrea Mazzanti, Alberto Brini, Paolo Monti, Luca Valbonesi, con il tempo di 1.32.64.

Alto promesse m: 4° posto a pari merito per Luca Ferretti (Fratellanza) con 2,00, nella gara vinta dal sammarinese Eugenio Rossi (Atl. Biotekna Marcon) con 2,14.

Asta promesse m: 5° posto e primato personale con 4,60 per Francesco Azzoni (Atl. Piacenza).

Lungo promesse m: oltre il 1° posto di Stefano Braga (Atl. Piacenza) e il 3° di Riccardo Serra (Fratellanza), entra nei primi 8 anche Daniele Ragazzi (Francesco Francia) con 7,07.

60 metri juniores f.: 8° posto in finale con primato personale di 7.89 per Elena Fantesini (Atl. Reggio), che aveva già migliorato in batteria con 7.90.

400 metri juniores f.: oltre al 2° posto di Elena Benevelli, aveva conquistato la finale anche Sara Dall’Aglio (Cus Parma) che si piazza al 6° posto con il tempo di 58.09.

60 hs juniores f.: nella prima gara vinta da Ayomide Folorunso, nella finale A c'era anche Giulia Tizi (Cus Bologna), che si è piazzata al 6° posto con 9.07, dopo avere corso in batteria in 9.01, primato personale.

Alto juniores f.: 6° posto per Rebecca Grazioli (Mollificio Modenese) con 1,62.

Asta juniores f.: 8° posto per Martina Muracchini (Olimpus San Marino) con 3,10.

Triplo juniores f.: 6° posto per Federica Roberto (Atl. Cinque Cerchi) con 11,73.

Marcia 3000 metri juniores f.: 6° posto per Sara Vitiello (Self Montanari Gruzza) con 15.06.63, primato personale.

60 metri promesse f.: 4° posto in finale per Federica Giannotti (Atl. Reggio) con 7.61, stesso tempo della terza classificata, la ex compagna di club Judy Udochi Ekeh, ora passata all’Esercito.

60 hs promesse f.: 7° posto in finale per Elisa Caviglia (Cus Parma) con 8.87, primato personale.

Marcia 3000 metri promesse f.: 5° posto per Andrea Morelli (Interflumina E’ Più Pomì) con 14.45.44.

4x200 promesse f.: 4° posto per il Cus Parma (Mara Squadroni, Elisa Caviglia, Ambra Gatti, Matilde Valentini) con 1.46.03 e 5° per il Francesco Francia (Marina Malossi, Elisabetta Magnaterra, Carlotta Camilli, Laura Tinarelli) con 1.48.83.

Giorgio Rizzoli

La foto di Alessandro Faragona è di FIDAL COLOMBO / FIDAL



Condividi con
Seguici su: