Pista: successo di partecipanti per la nona edizione di Verdatletica




 

Ivrea (TO) 13 settembre. Si è svolta sabato ad Ivrea la 9° edizione del meeting giovanile Verdatletica dedicato alle categorie giovanili cadetti, ragazzi ed esordienti; in programma anche alcune gare di contorno riservate alle categorie assolute.

Tra i giovanissimi in primo piano appunto i cadetti, che avranno ad ottobre l’appuntamento clou della loro stagione con il criterium nazionale a Cles. In campo femminile successi per Chiara Rollini (Libertas Oleggio) sugli 80 metri con 10.64, e per Helen Falda (Sisport) sui 300 metri con 43.58 (per lei anche un terzo posto sugli 80 metri con 10.92). Aurora De Miglio (Atl. Avis Bra) si impone nei 2000 metri con 7:07.30, mentre nell’alto la vittoria va a Martina Ronzani (Atl. Stronese) con 1,51 metri e nel peso a Giada Gregoletto (Zegna) con 10,77 metri.

In campo maschile Mattia Rossetto Casel (Atl. Savoia) si aggiudica gli 80 metri con 9.86; Liu Wu (Atl. Saluzzo) sui 300 metri ferma il cronometro a 38.02 mentre sui 2000 metri primo a tagliare il traguardo è Marco Lano (Pol. Mezzaluna Villanova) con 5:58.99. Nei concorsi Andrea Carioti (Atl. Santhià) si aggiudica l’alto con 1,60 metri e Alberto Luigi Lison (Bugella) si impone nel peso con 13,36 metri.

Nelle gare destinate alle categorie assolute, a livello femminile da segnalare il 27.27 sui 200 metri di Maria Costanza Moroni (Zegna), l’11:06.18 sui 3000 metri di Alice Minetti (Atl. Cuneo) e il 10:49.51 sui 2 km di marcia dell’allieva Sara Gallino (Atl. Avis Bra). In campo maschile 7,17 metri nel lungo per Lorenzo Crosio (Fiamme Oro), 23.26 sui 200 metri di Emanuele Ottaviani (GS Chivassesi), 1:58.09 sugli 800 metri di Stefano Rolland (Cus Torino), 9:04.87 sui 3000 metri di Umberto Baracchi (Atl. Alessandria); infine nel peso assoluti Lorenzo Puliserti (Atl. Vercelli 78) ottiene 12,39 metri mentre nel peso junior Simone Conto (Atl. Canavesana) va a 13,23 metri.

Oltre al triathlon ragazzi e ragazze numerose le prove per le varie tipologie di esordienti per un numero complessivo di circa 300 giovanissimi atleti. Da ricordare a questo proposito una premiazione dal sapore particolare: il Vice Presidente Vicario della Fidal Piemonte, il Cavaliere Giuseppe Aragno, ha infatti consegnato la Coppa alla memoria dell’indimenticabile professore Gabriele Rufino all’atleta più giovane iscritto in gara. Ad aggiudicarsi il premio è stato Andrea Aresca dell’Atl. Cogne Aosta nato il 27/12/2004.

Nella foto la premiazione del memorial Rufino con il riconoscimento al più giovane atleta in gara

(Fonte: Fidal Piemonte - Myriam Scamangas)



Condividi con
Seguici su: