Pista: i risultati del X Meeting Nazionale di Primavera di Mondovì




 

Mondovì (CN) 3 giugno. Si è svolto ieri pomeriggio a Mondovì il X Meeting Nazionale di Primavera, un appuntamento ormai tradizionale e atteso nel calendario agonistico piemontese. Diversi gli atleti che hanno migliorato i propri personali stagionali compiendo anche balzi in avanti nelle graduatorie del 2009.

In campo femminile, partendo dalle categorie giovanili, buon momento di forma per Arianna Curto (GS Murialdo) che, dopo l’exploit sui 300 hs dello scorso weekend ieri con 5,40 metri di salto in lungo balza al secondo posto della graduatoria stagionale cadette. Tra le allieve migliora anche Giulia Liboà (Atl. Mondovì) nei 100 metri dove fa registrare un 12”36 in batteria che però non conferma in finale. Restando alla velocità, dopo i risultati discussi dello scorso Meeting Alla Ricerca del Minimo, tornano alla ribalta Franscesca Roattino (Atl. Mondovì) con un brillante 12”21 sui 100 metri che le vale la 2° prestazione nazionale stagionale tra le junior, davanti a Martina Amidei (Cus Torino) che ferma i cronometri a 12”25. La piemontese in forza all’Esercito Clelia Calcagno si ferma a 12”30 ma è nei 200 che si afferma con maggior facendo siglare un 24”89 che le vale la 2° prestazione nazionale stagionale. Netto miglioramento nel mezzofondo per Laura Costa (Vittorio Alfieri Asti) nei 3000 metri dove, con 9’46”80 ottiene la miglior prestazione nazionale stagionale categoria promesse. Nel lungo si migliorano anche Marta Mina (Cus Torino) tra le promesse con 5,83 metri e Carlotta Guerreschi (Mizuno) nelle junior con 5,72 che le vale la seconda piazza nella graduatoria 2009. Nel disco cresce Giorgia Barbatella (Fiamme Oro) con 53,16 metri con cui consolida la 3° posizione nella graduatoria stagionale.

In campo maschile cresce la condizione per Kevin Ojiaku (Atl. Canavesana) che nel lungo, pur con una bava di vento contro, arriva a 7,59 metri migliorando il suo 7,27 metri e lasciando intendere per il titolo nazionale una nuova sfida con l’altro piemontese Federico Chiusano (Mizuno) che con 2,9 metri di vento a favore a Lignano è atterrato a 7,64 metri. Netto miglioramento anche per Andrea Pace (Atl. Mondovì) nel disco: 46,21 metri il suo nuovo primato stagionale che supera nettamente il 41,55 metri che aveva in precedenza. I 3000 metri maschili sono stati una gara piuttosto tirata dove tutti i primi hanno ottenuto brillanti riscontri: vince Stefano Guidotti Icardi (Cus Torino) con 8’24”54 (si migliora quest’anno di 10 secondi), 2° prestazione nazionale stagionale della categoria promesse. Dietro di lui bene anche Roberto Catalano (Cus Torino) con 8’26”03 e i gemelli Dematteis (Atl. Val Varaita) con Martin in 8’26”58 davanti a Bernard in 8’30”96. Nella velocità miglioramenti sui 200 metri per Fabrizio Squillace (Cus Torino) con 21”69 e per Edoardo Sangiorgi (Mizuno) con 22”48; e sui 400 metri per Edoardo Vallet (Fiamme Oro, al suo debutto stagionale in una gara individuale) con 48”45 e per Fabrizio De Leo (Cus Torino) in 49”14 che migliora nettamente il 50”06 registrato fin qui.

Tra gli altri risultati da ricordare i 400 metri femminili con Cristina Grange (Atl. Canavesana) che chiude in 55”96 davanti ad Anna Laura Marone (Cus Torino) che si migliora con 57”25. Nel lungo maschile buon salto per Andrea Guarino (Cus Torino) che arriva  a lambire i 7 metri atterrando a 6,92 metri; nell’alto femminile Valentina Negro (Atl. Canavesana) si conferma tra le junior più quotate della stagione salendo a 1,76 metri (quest’anno è già salita a 1,78 metri). Nel disco assoluti maschile migliora anche Ferdinando Nicotra (Virtus Lucca) scagliando l’attrezzo a 52 metri; negli 800 metri maschili ancora da registrare il risultato di Nassim Haddoumi (Zegna) con 1’53”71.

Nella foto Laura Costa

(Fonte: Fidal Piemonte - Myriam Scamangas)

Condividi con
Seguici su: