Pista, così i meeting del week-end




 

Domenica 29 maggio la sfida del disco al XVII Meeting di Latina “Memorial Aldo Di Pietro” è andata al carabiniere altoatesino Hannes Kirchler che con 60,09 ha superato gli avieri Federico Apolloni (58,72) e Marco Zitelli (58,62), mentre la promessa delle Fiamme Gialle, Eduardo Albertazzi ha chiuso al quarto posto con 54,73. Al femminile vittoria della campionessa tricolore Laura Bordignon (Fiamme Azzurre), 55,93. Nel lungo Emanuele Formichetti (SM Esercito) è planato a 8,04 con +3.2 di vento alle spalle. Per lui anche un 7,83 regolare (+1.4). Nelle gare su pista (con cronometraggio manuale), 8.5 a 8.6 (-1.3) in finale tra l'aviere Micheal Tumi e il poliziotto Luca Verdecchia sugli 80 metri, distanza che al femminile vede imporsi Giulia Arcioni in 9.4 (-1.4). L'azzurra della Forestale è finita poi seconda nei 200 in 23.4 (+0.9) dietro al 23.1 della campionessa tricolore dei 100hs Marzia Caravelli (CUS Cagliari), leader del barriere alte in 13.4 Sui 200 degli uomini il più veloce è Alessandro Cavallaro (Sport Club Catania), 21.0 (+1.2), mentre il poliziotto Isalbet Juarez si aggiudica il giro di pista in 46.2. Nei 1500, il tricolore indoor Marco Najibe Salami (Esercito) regola in 3:42.7 la concorrenza composta dal marocchino Lhoussaine Oukhrid (Pol. Gavirate), 3:42.8, e Gilio Iannone (Esercito), 3:43.0.  [RISULTATI/Results]  

Lo stesso giorno allo Stadio dei Marmi di Roma è andato in scena il 44° Trofeo "Giorgio Bravin". Nella velocità vanno a segno la promessa delle Fiamme Gialle, Delmas Obou, 10.58 (+2.0), e la junior Anna Bongiorni (CUS Pisa Atl. Cascina), 11.99 (-0.6) come la corregionale Irene Siragusa (Atletica 2005) su cui la spunta al fotofinish. I 110hs vedono, invece, l'affermazione dell'under 20 Luca Trgovcevic (Studentesca CaRiRi), 14.51 (-1.1). Successo per la rappresentativa Juniores della Toscana davanti a quelle di Lazio e Umbria, mentre nella classifica di società primeggiano gli uomini dell'ACSI Campidoglio Palatino e le donne dell'Atletica Villanova '70. [RISULTATI/Results]  

Mezzofondo in copertina nei due meeting veneti del week-end. A Villafranca (Verona), Angela Rinicella ha vinto i 1500 in 4’20”40, precedendo in volata Eleonora Berlanda (4’20”43). Terza la trevigiana Giulia Alessandra Viola, approdata, con 4’21”62, al minimo per gli Europei under 23 di Ostrava (14-17 luglio). Nella gara maschile, vinta da Elia Polli (3’47”51), seconda piazza per lo junior romagnolo Marco Zanni che, con 3’48”58, ha ottenuto il lasciapassare per la rassegna continentale di Tallin (21-24 luglio). Impresa dell’allievo bellunese Emilio Perco, terzo, sceso a 3’52”67. Il miglioramento è netto (oltre 6”) e, insieme ad un posto tra i migliori venti under 18 italiani di sempre, frutta all’atleta dell’Ana Feltre un ampio “pass” per i Mondiali allievi di Lille (6-11 luglio). Nel peso, primato personale per la junior veneziana Francesca Stevanato: 15.08, 29 centimetri di miglioramento, e conferma dello standard federale per la partecipazione alla rassegna continentale di categoria.  A Noale (Venezia), nella II prova del Circuito di Mezzofondo in ricordo di Massimiliano Corso, exploit dei gemelli livornesi Lorenzo e Samuele Dini, scesi rispettivamente a 8’23”30 e 8’26”49 nei 3000 metri. Un ulteriore miglioramento rispetto al minimo (8’45”), già in loro possesso, fissato dalla Federazione per la partecipazione ai Mondiali allievi di Lille. Terzo lo junior veneziano Leonardo Bidogia (8’29”11). Negli 800 femminili, vinti da Claudia Maniero (2’13”20), netto progresso per le allieve vicentine Silvia Pento (2’13”84 ad un soffio dal lasciapassare iridato under 18) ed Elisabetta Baggio (2’15”27). Prova maschile a Mattia Picello (1’52”75) su Maurizio Bobbato (1’53”07). Nei 3000 femminili recita solitaria di Giovanna Epis (9’50”62). La promessa Francesco Cappellin ha vinto i 200 in 21”61 (+1.1). Sabato 28, al Grand Prix IAAF di Dakar (SEN) , bell'esordio stagionale negli 800 metri per la cubana dell'Assindustria Sport Padova, Yusneysi Santusti Caballero, seconda in 2:01.06 alle spalle dell'iridata sudafricana Caster Semenya, 2:00.61. Yusneysi, nata 26 anni fa a L’Avana e in Italia da tre stagioni, è appena tornata da uno stage di sei mesi in Kenya. Gareggerà il prossimo week-end in Coppa Italia a Firenze.

Nella foto, il discobolo Hannes Kirchler, vincitore a Latina (Giancarlo Colombo/FIDAL)




Condividi con
Seguici su: