Pista: 19 medaglie per il Piemonte ai CI J/P di Rieti. Statistiche e bilancio




 

Torino (TO) 16 giugno. Dopo la tre giorni di Rieti, il medagliere del del Piemonte al termine dei Campionati Italiani Junior e Promesse si dimostra in salute: il totale complessivo di medaglie conquistate dagli atleti piemontesi per nascita e tesseramento è di 19 medaglie di cui

8 TITOLI ITALIANI (Marouan Razine: 5000 - 1500 metri promesse; Laura Oberto: 400hs promesse; Michele Tricca: 400 metri promesse; Ilaria Marchetti: disco promesse; Francesca Massobrio: martello promesse; Gabriele Parisi: salto in lungo juniores; Debora Sesia: salto in alto juniores)

4 medaglie d’argento (Giacomo Isolano: 100 metri juniores; Costanza Martorelli: salto con l’asta juniores; Martina Merlo: 3000 siepi promesse; 4x100 promesse femminile Vittorio Alfieri Asti)

7 medaglie di bronzo (Giada Gregoletto: peso juniores; Italo Quazzola e Alessia Torello Viera: 3000 siepi juniores; Maurizio Tavella: 3000 siepi promesse; Soufiane El Kabbouri: 1500 metri; Giulia Crivello: 400hs; 4x100 juniores maschile Atl. Piemonte).

Diversi gli aspetti da segnalare. In primo luogo una crescita del numero di medaglie rispetto al 2012 (16 di un anno fa a Misano contro le 19 di Rieti) nonostante le defezioni per infortuni più o meno seri di atlete di livello nazionale come Martina Amidei, che lo scorso anno fece doppietta nella velocità femminile e il passaggio di categoria, e Giulia Liboà, bronzo nel 2012 ma nel 2013 già campionessa italiana assoluta indoor.
Le siepi si confermano specialità forziere per il Piemonte: ben quattro medaglie arrivano infatti dai 3000 siepi, una per ogni categoria e genere (junior e promesse maschile e femminile). Segno che il progetto tecnico biennale siepi-montagna sta raccogliendo doverosamente i propri frutti.
A livello individuale torna alla grande dopo l’infortunio che lo aveva tenuto lontano circa un anno dalle competizioni Marouan Razine; il marocchino del Cus Torino fa doppietta aggiudicandosi i 1500 e i 5000 metri e si prospetta come un punto fermo del mezzofondo giovanile nazionale, cui manca davvero solo più la cittadinanza. Diverse le conferme a medaglia nel 2013 di chi vinse già nel 2012: è il caso di Ilaria Marchetti (Cus Torino), di Laura Oberto (Atl. Canavesana), Martina Merlo (Cus Torino) e Michele Tricca (Fiamme Gialle) questi ultimi nonostante il passaggio di categoria. Crescono Debora Sesia (Sisport) che passa dall’argento all’oro nella categoria juniores per il salto in alto, e Gabriele Parisi nel lungo juniores, mentre si confermano sul podio nazionale Soufiane El Kabbouri (Cus Torino) e Maurizio Tavella (Avis Bra).

Prossimi appuntamenti i Campionati Europei Under 23 di Tampere (11-14 luglio) e Juniores di Rieti (18-21 luglio) dove rivedremo sicuramente in azione molti dei piemontesi protagonisti della tre giorni reatina appena conclusa.

(Fonte: Fidal Piemonte - Myriam Scamangas)



Condividi con
Seguici su: