Pista. Prendono il via domani a Baku i Trials Europei (EYOT) con sei piemontesi




 

Torino (TO) 29 maggio. Prendono il via domani a Baku, in Azerbaijan, gli EYOT, i cosiddetti Trials Europei che qualificano i giovani atleti del Vecchio Continente ai Giochi Olimpici Giovanili di Nanjing (16-28 agosto). La rassegna continentale, che durerà sino a domenica, vedrà anche la partecipazione di sei atleti piemontesi che si sono messi in luce nella prima parte di stagione: su tutti Lucia Prinetti Anzalapaya (PGS Decathlon Vercelli) neo primatista italiana di categoria del lancio del martello, e Stefano Sottile (Atl. Valsesia) che, con 2,15m nel salto in alto, ha stabilito la miglior prestazione italiana per un atleta al primo anno nella categoria allievi. Con loro Matteo Cristoforo Capello (Atl. Piemonte) nel salto con l’asta, Agnese Mulatero (Atl. Pinerolo) sui 100hs, Brayan Lopez (Atl. Pinerolo) sui 400m, Pietro Riva (Atl. Alba) sui 3000m.

 

Ricordiamo che i posti a disposizione per ogni singola disciplina per ogni continente sono stabiliti dalla IAAF.

 

Di seguito il programma gare e un’analisi delle singole prove che attendono i nostri giovani protagonisti.

BRAYAN LOPEZ. Primo dei piemontesi a scendere in pista già domani mattina: le tre batterie dei 400m maschili sono infatti in programma a partire dalle ore 12.30. Allenato da Antonio Dotti e tesserato per l’Atletica Pinerolo, quest’anno il giovane atleta di origine dominicana si è migliorato nettamente portando il primato personale a 48.56. A febbraio ad Ancona si è laureato campione italiano indoor di categoria. Particolarmente dura la selezione per l’Europa in questa disciplina con solamente due posti a disposizione per Nanjing. E’ al suo esordio in azzurro.

 

LUCIA PRINETTI ANZALAPAYA. Tesserata per il PGS Decathlon Vercelli e allenata da Giorgio e Renzo Reggiani, Lucia ha migliorato per ben due volte, in questo inizio 2014, il record italiano di categoria nel lancio del martello: 65,95m a Santhià poi 67,32m a Novara. Non è la prima volta che la piemontese si impadronisce di un record italiano visto che nel 2011 aveva fatto suo il primato cadette e vinto il titolo italiano di categoria. Ha già esordito in azzurro lo scorso anno al Triangolare Internazionale di Lanci u23 di Halle e agli EYOF di Utrchet. Nutre buone possibilità di volare a Nanjing visto che l’Europa può qualificare ben 11 martelliste. Scende in gara sabato 31 maggio: primo gruppo di qualificazione ore 9.30, secondo gruppo ore 10.50.

 

STEFANO SOTTILE. Seguito da Valeria Musso, il tecnico che scoprì e lanciò Marco Fassinotti a inizio carriera, è tesserato per l’Atl. Valsesia. Scenderà in pedana in cerca della qualificazione per la finale di salto in alto maschile sabato 31 maggio con inizio alle ore 12.00. Forte del 2,15m realizzato a Biella il 4 maggio con il quale ha realizzato la miglior misura di sempre per un sedicenne, si è migliorato di 10cm dal 2,05m di febbraio con il quale si è laureato campione italiano allievi indoor. E’ campione cadetti in carica ed è al suo esordio in azzurro. Anche per lui ci sono buone possibilità di volare in Cina visto i cinque posti disponibili per l’Europa.

 

MATTEO CRISTOFORO CAPELLO. Allenato da Riccardo Frati e tesserato per l’Atl. Piemonte, nel salto con l’asta quest’anno è salito a 4,60m. La finale del salto con l’asta è in programma il pomeriggio di sabato 31 maggio alle ore 15.30. Otto i posti messi in palio dalla IAAF per l’Europa, impresa dunque non facile ma possibile per il torinese che è al suo esordio in azzurro.

 

AGNESE MULATERO. Seguita da Antonio Dotti e tesserata per l’Atl. Pinerolo, è specialista dei 100hs, disciplina nella quale ha fatto il suo esordio in azzurro nel 2013 agli EYOF di Utrecht; dopo aver vinto il titolo italiano di categoria a ottobre ha poi preso parte alle Gymnasiadi di Brasilia nel mese di novembre. Per lei primato personale di 14.05 realizzato a Biella nel mese di maggio. Le sue batterie sono in programma per sabato 31 maggio alle ore 16.40 mentre quattro sono i posti messi a disposizione dalla IAAF per le atlete europee specialiste della disciplina.

 

PIETRO RIVA. Seguito dal tecnico Alessandro Perrone e tesserato per l’Atl. Alba, come Mulatero e Prinetti ha già esordito in azzurro lo scorso anno in occasione degli EYOF di Utrecht. Per la sua gara, i 3000m, finale diretta sabato 31 maggio alle ore 18.30; 8:32.87 il primato personale del cuneese sulla distanza, realizzato a fine aprile a Lodi. Davvero complicata la sua qualificazione, con un solo posto a disposizione per gli atleti europei.

 

La squadra italiana a Baku

 

Gli iscritti

 

(Fonte: Fidal Piemonte - Myriam Scamangas)

 

 



Condividi con
Seguici su: