Pillole Mondiali: Osaka -5




 
Notizie in breve in chiave Mondiali. Il calendario della rassegna iridata di Osaka segna oggi: -5 giorni all'inzio delle gare. ITALIA, PRIMO GIORNO DI LAVORO Prima vera giornata di lavoro a Osaka per la squadra nazionale azzurra. Dopo l'ambientamento di domenica, oggi, lunedì, è stato il momento dello scontro con gli effetti del jet-lag, apparentemente però superato da tutti senza grandi difficoltà (nessun clamoroso ritardo alla colazione del mattino). Dopo le operazioni di accredito, e il test antidoping per cinque azzurri, nel pomeriggio (ma per i marciatori anche al mattino presto), sessione di allenamento: i lanciatori si sono recati presso l'impianto di Hattori-Ryokuchi, a loro dedicato; saltatori, sprinter e mezzofondisti hanno invece lavorato presso il campo di riscaldamento dell'immenso Nagai Stadium (il Nagai II), testando così la pista sulla quale si svolgeranno le gare. Per i velocisti, il menù del giorno è stato costituito soprattutto da andature e allunghi, mentre Andrew Howe e Fabrizio Donato si sono dedicati allo sprint (ottenendo tra l'altro riscontri molto positivi). In campo diversi stranieri, tra cui la mozambicana Maria Mutola, protagonista di una seduta di lavoro molto intensa. I marciatori si sono allenati in un parco cittadino nei pressi del Rihga Grand Hotel, in compagnia degli specialisti di molti paesi (tra cui gli spagnoli). Grande attenzione, da parte dei ragazzi del tacco e punta, alle condizioni ambientali, giudicate comunque da tutti meno difficili del previsto, con il caldo che è sì pressante, ma non asfissiante come temuto. Alex Schwazer macina chilometri, così come Giorgio Rubino ed Elisa Rigaudo. Mentre Brugnetti... BRUGNETTI, ANNIVERSARIO CON...REGALO Oggi, 20 agosto 2007, sono passati tre anni dal successo olimpico di Atene 2004. Festeggiato dai colleghi, Ivano Brugnetti ha ricevuto un bel regalo dal suo allenatore, Antonio La Torre: una ventina di chilometri di allenamento (poco più di diciotto per la precsione), divisi nelle due sedute quotidiane. Quelli del pomeriggio, tra l'altro, da percorrersi anche ad andatura allegra. E poi dicono che non c'è riconoscenza. LA PISTA, FINALMENTE Celebrata da comunicati stampa e articoli di giornale, la nuova pista su cui si sisputeranno le gare iridate - il manto si chiama Top Ace CL - trova tifosi anche in azzurro. Molto soddisfatti, al termine della seduta di allenamento, gli sprinter: "Si corre che è una meraviglia", la sintesi pronunciata da Simone Collio. 203 PAESI, RECORD...MONDIALE La IAAF ha comunicato oggi che ai Mondiali parteciperanno atleti in rappresentanza di 203 paesi, dato che costituisce il nuovo record per questa manifestazione. Il limite precedente (lo diciamo adoperando la formula di rito per la notizia di primati) era stato stabilito a Siviglia, in occasione dell'edizione del 1999. Per la cronaca, alla IAAF aderiscono 212 paesi. IL PRESIDENTE ARESE DOMANI MATTINA AD OSAKA Ha lasciato l'Italia questa mattina, e dunque approderà ad Osaka domani mattina, intorno alle 10. Il presidente della FIDAL Franco Arese raggiungerà subito gli azzurri al Grand Hotel Rihga; successivamente, guiderà la delegazione italiana al Congresso della IAAF, che si aprirà in serata. Giovedì 23, a Casa Italia Atletica (presso l'Hotel Dojima Ambient), Arese incontrerà la stampa; con lui, il DT Nicola Silvaggi e alcuni degli atleti impegnati il 25 agosto, primo giorno di gare. DA DOMANI CONGRESSO IAAF, 4 ITALIANI CANDIDATI Con la cerimonia d'apertura di domani sera, scatta il Congresso IAAF, che porterà la Federazione mondiale, nelle giornate di mercoledì e giovedì 22 e 23 agosto, a rieleggere tutti i componenti le proprie cariche elettive. In lizza, anche quattro italiani: Anna Riccardi (per il Consiglio), Maurizio Damilano (Chairman della Commissione Marcia, tenta la rielezione), Massimo Magnani (candidato per la Commissione cross), Pierluigi Migliorini (candidato per la Commissione Masters). DI MARTINO, NESSUN ESAME, MERCOLEDI' PARTENZA PER OSAKA E' saltato l'esame diagnostico che Antonietta Di Martino avrebbe dovuto effettuare questa mattina a Roma. L'azzurra (che non lamenta da tempo nessun dolore, e che ha ripreso a saltare regolarmente) ha riferito allo staff sanitario FIDAL di aver avuto problemi con l'auto durante il trasferimento verso Roma, e quindi, a causa del tempo perduto, si è vista costretta a rinunciare. Proseguirà la preparazione a casa, e poi, mercoledì pomeriggio, volerà a Osaka con il resto della squadra azzurra (partiranno in dieci, tra cui la Martinez, Bourifa, i marciatori Cafagna e De Luca, le maratonete. m.s.


Condividi con
Seguici su: