Piemonte culla dell'Atletica Leggera (13a parte)

20 Aprile 2020

Nella tredicesima puntata della storia dell'atletica piemontese il tema è: in pista concorsi ed ostacoli.

 

Delle grandi società storiche solo il Cus Torino è ancora in primo piano, con l’ introduzione dell’ arruolamento femminile all’inizio del 2000 la Sisport perde interesse per il settore rosa.

La Safatletica attivissima nel settore giovanile dal 1988, nel 2008 dà vita all’Atletica Piemonte Mizuno, radunando 15 società piemontesi per partecipare all’attività assoluta.


La funzione delle società piemontesi si caratterizza sempre di più come un’attività di reclutamento e preparazione degli atleti dai 12 ai 19 anni, con passaggio alle società militari o alle poche nazionali di un certo livello.

Diversi atleti di spicco nei lanci.

Marco Lingua, classe 1978, martellista con la quarta misura di tutti i tempi 79,97, tuttora attivo. Dopo aver cominciato nel GS Chivassesi è passato all’Aeronautica Militare, alla Libertas Catania, alle Fiamme Gialle, poi da Master al Calvesi  fino a formare una sua società la Marcolingua4ever. 23 maglie azzurre: Olimpiadi di Pechino e Rio de Janeiro, 2 Mondiali, 2 Mondiali Militari, 4 Europei, 1 Europeo Promesse e  Junior, 3 Coppe Europa. 18 titoli nazionali: 3 assoluti estivi e 7 invernali, 3 Promesse estive e 2 invernali, 2 Junior e 1 Allievo.

Claudia Coslovich continua la tradizione del giavellotto della Sisport dove resta per quindici anni per passare poi alla Fondiaria Sai. 42 maglie azzurre: Olimpiadi di Sidney ed Atene, 3 Mondiali, 1 Europeo, 3 Giochi del Mediterraneo con un oro e un argento, 1 Universiade, 4 Coppa Europa con un oro, un argento e due bronzi. Vanta 13 titoli assoluti e 7 invernali.

La sostituisce Zahra Bani cresciuta giovanissima nel La Salle di Giaveno con i grandi Fratel Mario e Fratel Carlo, passa alla Sisport dove trova Carlo Lievore che esalta le sue grandi qualità, veste la maglia azzurra 26 volte: Olimpiadi di Pechino, 3 Mondiali assoluti e 1 Junior, 3 Europei assoluti e 1 U23, 1 Universiade e 2 Giochi del Mediterraneo con 2 argenti. Sette titoli assoluti e nove invernali.

Due discobole amiche, ma sempre in competizione Giorgia Baratella e Giorgia Godino. Baratella dall’INA Primavera al Cus Catania, al Cus Bologna e alle Fiamme Oro, 7 maglie azzurre, 2 titoli; Godino dal Cus , alla Sisport, di nuovo al Cus ed alle Fiamme Oro, una maglia azzurra e un titolo.

Grande speranza la discobola e pesista Daisy Oyemwenosa Osakue, dieci anni alla Sisport nelle capaci mani di Maria Marello oggi alle Fiamme Gialle, primatista U23 dopo 39 anni con 57,49, oggi ha un personale di 60,26; 5 maglie azzurre, 1 Mondiale a Doha, u1 Europeo e 1  Europeo a squadre, 1 Universiade con oro.

Francesca Massobrio martellista è cresciuta nell’Alfieri di Asti, al Cus Torino, alle Fiamme Oro oggi è tornata  al Cus.

Una maglia azzurra, ma tanta attività giovanile: mondiale Allieve, Gymnasiadi, EYOF, Europei Junior e U23, un bronzo ai Giochi del Mediterraneo. Un titolo italiano, ma tre Universitari, tre Promesse assoluti e due invernali, uno Junior, due giovanili e uno Cadette.

Da ricordare Daniele Crivellaro, dall’ Atletica Canavesana all’UGB e all’ Aeronautica Militare per un titolo nel giavellotto.

Atleta con una lunga carriera il triplista Paolo Camossi esordiente nel Derthona, poi 9 anni all’ Atletica Alessandria, 3 nelle Fiamme Azzurre e infine all’Atletica Brugnera. 19 maglie azzurre: 1 oro ai Mondiali indoor, 1 argento ai Mondiali militari, 1 bronzo agli Europei indoor  e 1 oro ai Giochi del Mediterraneo, da ricordare 1 oro agli Europei Junior. Vanta un primato nel lungo di 8,16 e nel triplo di 17,45. Nove titoli: 7 nel triplo outdoor e 2 indoor.

Marco Fassinotti altista cresciuto nella Safatletica, poi nell’Atletica Piemonte Mizuno, arruolato nell’Aeronautica. 12 maglie azzurre: 2 Mondiali indoor e 1 outdoor, 2 Europei indoor e 3 outdoor, 3 Universiadi con un argento, un bronzo ai Giochi del Mediterraneo, da ricordare un Mondiale Junior. Detiene la seconda misura italiana nel salto in alto sia indoor 2,35 che outdoor 2,33.

Stefano Sottile lo scorso anno ha tolto a Tamberi la miglior misura del salto in alto stabilendo la seconda assoluta a 2,33. Ha iniziato da Esordiente nell’Atletica Valsesia, 3 anni fa è stato arruolato dalle Fiamme Azzurre. Due presenze in nazionale assoluta lo scorso anno, ai Mondiali di Doha e agli Europei, quarto;  inoltre: argento agli Europei U23, Mondiali ed Europei U20, oro ai Mondiali Allievi, Giochi olimpici giovanili nel suo palmares. Titoli italiani: 1 assoluto e 1 indoor, 2 U23, 1 Junior outdoor e 2  indoor, 2 Allievi outdoor e 2 indoor, 1 Cadetti.

Stefano Dacastello lunghista di ottimo livello con la quinta misura italiana 8,17. Iniziò nell’Atletica Alba, poi all’Aeronautica Militare, un anno al Cento Torri Pavia e infine alle Fiamme Gialle. Nove maglie azzurre: 1 Mondiale indoor, 1 Giochi del Mediterraneo, 1 bronzo all’ Universiade,  1 Mondiale militare, argento in Coppa Europa,  1 Europeo indoor e 1  U23. Sei titoli: 3 lungo , 1 staffetta  4 x 100, 2 staffette indoor.

Kevin Ojiaku lunghista, ha cominciato da Cadetto nell’Atletica Viola, poi all’Atletica Ivrea, Canavesana, quindi alle Fiamme Gialle. All’inizio aveva scelto il salto in alto con 2,10 da Junior, poi per problemi fisici passò al salto in lungo 8,20 outdoor e 7,93 indoor. Cinque presenze azzurre: 1 Mondiale, 1 Europeo   outdoor e 1 indoor con oro, 1 Giochi del Mediterraneo; da aggiungere 1 Mondiale Allievi.

Valeria Canella lunghista, cresciuta alla Sisport, poi al Cus Torino, infine alle Fiamme Azzurre. Sette maglie azzurre: 2 Coppa Europa outdoor e 1 indoor, 1 Universiade, 1 Junior. Quattro titoli, 1 outdoor e 3 indoor. Personale 6,56.

Sara Semeraro astista del Cus Torino, due anni al Cus Caglairi, una maglia azzurra.

Margaret Macchiut ostacolista della Sisport, poi alla Fondiaria SAI, 24 maglie azzurre: 2 Europei outdoor, 3 indoor e 1 Junior,  2 Giochi del Mediterraneo un bronzo, 8 Europa Cup due ori. Dodici titoli:  100 hs 7, 60 hs indoor 5.

Linda Olivieri ostacolista del Team Atletico Mercurio Novara, poi Atletica Piemonte, Atletica Monza e infine Fiamme Oro, due maglie azzurre: Mondiali di Doha, Europei; Europei U23 argento, Europei U20, Giochi del Mediterraneo U23. Titoli 2 U23 , 1 Junior e 1 Allieve.

Paolo Dal Molin, ostacolista, ha iniziato nel Cus Torino, poi all’Atletica Alessandria, all’Athletic Club 96 Alperia e infine alle Fiamme Oro. Sette maglie azzurre, 3 Mondiali indoor, 3 Europei  outdoor e 1 indoor con argento 7”51 record nazionale. Un titolo  nei 110 hs, due 60 hs indoor assoluto e uno Promesse.

Josè Reynaldo Bencosme de Leon, specialista dei 400 hs,  ha cominciato da Cadetto nell’Atletica Cuneo, nel 2011 arruolato dalle Fiamme Gialle. Sette maglie azzurre: Olimpiadi di Londra, 1 Mondiale, 3 Europei, 1 Universiade, 1 Giochi del Mediterraneo. Ha partecipato anche ad un Mondiale Junior e uno Allievi dove ha conquistato il bronzo.

Laura Oberto specialista delle Prove Multiple, cresciuta nell’Atletica Rivarolo, poi all’Atletica Canavesana e infine alla Bracco Atletica. Due maglie azzurre, record indoor Pentathlon 4176 punti.


Stefano Sottile


Condividi con
Seguici su:

Pagine correlate