Pettenati Bilotti Gianantoni tris nei 60 metri promesse




 

La prima giornata dei Campionati Italiani Indoor Juniores e Promesse ad Ancona si conclude splendidamente per l’atletica della nostra regione.

Nei 60 metri promesse il podio è tutto Emilia Romagna, con l’oro per Simone Pettenati (Fratellanza 1874 Modena), l’argento per Lorenzo Bilotti (Atl. Imola Sacmi Avis) e il bronzo per Marco Gianantoni (Virtus Emilsider Bologna). Prestazioni da primato personale per Pettenati, che ha vinto in 6.73, partendo da 6.83 e oggi già 6.76 in batteria, per Bilotti 2° in 6.78 (precedente 6.81) e per Gianantoni con 6.79 in batteria (e 6.85 con il 3° posto nella finale).

Per Simone Pettenati si tratta del primo titolo nazionale, dopo essere andato sul podio altre 4 volte: argento nei Campionati Italiani Juniores 2014 nei 100 e 200 metri, argento nei Campionati Promesse 2015 nei 200 metri, dove aveva vinto anche la medaglia di bronzo nei 100 metri. Buoni risultati degli atleti della Emilia Romagna anche nelle altre finali dei 60 metri.

Nei 60 metri juniores f. grande prestazione di Giulia Storti (Interflumina E’ Più Pomì) che si piazza al 2° posto in 7.68, dietro la veneta Emma Girardello. Nella finale la Storti ha migliorato il personale di 7.71, che aveva già avvicinato in batteria con 7.78 e in semifinale con 7.73. E’ il primo podio conquistato in un Campionato Nazionale per questa atleta, particolarmente predisposta per lo sprint breve in sala, nel quale aveva già saggiato la finale ai Campionati Italiani Allieve nel 2014, piazzandosi al 5° posto. Nella finale junior f. 4° posto per Eleonora Iori (Fratellanza 1874 Modena) con 7.70, stesso tempo della terza classificata. La Iori aveva corso molto bene in semifinale, ottenendo il 2° miglior tempo fra le 8 finaliste, con 7.63, tempo con cui aveva eguagliato il primato personale.

Nei 60 metri juniores m. Andrei Alexandru Zlatan (Atl. Reggio) si piazza al 5° posto in finale con 6.90. In semifinale aveva corso in 6.85, 3° miglior tempo fra gli atleti qualificati per la finale.

Nei 60 metri promesse f. 7° posto in finale per Georgina Boateng, un altro “prodotto” della scuola della Interflumina di Casalmaggiore, che fa parte “atleticamente” della provincia di Parma e quindi della Emilia Romagna. La Boateng ha corso in 7.75, lo stesso tempo che aveva ottenuto in batteria.

Giorgio Rizzoli

La foto della premiazione dei 60 metri promesse è di Giancarlo Colombo/FIDAL



Condividi con
Seguici su: