Pergine, incrocio per Howe e Schwazer




 

A Pergine, domani sera (gare dalle 17.30 alle 23), si ritrova una larga fetta dell'atletica azzurra, per una interessantissima quindicesima edizione del meeting internazionale. I nomi sono di attrazione assoluta, a cominciare da quelli di Andrew Howe (Aeronautica, che correrà i 200 metri, anticipati alle 19.20 anche per il rischio pioggia) e Alex Schwazer (Carabinieri, atteso ad un importante test sui 10000 metri di marcia, significativo in prospettiva della sua possibile partecipazione ai campionati del Mondo di Daegu sui 20km). Howe troverà sulla sua strada avversari relativamente abbordabili (il migliore è lo statunitense Deun White, accreditato di 20.55 quest'anno, ma, attenzione, anche di un 20.11 ventoso), mentre Schwazer se la vedrà soprattutto con il compagno d'allenamento e di club nei Carabinieri Matteo Giupponi, altro in predicato di vestire l'azzurro ai Mondiali. Le gare in programma vedranno protagonisti, tra gli altri: Mario Scapini (Pro Patria Cus Milano) e Giordano Benedetti (Fiamme Gialle) in un interessante confronto sugli 800 metri, e poi Marzia Caravelli (Cus Cagliari, 100hs), Jacques Riparelli (Aeronautica, 100), Emanuele Abate (Fiamme Oro, 110hs), Marco Vistalli (Fiamme Oro, 400), Ahmed El Mazoury (Fiamme Gialle, 5000), Stefano La Rosa (Carabinieri, 5000).

Mi fa piacere tornare su questa pista le parole della vigilia di Andrew Howe - dieci anni fa da allievo avevo corso in 10"48 ventoso e le impressioni restano buone". "Sto bene, domani punto a correre forte, sperando in condizioni ideali come lo erano oggi. L'obiettivo è quello di migliorare il primato personale e credo che la forma me lo consenta. Ho scelto il Meeting di Pergine perchè è posizionato nel periodo ideale, ad un mese dai Mondiali, oltretutto è un ambiente che ricorda molto la mia Rieti. Prima di Daegu penso che correrò ancora una volta, probabilmente al Terra Sarda, poi si vedrà cosa succederà in Corea. In una gara su più turni può succedere di tutto: l'importante è farsi trovare pronti".

Nella foto d'archivio, Alex Schwazer (Giancarlo Colombo/FIDAL)

(Intervista raccolta da Luca Perenzoni)

File allegati:
- Iscritti/Entry List



Condividi con
Seguici su: