Per Tobia Bocchi primato italiano juniores nel triplo




 

Con un primo salto a 16,54 (-0,4), la medaglia d'argento dei Campionati Europei Juniores di Eskilstuna, Tobia Bocchi (Cus Parma), migliora il primato italiano juniores che apparteneva con 16,41 a Paolo Camossi (1993) e Daniele Greco (2008). Bocchi migliora ovviamente anche il primato regionale che aveva stabilito nelle qualificazioni di Eskilstuna con 16,19 (in finale aveva saltato 16,51 con +2,1).

Bocchi si porta quindi al comando della gara dopo il primo turno di salti, con Andrea Chiari a 16,06 (+1,3) e Fabrizio Donato a 16,03 (+0,3). 

Ma la gara è appena iniziata.

2° turno: Andrea Chiari (Fiamme Gialle) si porta a 16,49 (+1,6), mentre Fabrizio Donato (Fiamme Gialle) incappa in un nullo. Salgono intanto nelle misure Stefano Magnini (Cus Insubria) con 16,13 (+1,0) e l'altro junior Simone Forte (Fiamme Gialle) con 16,10(+1,2). La gara si dimostra di buon livello ...

3° salto: si migliora Simone Forte che si porta a 16,24 (+0,), mentre Bocchi fa un altro buon salto a 16,10 (-0,3).

4° salto: si scatena Fabrizio Donato, classe 1976, che atterra a 16,91 (+0,5) e si porta al comando della gara.

5° salto: per Bocchi un altro salto notevole: 16,23 (-0,1), Si migliora Andrea Chiari con 16,30 (+0,7). Bocchi è quindi 2° alle spalle di Fabrizio Donato.

6° salto: con Donato che salta 16,63 (-0,7), si supera anche Stefano Magnini con 16,55 (+0,6) che supera di 1 cm Tobia Bocchi.

Classifica finale: 1° Donato 16,91; 2° Magnini 16,55; 3° Bocchi 16,54; 4° Chiari 16,49; 5° Forte 16,24. Tra gli 8 finalisti anche Daniele Ragazzi (Francesco Francia) che si piazza al 7° posto con 15,28 (+2,1).

Giorgio Rizzoli

 

 

 



Condividi con
Seguici su: