Per Bekele l'ennesima doppietta iridata




 
L’impresa è compiuta. Kenenisa Bekele non ha fallito l’obiettivo della vigilia, dominando anche la prova lunga del Mondiale di cross di Fukuoka e portando a cinque, per di più consecutivi, i suoi successi annuali “doppi” (4 chilometri e 12 chilometri) nella rassegna iridata di campestre. Nessuno potrà più battere il suo record, destinato quindi a restare immortale: dal 2007 il cross assegnerà un solo titolo (quello sulla distanza più lunga), e a Bekele non resterà che tentare di estendere il numero delle sue vittorie in questa specialità. E con la vittoria nei 3000 indoor del mondiale di Mosca del 10 marzo scorso, l’etiope ha chiuso una sorta di grande slam invernale, accaparrandosi tutto l’oro (inteso non solo in forma di medaglie) disponibile nel forziere del mezzofondo. Sul velocissimo tracciato giapponese, il signore del fondo ha vinto ancora una volta, superando il compagno di squadra Sileshi Sihine (finito a tre secondi) e il keniano Irungu, non riuscendo però a condurre la sua Etiopia anche sul gradino più alto della classifica a squadre, questa volta finita nelle mani del Kenya (davanti all'Eritrea, con gli etiopi terzi). Dignitosa la prova degli azzurri, undicesimi (secondi tra gli europei dipetro i portoghesi, settimi), con un De Nard caparbiamente nel gruppo di centro, 33esimo al traguardo. Bene anche Gianmarco Buttazzo, 42esimo, con Gualdi (60esimo) e Scaini (68esimo) a completare il punteggio di squadra. La nota più lieta in chiave italiana viene però dagli Junior uomini, decimi nella classifica per nazioni, e primi degli europei; così come primo degli atleti del vecchio continente (32esimo), è stato il molisano Andrea Lalli. La cosa acquista significato perché tra meno di nove mesi, come noto, l’Italia ospiterà proprio il campionato europeo di cross, a San Giorgio su Legnano, e gli azzurrini sono stati inviati in Giappone anche per acquisire esperienze (si spera preziose) in funzione di quella manifestazione. Doppio oro keniano (individuale, con Ndiwa Mangata Kimai, e a squadre) in questa prova. Nel cross corto donne, l’ultima delle gare in programma, vittoria per l’etiope Bati Gelete Burika, con oro a squadre all’Etiopia. In gara due azzurre, Angela Rinicella (49esima) e Adelina de Soccio (60esima). m.s. File allegati:
- Notizie dal sito IAAF



Condividi con
Seguici su: