Padova a tutto sprint con Baker e Richardson

03 Settembre 2021

Svelato il cast della 34esima edizione del meeting, in programma domenica: velocità di fuoco con le frecce americane. Gli olimpionici Stano e Palmisano nella marcia. STREAMING Rai Sport Web

 

I campioni olimpici Antonella Palmisano e Massimo Stano, le stelle statunitensi Sha’Carri Richardson, Ronnie Baker e Michael Norman, e nel complesso oltre trenta medaglie fra Olimpiadi e Mondiali. Si annuncia un pomeriggio grandi firme per l’edizione numero 34 del Meeting internazionale “Città di Padova”, domenica 5 settembre, allo stadio Daciano Colbachini. La novità principale della conferenza stampa di oggi - che ha svelato il cast della rassegna - è l’annuncio della formidabile sprinter statunitense Sha’Carri Richardson, vincitrice ai Trials di Eugene e poi assente ai Giochi Olimpici in seguito a una positività alla cannabis. Personaggio di primissimo piano dell’atletica mondiale, attuale n.1 della velocità a stelle e strisce, è divenuta nota anche per la corsa ad abbracciare sua nonna, seduta in tribuna, dopo il successo ai Trials, e non può passare inosservata per i suoi look sempre stravaganti: la sprinter, sesta donna di ogni epoca, è pronta a infiammare la pista veneta, opposta alla giamaicana campionessa olimpica con la staffetta 4x100 Briana Williams, 10.97 quest’anno. Nei 100 al femminile anche le staffettiste Usa d’argento a Tokyo Javianne Oliver e Dezerea Bryant, e la connazionale da 10.74 in carriera English Gardner. È favoloso anche il parterre dei 100 metri al maschile: oltre al già annunciato Norman, arrivano a Padova altri jet a stelle e strisce, a partire da Ronnie Baker, quinto a Tokyo nella finale dell’apoteosi di Jacobs (dopo una semifinale da 9.83) e trionfatore nelle tappe di Diamond League di Stoccolma e Montecarlo. Con loro, una star dello sprint mondiale come Justin Gatlin, il vincitore di Rovereto Marvin Bracy e Mike Rodgers. Il sesto uomo sotto i dieci secondi è il giamaicano Julian Forte. Si corre, eccome.

Il meeting padovano, che vedrà la presenza in tribuna del presidente della FIDAL Stefano Mei, ha ufficializzato la partecipazione di altre due medaglie di Tokyo. Si tratta della russa d’argento nel salto con l’asta Anzhelika Sidorova, campionessa del mondo in carica, e del bronzo dei 110 ostacoli, Ronald Levy (Giamaica). Sidorova, detentrice del record del meeting con 4,75, troverà una delle azzurre di Tokyo: la padovana d’adozione Elisa Molinarolo (Atl. Riviera del Brenta), oltre alla russa Polina Knoroz. Levy riceve la sfida del connazionale Rasheed Broadbell e degli azzurri delle Fiamme Oro, Paolo Dal Molin (bronzo agli Euroindoor di Torun e semifinalista olimpico) e Hassane Fofana. 

L’elenco degli iscritti è ricchissimo. Nella marcia, i campioni olimpici Stano e Palmisano si cimentano sulla distanza dei 2000 su pista, entrambi con l’ambizione di ritoccare la migliore prestazione italiana. Quella maschile appartiene a Giovanni De Benedictis dal 1990 (7:15.71 a San Giovanni Valdarno), quella femminile la siglò nel 1993 proprio a Padova Ileana Salvador (7:55.69). Tra gli uomini, iscritti il campione italiano della 20 km Federico Tontodonati (Aeronautica), Riccardo Orsoni (Fiamme Gialle) e il bronzo europeo U23 Andrea Cosi (Atl. Firenze Marathon), tra le donne l’azzurra di Tokyo Valentina Trapletti (Esercito), l’azzurra di Doha Nicole Colombi (Carabinieri), e le vincitrici dell’oro a squadre agli Europei di Podebrady Lidia Barcella (Bracco Atletica) e Federica Curiazzi (Atl. Bergamo 1959 Oriocenter).

L’interesse è anche per molti altri azzurri. Torna in pista Davide Re (Fiamme Gialle) nei 400 metri dopo il 44.94 di Tokyo e il doppio record italiano con la staffetta 4x400. Da quel quartetto arriva anche Edoardo Scotti (Carabinieri): a Padova si imbattono nel giamaicano Rusheen McDonald. Nel peso, uno degli azzurri più “on fire” del momento: è Zane Weir (Enterprise Sport&Service), il pesista quinto alle Olimpiadi, autore di una striscia aperta di quattro gare consecutive oltre i 21 metri. Agli Assoluti dello scorso anno si è esaltato Leonardo Fabbri (Aeronautica): ci riprova al meeting sulla stessa pedana, a dodici mesi dal meraviglioso 21,99. Il siepista Ahmed Abdelwahed (Fiamme Gialle) gareggia nei 1500 metri, con il quotato australiano Stewart McSweyn e con l’altro azzurro Joao Bussotti (Esercito). Raphaela Lukudo (Esercito) e Ayomide Folorunso (Fiamme Oro) nei 400 metri con la statunitense Quanera Hayes; Elena Bellò (Fiamme Azzurre) ed Eloisa Coiro (Fiamme Azzurre) negli 800 con la mezzofondista Usa Chanelle Price; Elisa Di Lazzaro (Carabinieri) nei 100hs con la britannica Cindy Sember e la statunitense Gabbi Cunningham; Ottavia Cestonaro (Carabinieri) e Veronica Zanon (Fiamme Oro) nel triplo con l’ucraina Olha Saladukha e le finaliste olimpiche Shanieka Ricketts (Giamaica) e Liadagmis Povea (Cuba). Nel lungo c’è la campionessa europea indoor Maryna Bekh-Romanchuk (Ucraina) con la bielorussa Nastassia Mironchyk-Ivanova.

“Le stelle della grande atletica internazionale si esibiranno al Colbachini, facendo rivivere “dal vivo” le emozioni a cinque cerchi di poche settimane fa ed esercitando una benefica funzione di traino, che riesce a incentivare la pratica sportiva tra i giovani”, ha spiegato in conferenza stampa a Palazzo Moroni, a Padova, il presidente di Assindustria Sport Leopoldo Destro, nell’occasione affiancato dal sindaco di Padova Sergio Giordani, dall’assessore allo sport del Comune Diego Bonavina, dal vicepresidente della Provincia Vincenzo Gottardo, dal presidente del CONI Veneto Dino Ponchio, dal presidente del Comitato veneto della FIDAL Francesco Uguagliati e dal vicepresidente nazionale FIDAL e Direttore tecnico delle Fiamme Oro Sergio Baldo. “In questo senso il Meeting è sia un grande spettacolo, apprezzabile a tutte le età, sia una sorta di volano, che interpreta un’esigenza del movimento sportivo padovano e non soltanto padovano - ha proseguito Destro - Negli ultimi anni, infatti, è cresciuta costantemente la richiesta di tesseramento da parte dei ragazzi, spinti anche dallo spirito di emulazione dei grandi campioni dell’atletica azzurra e mondiale. Sono giovani che vedono dal vivo le stelle di questo sport bellissimo e che, animati da un positivo desiderio di mettersi a propria volta in gioco, iniziano a frequentare i campi sportivi del territorio. Dopo la pausa forzata imposta dal Covid nel 2020, anno che comunque ci ha visti ospitare un’edizione dei Campionati Italiani Assoluti tanto bella quanto densa di significato, oggi non possiamo che essere orgogliosi di essere qui, pronti a presentare l’edizione numero 34 di un evento che, dal 1987, ci ha permesso di applaudire ben 80 campioni olimpici. E altri quattro si aggiungeranno domenica”.

Momento significativo della conferenza, la consegna del sigillo della città al campione olimpico delle Fiamme Oro Padova Massimo Stano, da parte del sindaco Sergio Giordani e dell’assessore Diego Bonavina. “Di noi marciatori in genere ci si ricorda solo in occasione dei Giochi Olimpici, è bello invece poter avere a disposizione una vetrina come questa, all’interno di un meeting internazionale tanto importante come il Città di Padova”, ha sottolineato l’atleta pugliese, che ha portato con sé anche la medaglia d’oro conquistata a Sapporo. “Non me ne separo mai…”.

DIRETTA STREAMING - Il Meeting Città di Padova sarà trasmesso in diretta streaming su RaiSport Web domenica pomeriggio dalle 17.30 alle 19.30, e a seguire in differita tv su RaiSport+HD. Differita anche su www.atletica.tv.

SEGUICI SU: Instagram @atleticaitaliana | Twitter @atleticaitalia | Facebook www.facebook.com/fidal.it



Condividi con
Seguici su: