PISTA. Successo per il Meeting di Fossano




 
Fossano (CN) 6 ottobre. Justin Gatlin, Andrew Howe, Elisa Rigaudo sono le tre stelle dell'atletica che hanno impreziosito la 1a edizione del Meeting Internazionale di Fossano, organizzato dall’Atl. Fossano 75 e dall’Atl. Olimpia ASD. Il pubblico non si è lasciato intimorire dal primo freddo autunnale riempiendo gli spalti per una prima di successo. Da ripetere la formula: portare i campioni dell'atletica in mezzo ai ragazzi per promuovere quanto più possibile lo sport. Sulla stessa lunghezza d'onda tutti i campioni che sono arrivati a Fossano: disponibili verso i piccoli fan hanno onorato l'impegno nonostante la pioggia e il freddo decisamente autunnale. 
 
Justin Gatlin è stato l'ospite d'onore del meeting. Il velocista statunitense, argento ai Mondiali di Mosca sui 100 metri e nella 4x100, oro alle Olimpiadi di Atene del 2004 sui 100 metri, ha ricevuto sabato 5 ottobre ad Alba il primo tartufo bianco della stagione in una cerimonia che si è svolta presso il Palazzo del Comune e che anticipa di qualche giorno l'inaugurazione della fiera internazionale del tartufo di Alba che porta nella cittadina cuneese visitatori da ogni parte del mondo. 
“Sono molto contento di essere qui e ringrazio tutto il pubblico che è venuto allo stadio nonostante il freddo e la pioggia. È la seconda volta in Italia quest'anno dopo il Golden Gala di giugno (dove ha battuto Bolt per 1 centesimo) e devo dire che amo questo paese dove trovo disponibilità e gentilezza. L'anno prossimo non ho in programma di fare la stagione indoor, mi dedicherò alle gare all'aperto, specie quelle della Diamond League, spero con i risultati del Golden Gala”. 
 
Dopo la vittoria nella finale A Oro dei Campionati di Società di domenica scorsa a Rieti con 10.53, Andrew Howe (Aeronautica) torna in pista sui 100 metri. Ed è proprio lui a vincere con 10.61 una gara dove l'obiettivo primario per i velocisti era quello di non infortunarsi a causa del freddo e della pioggia. Secondo Lorenzo Bilotti (Atl. Imola) con 10.73, terzo Edoardo Sangiorgi (Atl. Piemonte) con 10.81.
“I 100 metri li ho preparati in due mesi, quindi non è che avessi grandi aspettative - conferma Andrew-. Sono comunque arrivate due vittorie, ai CDS di Rieti e qui con condizioni meteo avverse. Questi risultati mi fanno essere fiducioso per la prossima stagione soprattutto perché sto bene fisicamente. Ora comincia la preparazione invernale per l'anno prossimo: preparerò sia i mondiali Indoor che la stagione all'aperto con i campionati europei di Zurigo. Ritornerò a saltare in allenamento e sono fiducioso che il piede risponderà bene; in ogni caso in base alle sensazioni che riceverò programmerò il resto della preparazione e della stagione".
 
Prova dimostrativa per la marcia, di casa nel cuneese, in cui le atlete hanno dato vita ad un’inedita staffetta all'americana (2x1600 metri). Protagonista la campionessa di casa, Elisa Rigaudo (Fiamme Gialle), quarta ai Mondiali di Mosca; con lei l’atleta dell’Esercito Valentina Trapletti, Federica Ferraro (Aeronautica) e Federica Curiazi (Atl. Bergamo 59). Così la Rigaudo: “Il 2013 è stato un anno positivo, il 5' posto ai Mondiali è il secondo miglior risultato della mia carriera. Per il 2014 punto alla Coppa del Mondo che si svolgerà a casa dei miei compagni di allenamento in Cina, ma anche ai Campionati Europei. La staffetta all'americana è una bella alternativa per la marcia in pista. È spettacolare e coinvolge maggiormente il pubblico." 
 
Avvincente la gara dei 1500 metri maschili con un parterre internazionale di primissimo piano. Protagonisti annunciati i keniani Thomas Pkemei Longosiwa e Edwin Cheruiyot Soi, rispettivamente il 4° e il 5° classificato ai Mondiali di Mosca sui 5000 metri (Soi è stato medaglia di bronzo sui 5000 metri alle Olimpiadi di Pechino del 2008 mentre Longosiwa è il bronzo di Londra sulla stessa distanza). Si parte con Ceccarelli a fare la lepre per i primi due giri poi si aprono le danze con Soi e Longosiwa davanti seguiti da Ali Mohamed Abdikadar Sheik (Aeroanutica), fresco vincitore dei 1500 metri nella finale A Oro dei CDS con 3:47.19. Segue la folta pattuglia azzurra guidata dai Carabinieri Stefano La Rosa (campione italiano 2013 dei 5000 metri), Maurizio Bobbato (bronzo agli Europei Indoor del 2007 sugli 800 metri) e Christian Obrist (finalista all’Olimpiade di Pechino 2008 sui 1500 metri, distanza nella quale è stato campione italiano ininterrottamente dal 2000 al 2009). All'ultimo giro i keniani lasciano però la compagnia con Soi che va a vincere in 3:40.52 (crono ottimo visto il freddo e la pioggia) davanti a Longosiwa (3:41.92) e ad Abdikadar (3:45.69).
 
Sulla pedana del salto in lungo riflettori su Fabrizio Schembri (Carabinieri), ottavo ai Mondiali di Mosca nel salto triplo, sul campione italiano 2013 Alessandro Guarini (Fiamme Oro) che quest’anno ha portato il proprio primato personale a 8,00 metri e sul suo compagno di club Francesco Agresti. È Schembri a spuntarla per un solo centimetri su Guarini: 7,27 metri contro 7,26 metri mentre per Agresti miglior salto a 6,86 metri. “ È stato un anno da incorniciare per me - conferma Schembri - con l'8' posto ai Mondiali. Sto lavorando con il mio tecnico anche sul salto in lungo come il mio collega triplista Fabrizio Donato e il prossimo anno punto a superare gli 8 metri. Nel salto triplo preparerò sia la stagione indoor con obiettivo primario i Mondiali che la stagione all'aperto con i Campionati Europei. 
 
La gara degli 800 metri femminili ha visto il successo di Marta Milani (Esercito) con 2:14.16. Alle sue spalle la sua compagna di club Irene Baldessarri che nel finale quasi riesce a rimontare Milani e chiude in 2:14.25. Terza piazza per la junior Giulia Aprile (Atl. Firenze Marathon) con 2:14.44. 
 
Il Meeting è stato l'evento di apertura della rassegna “Fossano in Movimento” (6-13 ottobre) che vedrà giungere nel comune cuneese molti campioni di ogni sport (Filippo Volandri per il tennis e Dino Meneghin per il basket solo per citarne alcuni). Ad aprire il meeting un'esibizione dimostrativa di Tweerling mentre a fare da contorno alcune gare delle categorie cadetti/e. 
 
(Fonte: Ufficio Stampa Organizzatori)


Condividi con
Seguici su: