PALAINDOOR | C?E? GIA? DI NUOVO ARIA DI TRICOLORE




 

Non è stato solo il giorno dopo della Festa dell’Atletica Marche e dell’Incontro Internazionale Italia-Finlandia. E sì perché ad Ancona tra una settimana esatta (9-10 febbraio) arriverà l’ondata dei Campionati Italiani Allievi, Juniores e Promesse con migliaia di atleti provenienti dai club di tutte le Regioni, pronti a sfidarsi per la conquista del tricolore indoor. Intanto molti di loro sono già passati oggi dal Palas di via della Montagnola a caccia di una performance che valesse loro il minimo di partecipazione o una conferma della propria condizione in vista della rassegna giovanile.

 

Nell’affollatissimo meeting nazionale del pomeriggio in evidenza l’ascolano Campione d’Italia Paolo Capponi (Fiamme Oro) che, nella nuova gabbia del peso, dopo aver esordito con la misura di 17,53 m, si è imposto con un lancio da 17,69 m. Nel triplo femminile Simona La Mantia (Fiamme Gialle) atterra a 13,69, mentre nello sprint il miglior crono va a Giovanni Tomasicchio (Amatori Atl. Acquaviva) con 6.82 in finale (6.85 batteria). 6.89 per il finanziere Stefano Dacastello.

 

Ma la mattina la scena è stata tutta per i giovani delle categorie promozionali e per gli specialisti della marcia. Ottime le misure delle cadette nella gabbia del peso con la vittoria di Nicole Porzioli (Riccione Sessantadue) con un lancio da 12,94 m con cui ha superato Chiara Centofanti (Falco Azzurro Carichieti – 11,72). Per la Porzioli, anche un buon tempo nei 60 m (8.16), vinti da Martina Buscarini (Atletica Marche Ancona) in 8.15 che poi ha bissato con la miglior misura nel lungo, 4,58 m. Tra i cadetti, invece, i più veloci sono stati Antonio Zibisco (Amatori Atl. Triggiano – 7.58) e Emmanuel Agyeman (Atletica Osimo – 7.65). Tra i ragazzi, i crono migliori sono stati quelli di Giada Bilanzola (GP Amatori Teramo – 8.77) e di Lorenzo Cornettone (Atl. Sangiorgese – 8.44). Nell’alto, 1,52 m per la cadetta Arianna Musu (Atl. Villa Guglielmi), mentre il quattordicenne Michele Stacchiotti (Atl. Amatori Osimo) ha saltato 1,64 m. 1,40 e 1,43, invece, per la ragazza Greta Giampieri (Falco Azzurra Carichieti) e per il ragazzo Lorenzo Pesaresi (Atl. Libertas Rimini). Vicono rispettivamente lungo e peso i cadetti Diego Luciow (Atletica L’Aquila – 5,30) e Elia Cavalancia (Atl. Ciro Quaranta PE – 12,76). I migliori crono delle staffette sono invece arrivati, al femminile, dal quartetto Massaccisi-Tulli-Gianmarini-Narcisi (Tecno Adriatletica Marche – 1:44.09) e, al maschile, dai portacolori della SEF Virtus Emilsider Bologna, Perrone-Cavina-Masini-Foresi, al traguardo in 1:30.84.

 

Le gare di  marcia, invece, valevoli anche come prima tappa del Gran Prix 2008 hanno visto i successi sui 2 km dei ragazzi Chiara Foglia (Atl. Libertas Orvieto – 11:30.62) e Giacomo Borraccini (ASA – 13:45.87), dei cadetti Lucia Polito (Atl. Aganippe Lanciano – 17:04.18) e Alessandro Maltoni (Atl. Castelfidardo – 14:52.81). Sui 3 km femminili netta vittoria della junior Francesca Montalboddi (Sport Atl. Fermo – 15:43.49) davanti all’allieva ex compagna di squadra Medith Paoletti (Apos Corridonia – 15:48.37) e a Chiara Zampini (Tecno Adriatletica Marche – 16:20.62).  Sui 5 km maschili successo della promessa Federico Boldrini (Sport Atl. Fermo – 23:14.71), con il master M60 Mario Fiori (Atl. Fabriano-Osimo) secondo in 27:53.46. 1 Km tutto di tacco e punta anche per gli esordienti Marzia Piccirilli (Atl. Aganippe Lanciano – 6:34.91) e Gioele Giachè (Sacen Corridonia – 6:29.09).

 



Condividi con
Seguici su: