Osaka: nell'alto fuori Bettinelli e Ciotti




 
Terza mattinata di gare senza squilli, soprattutto in chiave azzurra, ai Mondiali di Osaka. Nell’alto sia Andrea Bettinelli che Nicola Ciotti sono rimasti fuori dalla finale, mancando la misura di qualificazione posta a 2,29. Misura che si è rivelata meno selettiva del previsto, tanto è vero che saranno ben 15 i protagonisti della finale in programma mercoledì. Sia Bettinelli che Ciotti avevano avuto fino a 2,29 un percorso esente da errori, ma al momento decisivo hanno mancato il salto che li avrebbe proiettati in finale. I due erano gli unici italiani in gara in una giornata che anche al pomeriggio ci vede quasi spettatori, con i soli Obrist e Reina impegnati. Nelle batterie del mattino intanto si conferma la tendenza che indica un grande livello qualitativo generale di questi Mondiali. Si preannuncia ad esempio una grande battaglia nei 400hs femminili, con quattro atlete che già in batteria sono scese sotto i 55 secondi: miglior tempo per la statunitense Ross-Williams con 54.24 ma hanno impressionato anche la russa Pechonkina e l’australiana Pittman-Rawlinson, date per favorite, mentre ha un po’ stentato l’olimpionica di Atene, la greca Fani Halkia. Nel lungo femminile la misura di qualificazione posta a 6,75 sembrava a molti addetti ai lavori un po’ troppo selettiva, invece sono arrivati subito risultati importanti, come il 6,96 della portoghese Gomes e della russa Kolchanova e il 6,95 della rediviva brasiliana Maggi. Nel disco femminile la tedesca Dietsch con 65,17 chiarisce subito che sarà difficile scalzarla dal ruolo di protagonista principale (d'altrone è la punta di tuttta la spedizione tedesca), mentre nei 100hs femminili il miglior tempo di qualificazione è della svedesina Susanna Kallur con 12.66. g.g. Nella foto piccola: Nicola Ciotti in volo, nella foto grande la russa Lebedeva, qualificatasi per la finale del lungo (foto Giancarlo Colombo per Omega/Fidal) File allegati:
- TUTTI I RISULTATI
- LE FOTO DELLA MATTINA



Condividi con
Seguici su: