Osaka: la Di Martino in finale nell'alto




 
Mattinata agrodolce a Osaka per la rappresentativa italiana nella prima parte della terzultima giornata di gare dei Mondiali. Le note positive sono arrivate dal salto in alto femminile con l’ingresso di Antonietta Di Martino nella finale in programma domenica. Un ingresso dalla porta principale, visto che la campana ha superato il limite di qualificazione posto a metri 1,94. Un limite rivelatosi a conti fatti troppo generoso, visto che saranno ben 16 le atlete che gareggeranno in finale, comprese tutte le migliori. La Di Martino ha commesso un errore a 1,88 e uno a 1,94, ma è parsa sempre piuttosto sicura e presente a se stessa, un buon test dopo i problemi a un piede che l’hanno ostacolata nelle ultime due settimane. Le note dolenti sono arrivate invece dalla 20 km femminile di marcia, dove Elisa Rigaudo si è ritirata dopo metà gara. Già nella fase iniziale allo stadio la marciatrice piemontese era apparsa però non nelle migliori condizioni, tanto che non è stata mai nel vivo della competizione, transitando a metà gara in decima posizione staccata però già di oltre due minuti dalla dominatrice della prova, la russa Kaniskina che si era involata già nelle battute iniziali e che ha chiuso in 1h30:09 precedendo la connazionale Shemyakina (1h30:42) e la spagnola Vasco (1h30:47). Nel giavellotto maschile sorpresa relativa per l’eliminazione del campione uscente, l’estone Varnik mai nella miglior condizione quest’anno. Qualificazione solo per ripescaggio per uno dei grandi favoriti, il finlandese Pitkamaki mentre la miglior misura è stata del lettone Vasilevskis con 87,37. Nella sessione pomeridiana assegnati altri quattri titoli: 400 e 110hs maschili, giavellotto e triplo femminile. Quest’ultima gara inizierà alle 12,30 con in pedana anche la nostra Magdelin Martinez. Da seguire anche le batterie della 4x100 maschile con il quartetto italiano impegnato nella prima. g.g. File allegati:
- TUTTI I RISULTATI
- Clicca qui per vedere le foto
- Clicca qui per vedere i video



Condividi con
Seguici su: