Nicole Romani 1,80 nell'alto a Molfetta

25 Settembre 2020

Primato personale per il 1° anno promessa Nicole Romani nel salto in alto al meeting di Molfetta.

 
Nel meeting nazionale Città di Molfetta, che si è disputato oggi in occasione della inaugurazione del nuovo stadio cittadino con pista di atletica a 8 corsie, c'è stato un bel primato personale per la riminese Nicole Romani (Fratellanza 1874 Modena) che per la prima volta in carriera ha valicato l'asticella alla misura di 1,80.
Per Nicole Romani 2° posto nella gara, preceduta in classifica dalla junior Rebecca Pavan (Assindustria Sport Padova) con 1,84, primato personale migliorato di 1 cm.
L'atleta della Fratellanza è entrata in gara a 1,64, superati alla prima prova com 1,70 e 1,73. Alla quota di 1,76 ha superato l'asticella alla terza prova, poi è passata direttamente a 1,80, che ha superato alla seconda prova, così da migliorare di 2 cm il primato personale di 1,78 misura ottenuta in 2 occasioni: Rieti 13 luglio 2019 e Grosseto 18 settembre 2020 ai Campionati Italiani Promesse, in cui si era piazzata al 2° posto, dopo l'1,85 della imolese Marta Morara.

Risultati alto femminile meeting di Molfetta

Il salto in alto femminile sta portando parecchie soddisfazioni in questa stagione per l'Emilia Romagna: oltre alla misura di 1,88 ottenuta da Elena Vallortigara (Carabinieri), che però nel 2018 arrivò a 2,02, attuale primato regionale assoluto, abbiamo Marta Morara che ha superato 1,85, dopo che in precedenza aveva già migliorato il suo primato personale e ora Nicole Romani che ha superato 1,80, diventando la tredicesima atleta tesserata in Emilia Romagna a raggiungere questa quota, ma la quarta fra quelle nate "atletiamente" in Emilia Romagna, senza considerare poi i ripetuti primati personali e regionali della cadetta Aurora Vicini, salita quest'anno a 1,77 e grande favorita per i Campionati Italiani Cadetti che si disputeranno a Forlì nel fine settimana 3-4 ottobre e nei quali aveva già vinto il titolo nazionale nel 2019 al 1° anno nella categoria cadette.

Giorgio Rizzoli

Condividi con
Seguici su: