Newcastle, in luce Dossena e Faniel

08 Settembre 2019

Buon test nella mezza per i due azzurri a poche settimane dalla maratona mondiale di Doha. La lombarda 1h10:28 nella gara della super Kosgei (1h04:28), il veneto 1h01:25 nel regno di Farah


 

Ultimo test per Sara Dossena nella mezza da Newcastle a South Shields, in Inghilterra, a diciannove giorni dalla maratona dei Mondiali di Doha (venerdì 27 settembre). L’azzurra del Laguna Running conclude la prova al nono posto con il tempo di 1h10:28, terzo crono in carriera, a diciotto secondi dal primato personale della scorsa stagione (1h10:10). È la mezza maratona femminile più veloce di sempre, dominata dalla keniana Brigid Kosgei con 1h04:28. Tra gli uomini, con il sesto successo consecutivo di Mo Farah (59:07), seconda prestazione in carriera per Eyob Faniel (Fiamme Oro) che chiude al sesto posto in 1h01:25, non lontano dal proprio limite di 1h00:53 siglato in aprile a Padova, e punta dritto alla maratona iridata di Doha in programma sabato 5 ottobre.

DOSSENA: “PIÙ CHE BENE” - “In un contesto del genere avrei voluto andare più forte, anche se ho fatto difficoltà a spingere un ritmo più veloce di questo, intorno a 3:20 - le parole della 34enne lombarda allenata da Maurizio Brassini - ma ovviamente non ho finalizzato la gara di oggi, che rientra nel percorso di preparazione alla maratona di Doha e quindi va benissimo così, anche perché all’arrivo ne avevo ancora, non ho finito stremata. È un buon test per i Mondiali e ho corso molto vicina al personale”. Percorso non omologabile per i record, di conseguenza il super tempo della Kosgei non può valere come primato del mondo, ma la keniana dà spettacolo: all’attacco dal primo metro, saluta subito la concorrenza e ammutolisce le connazionali Magdalyne Masai (1h07:36), Linet Masai (1h07:44) e Mary Keitany (1h07:58).

FANIEL: “ORA DEVO ADATTARMI AL CALDO” - Soddisfatto anche Faniel: “Un buon test in vista di Doha - il commento del 26enne veneto seguito da Ruggero Pertile - considerato che anche in questa settimana abbiamo continuato a caricare e non abbiamo scaricato, come invece d’abitudine prima di ogni gara importante. Ora devo adattarmi al caldo e a correre di sera, visti gli orari della maratona mondiale (partenza alle 23.59 di Doha, ndr). Andremo in Qatar in anticipo, perché il miglior posto per adattarsi è dove poi si gareggia”. Quella mondiale sarà la prima maratona dell’anno per il quinto classificato degli Europei di Berlino, oggi tra i protagonisti di una sfida che ha rispettato il copione della vigilia: l’idolo di casa Farah rimane imbattuto su queste strade dal 2014, si sbarazza dell’etiope vicecampione del mondo Tamarit Tola (59:13) e prosegue la marcia verso la maratona di Chicago. Finisce sotto il minuto anche l’olandese Abdi Nageeye (59.55).

naz.orl.

SEGUICI SU: Instagram @atleticaitaliana | Twitter @atleticaitalia | Facebook www.facebook.com/fidal.it

File allegati:
- RISULTATI/Results


Condividi con
Seguici su:

Pagine correlate