Nembro: Gottardo 78,10, Riparelli 10.26




 

Venerdì 1° luglio al XV Meeting "Città di Nembro" sugli scudi il giavellottista Leonardo Gottardo che, reduce dalla vittoria a Tricolore Assoluti di Torino, ha ottenuto al primo lancio il successo con la sua miglior misura di sempre, 78,10. L'aviere veneto che a metà maggio aveva già lanciato 77,77, grazie a questo risultato diventa il settimo italiano all-time della specialità. Laeder dei 100 metri Jacques Riparelli (Aeronautica), 10.26 (+0.1) in batteria (a 3 centesimi dal personale 10.23 nel 2008) e poi 10.33 (-1.0) in finale. Controvento (-1.8) anche la finale dei 100 donne dove Agnes Osazuwa (GS Valsugana Trentino) che con 11.72 (batteria 11.66/-0.6) ha preceduto nell'ordine Maria Aurora Salvagno (Aeronautica), 11.94 (11.78/-0.3 in batteria), e la campionessa junior Gloria Hooper (Libertas Valpolicella Lupatoti), 11.99. Nei 110hs, dopo una batteria corsa in 13.73 (-0.3), conferma del tricolore assoluto Emanuele Abate (Fiamme Oro), 13.69 (-0.5) su Stefano Tedesco (Fiamme Gialle), 14.00. In evidenza nel lungo la junior ucraina, in attesa di cittadinanza italiana, Dariya Derkach. La 18enne dell'Audacia Record Atletica è atterrata a 6,55 (+1.6). Per lei vittoria sulla campionessa tricolore Tania Vicenzino (Esercito), 6,41 (+0.8), primato personale e secondo posto nelle liste mondiali under 20 del 2011. Al coperto la Derkach quest'anno aveva già saltato 6,45 ad Ancona. Questa, invece, la serie completa di salti da lei realizzata a Nembro: 6,45 (+1.5) - 6,38 (+1.0) - 6,55 (+1.6) - 6,42 (+0.8) - N - 6,32 (+0.0). Nei 400, Isalbet Juarez (Fiamme Oro), fresco dell'argento degli Assoluti di Torino, ha messo in fila con 46.57 un trio di juniores guidato dal campione e primatista nazionale di categoria Marco Lorenzi (Valsugana Trentino), 47.24, seguito da Paolo Danesini (Cento Torri Pavia/47.36) e Alberto Rontini (Atletica 85 Faenza/47.52). Negli 800 metri vinti da Abdulaye Wagne (Athletic Club 96 AE Spa) in 1:47.87, secondo posto per Mario Scapini (CUS Pro Patria Milano/1:48.05) davanti a Lukas Rifesser (Esercito/1:48.20). Il doppio giro di pista femminile ha visto imporsi la keniana Annet Mwanzi Lukhuyi (Insieme New Foods VR), 2:05.75, davanti a Daniela Reina (Fiamme Azzurre), 2:06.16, e alla campionessa italiana Elisabetta Artuso (Forestale), 2:06.48. Nel disco, Laura Bordignon (Fiamme Azzurre), dopo l'ennesimo oro tricolore conquistato a Torino, si è imposta con 55,04 sulla medaglia d'argento degli Assoluti, Valentina Aniballi (Esercito), 51,92. A Nicola Ciotti (Carabinieri) l'alto con 2,20, mentre nei 3000 affermazioni di Valentina Costanza (Esercito), 9:28.15, e di Benson Marrianyi Esho (Jager Atl. Vittorio Veneto), 8:03.62, sul marocchino Marouan Razine (CUS Torino), 8:03.85.

DISCO, APOSTOLICO A 54,54 - Si migliora la discobola Tamara Apostolico. Mercoledì 29 giugno a Bucharest, in occasione dei Campionati nazionali della Romania, la lanciatrice friulana ha portato il primato personale a 54,54. Misura che è stata la prima di una serie di quattro lanci tutti over-50 metri: 54,54 - 52,68 - 51,26 - N - 52,06 - 49,87. La portacolori della Camelot - nel 2011 ha già conquistato il titolo di categoria a Bressanone e il bronzo assoluto a Torino - questa stagione era arrivata, sempre in Romania a Costanza, a 53 metri. Nel curriculum della 22enne anche il bronzo vinto nel 2007 agli Europei Juniores. Con il risultato appena ottenuto la Apostolico conferma lo standard federale (52,00) per la prossima rassegna continentale under 23 di Ostrava (Rep. Ceca, 14-17 luglio). [RISULTATI/Results] 

600 METRI IN 1:32.27 PER LA CADETTA VANDI - Ancora una migliore prestazione italiana under 16 per la cadetta Eleonora Vandi. Dopo quelle di 500 e 1000 metri, la quindicenne pesarese, giovedì 30 giugno ad Ancona, ha corso i 600 metri in 1’32”27. La giovane dell'Atl. Avis Fano-Pesaro ha ritoccato il precedente limite nazionale della categoria che apparteneva alla siciliana Annamaria Certo (1’32”9 a Messina, il 30 ottobre 1993) in coabitazione con la veneta Elisa Bortoletti (1’32”99 a Torino, il 24 giugno 1998). La Vandi aveva iniziato la serie di primati lo scorso 20 aprile, grazie al 2’49”4 di Misano Adriatico sui 1000 metri, gara in cui è anche campionessa tricolore cadette in carica, proseguendo il 1° maggio a Terni con 1’14”72 nei 500 metri. Nella stessa riunione da sottolineare il miglior crono italiano dell’anno sui 3000 metri juniores, ottenuto con 8’17”01 da Stefano Massimi (Asa Ascoli Piceno), che è già in possesso del minimo per gli Europei under 20 nei 1500 metri. Si è svolta anche un’interessante gara di lancio del martello, dove si è imposta la vicecampionessa italiana Elisa Palmieri (Esercito) con 65.24. [RISULTATI/Results]

(hanno collaborato Giuliana Cassani e Luca Cassai)

Nella foto, il giavellottista Leonardo Gottardo (Claudio Petrucci/FIDAL)

File allegati:
- RISULTATI/Results



Condividi con
Seguici su: