Nella 3^ giornata di Misano arriva il titolo nei 200 metri juniores per Desalu




 

Terza e ultima giornata dei Campionati Italiani Juniores e Promesse a Misano e per l’Emilia Romagna arriva il 6° titolo nazionale, grazie a Eseosa Desalu, vincitore dei 200 metri juniores, che si aggiunge a Udochi Judy Ekeh, Camillo Kaborè, Miriam Galli, Alessandra Feudatari e la 4x100 dell’Atl. Imola, che avevano conquistato il titolo nazionale nelle prime 2 giornate dei Campionati.

Vediamo le gare di oggi, alle quali forse ci aspettavamo un bottino maggiore da parte dei nostri juniores e promesse, anche se sul podio sono comunque andati anche Luca Valbonesi nei 200 metri juniores, Daniele Ragazzi nel triplo juniores e Raphaela Lukudo nei 400 hs juniores.

Nei 200 metri juniores, un vento +2,4 ha impedito a Eseosa (Fausto) Desalu (Interflumina E’ Più Pomì) di ottenere una prestazione super a livello statistico: ha vinto la finale in 21.06, lasciando a 34/100 il 2° classificato, il toscano Filippo Bruschi. Buonissimo poi il 3° posto di Luca Valbonesi (Atl. Imola Sacmi Avis) con 21.53, che in questi campionati aveva vinto ieri il titolo nella 4x100. In finale anche Ivan Nichik (Cus Parma) 7° con 21.92 e peccato anche per lui che la sua notevole prestazione risulterà inficiata dal vento troppo favorevole. Per Desalu si tratta del 3° titolo nazionale dopo quelli dei 60 hs indoor e dei 200 metri vinti nel 2011 nella categoria allievi.

Nei 1500 metri 8° e 9° posto per Riccardo Tamassia (Fratellanza 1874 Modena) e Tommaso Merighi (Francesco Francia) rispettivamente con 4.00. 77 e 4.01.70, prestazioni non troppo lontane dai primati personali, in una gara dal buon contenuto tecnico (1° il marocchino Rachik in 3.46.96, il 6° a 3.52.33).

Nei 400 hs 5° posto per Michele Faragona (Fratellanza) con 55.99, che non migliora il 55.76 ottenuto ieri in batteria, che era il nuovo primato personale.

Nel triplo Daniele Ragazzi (Francesco Francia) si conferma protagonista nelle gare che contano: nel suo curriculum ci sono i terzi posti nei Campionati Allievi 2011 e nei Campionati Juniores Indoor 2012 e oggi un altro 3° posto in un contesto qualificato, con 14,98 (+2,7) che per 2 turni l’aveva anche posizionato in seconda posizione. Poi al 5° turno Riccardo Appoloni con 15,30 (+3,4) metteva il sigillo della vittoria.

Nelle juniores Judy Udochi Ekeh ha rinunciato a disputare la finale, vinta dalla sua principale antagonista dei 100 metri, Irene Siragusa, con 23.59 (+3,0). Al 4° posto si è piazzata Silvia Corbucci (Cus Bologna) con 24.48, a soli 9/100 dalla seconda e a 1/100 dalla terza. Per la Corbucci, sia pure con vento “troppo” favorevole, si tratta del suo miglior risultato di sempre sui 200 metri, che migliora il 24.51 del 2010 (con vento -0,4).

4° posto anche per Chiara Casolari (Mollificio Modenese) nei 1500, con 4.40.92, suo 3° tempo di sempre. Titolo per Federica Del Buono con 4.35.84.

Nei 400 hs Raphaela Lukudo (Mollificio Modenese) va vicinissima alla vittoria, ma si deve arrendere alla piemontese Laura Oberto, vincitrice con 1.02.03, mentre la modenese con 1.02.10 segna il suo primato di questa sua breve stagione 2012 in Italia, iniziata il 6 giugno al Memorial Cavulli di Imola.

Nel disco 6° posto per Pricess Irabor (Reggio Event’s) con 36,10, che migliora di oltre 1 metro il personale.

Nella 4x400 4° posto per il Mollificio Modenese e 5° posto per il Cus Parma. Le modenesi schieravano Camilla Casolari, Anna Berneschi, Raphaela Lukudo e Chiara Covili, ma la concomitanza dei 1500 non ha consentito anche di rinforzare il quartetto con una o più fra Chiara Casolari, Laura Squarzina e Francesca Bertoni: tempo 4.08.83, comunque lontane dal 3° posto; le parmensi con Claudia Cagnati, Ambra Gatti, Chiara Severgnini, Arianna Pelosi, hanno chiuso in 4.17.24.

Nelle promesse uomini 8° posto nei 1500 per Yassine El Houdni (Fratellanza) con 3.56.99, forse accreditato di un piazzamento potenzialmente migliore, dopo il 2° posto negli 800 metri del giorno precedente.

Nei 400 hs 4° posto per Davide Piccolo (Virtus Emilsider Bologna) con 52.39, in una gara vinta in 50.05 da Jose Bencosme De Leon.

Nelle promesse donne 6° posto nel disco per Erika Poli (Cus Parma) con 43,72, a 24 cm dal personale.

 

Giorgio Rizzoli

 

Le foto sono di Giancarlo Colombo/Fidal

 



Condividi con
Seguici su: