Natili: "Un 2015 molto positivo"

19 Gennaio 2016

A pochi giorni dalla "Festa dell'Atletica" il fiduciario tecnico regionale analizza la stagione appena conclusa sia dal punto di vista dei risultati che sul piano tecnico-organizzativo


 

“Due maglie azzurre, medaglie ai tricolori e una crescita costante del movimento”. A pochi giorni dalla “Festa dell’Atletica” il bilancio del 2015 del fiduciario tecnico regionale della FIDAL Umbria, Matteo Natili, non può che essere positivo. Tante le soddisfazioni nella stagione a cominciare dalla convocazione in nazionale (condita col bronzo a squadre) per gli europei di cross di Costanza Martinetti. “Una Martinetti protagonista di una stagione superlativa – spiega Matteo Natili – Ma come dimenticare il bis tricolore nei 400 ostacoli di Leonardo Capotosti che è stato anche protagonista con la maglia azzurra nel campionato europeo per nazioni dove è sceso per la prima volta sotto i 50”. Ci sono poi le medaglie di Eugenio Ceban nell’asta, Michele Mencarelli nel lancio del martello e Francesca Zafrani nell’asta. Nel cross l’Athletic Terni è stata l’unica società in Italia ad avere due società senior nelle prime cinque (quarte le donne, quinti gli uomini, ndr) al campionato italiano di cross mentre la Libertas Arcs Cus Perugia femminile è stata protagonista su pista nella finale Argento. Senza dimenticare il secondo posto ottenuto dalle allieve dello Csain Perugia al campionato italiano di prove multiple”.

Non solo risultati, però. Perché l’Umbria, che è anche cresciuta nei numeri, è stata protagonista anche nell’organizzazione di workshop per i tecnici con presenze illustri come quelle di Fabrizio Mori. Senza dimenticare il corso per istruttori con 20 nuovi aspiranti tecnici che la FIDAL Umbria sta formando.  

File allegati:
- La relazione

Sabato la Festa dell'Atletica


Condividi con
Seguici su: