Multiple Aubagne: under 20 in testa

28 Luglio 2018

Nell’incontro di decathlon ed eptathlon in Francia gli juniores azzurri guidano la classifica al giro di boa, terza la squadra under 23


 

L’Italia Team delle prove multiple è al comando con la squadra maschile under 20 nella prima giornata dell’incontro internazionale a Aubagne, in Francia. Due giovani azzurri tra i migliori nel decathlon juniores: il piemontese Andrea Cerrato in terza posizione a 3735 punti tallonato dal veneto Riccardo Miglietta che occupa il quarto posto dopo aver raccolto uno score di 3732, nono il lombardo Dario Dester (3526). Terza la formazione under 23 degli uomini con i romani Matteo Chiusolo (3664) e Matteo Taviani (3564) rispettivamente quinto e sesto nell’esagonale fra le rappresentative di Italia, Repubblica Ceca, Spagna, Svizzera e Ucraina, oltre ai padroni di casa della Francia. Al femminile nona la vicentina Gloria Gollin (2931) e undicesima la lombarda Sofia Montagna (2907) nell’eptathlon under 20 che però vede le azzurre quinte, mentre le under 23 sono seste con lo stesso piazzamento nella classifica complessiva. Domani la seconda giornata prevede le tre rimanenti prove delle donne e le ultime cinque fatiche per gli uomini.

DECATHLON - Nella gara under 20 il tricolore Andrea Cerrato (Atl. Fossano ’75) apre con 11.34 (-1.2) e 7,28 (0.0) per il secondo posto nel lungo dietro lo svizzero Simon Ehammer (7,35/0.0), bronzo ai recenti Mondiali di Tampere, ma nel successivo salto appoggia male il piede di stacco. Poi 11,18 nel peso e 1,89 nell’alto, condizionato dal fastidio fisico, e 50.18 sui 400 metri con forte vento sul rettilineo opposto. Davanti a lui, oltre all’elvetico (3928), soltanto il francese Joules Couzin (3759). Per Riccardo Miglietta (Atl. Vicentina) record personale di 12,78 nel getto del peso, in un decathlon iniziato con 11.50 (-1.9) e 7,00 (+0.7), quindi 1,95 e 51.35. Questi invece i parziali di Dario Dester (Cremona Sportiva Atl. Arvedi): 11.49 (0.0)-6,90 (+1.8)-11,14-1,92-52.67.

Tra gli under 23 il romano Matteo Chiusolo (Sportrace), campione italiano promesse, corre in 11.21 (+0.5) a un soffio dal personal best prima di rendersi protagonista sulla pedana del lungo con 6,92 (+1.7) che vale 28 centimetri di progresso al terzo salto, in cui si è giocato tutto per aver aperto con 5,90/-0.2 e un nullo. Dopo 11,92 nel peso e 1,82 nell’alto, 50.13 sui 400 a due decimi dal personale. Il più veloce di tutti sui 100 metri è Matteo Taviani (Atl. Virtus Cr Lucca) in 10.94 nonostante il vento contrario (-1.7), poi il ventenne compagno di allenamenti del tricolore di categoria si migliora nel lungo con 6,65 (+1.7) e nel peso non va oltre 10,66, ma sfiora i personali di alto (1,76) e 400 metri (49.45). Cresce nei 100 anche Michele Brini (Atl. Imola Sacmi Avis): 11.45 (-1.0) per il romagnolo di Lugo che attualmente studia e si allena a Milano, proseguendo con 6,63 (-1.5)-11,44-1,82-51.11 per l’undicesimo posto a 3470 punti, nonostante problemi intestinali. Fuori classifica Luca Dell’Acqua (N. Atl. Fanfulla Lodigiana): 11.03 (-1.0), 7,04 (+0.8) e 11,22, nell’alto 1,76 senza chiudere i 400 metri.

EPTATHLON - Stesso crono in avvio per le due junior Gloria Gollin (Atl. Vicentina), al personale in 15.05 (-0.8), e Sofia Montagna (Atl. Vigevano) con 15.05 (+1.8). Entrambe conducono una prima giornata non troppo distante dai loro standard: 1,63-11,09-26.86 (+2.2) per la veneta, 1,57-10,11-25.58 (+1.1) della lombarda. Al sedicesimo posto l’umbra Martina Mazzola (Atl. Avis Macerata) con 2611 punti: 16.00 (+0.4)-1,57-9,98-27.53 (+0.8).

Nell’eptathlon under 23 la migliore azzurra per il momento è Martina Ronchetti (Cus Pro Patria Milano), tredicesima a 2920: avvicina il personale nei 100hs con 15.17 (-1.7), eguaglia quello dell’alto (1,63) e migliora il proprio limite sui 200 in 26.36 (+1.2), dopo 10,53 nel peso. Buon avvio di Alice Lunardon (Atl. Riviera del Brenta) che in 14.57 (-0.7) riesce a cogliere il suo primato di un decimo sui 100 ostacoli, quindi 1,57-9,03-26.69 (+0.7) e 17° posto con 2803 punti davanti all’altra veneta Mariaelena Agostini (Atl. Libertas Sanp), 18esima a 2560 (15.84/+0.1-1,57-10,79-29.14/+4.0). La leader italiana stagionale Eleonora Ferrero (Cus Genova) arriva troppo sotto alla prima barriera dei 100hs e si ferma, continuando però il suo eptathlon: 1,66-10,02-26.16 (+4.0) per la 23enne ligure, che non è in gara per la classifica a squadre.

Luca Cassai

SEGUICI SU: Instagram @atleticaitaliana | Twitter @atleticaitalia | Facebook www.facebook.com/fidal.it

File allegati:
- RISULTATI/Results


Condividi con
Seguici su: