Montagna: scatta l'ora degli Europei

29 Giugno 2018

Domenica 1° luglio a Skopje, in Macedonia, i 16 atleti dell’Italia Team nella rassegna continentale con formula di salita e discesa. Al via i gemelli Dematteis, tra le donne Gaggi e la debuttante Quaglia.


 

La squadra italiana si prepara ad affrontare, domenica 1° luglio, i Campionati Europei di corsa in montagna a Skopje. Nella capitale della Macedonia in gara 16 azzurri, 8 uomini e 8 donne, con 4 formazioni complete: seniores e under 20, in entrambi i settori. Il team maschile proverà a tornare in cima al podio, guidato dai gemelli piemontesi Martin e Bernard Dematteis che hanno trionfato nel 2016 ad Arco in un emozionante arrivo nell’ultima volta con lo stesso format di salita e discesa previsto quest’anno. Dopo un ventennio di dominio, nella scorsa edizione invece gli azzurri hanno dovuto cedere il titolo alla Francia. Anche al femminile l’Italia punta in alto con la valtellinese Alice Gaggi, argento due anni fa ed ex campionessa iridata. Curiosità per il debutto di Emma Quaglia nella Nazionale di mountain running. La maratoneta genovese, sesta ai Mondiali di Mosca nel 2013, diventa così la prima donna a indossare la maglia azzurra in ogni terreno: pista, indoor, cross, strada e montagna. Per la prima volta agli Europei, con 29 Paesi complessivamente iscritti, la gara femminile sarà sulla stessa distanza degli uomini: nelle categorie seniores 10,9 km e due giri (700 metri di dislivello) sul monte Vodno, a sud-ovest della città che ha già accolto nel 2014 la Coppa Europa dei 10.000 metri su pista, mentre gli under 20 correranno 5,9 chilometri per un dislivello di 370 metri (da 580 alla quota di 950). Nello scorso weekend intanto l’Italia Team ha conquistato tre medaglie, con l’oro di Alessandro Rambaldini, nei Mondiali di lunghe distanze svolti in Polonia.

UOMINI (partenza ore 12.30) - Non sono bastate due medaglie individuali un anno fa a Kamnik, in Slovenia, per difendere l’oro a squadre maschile che ininterrottamente dal 1997 era degli azzurri. Stavolta il campione uscente Xavier Chevrier non potrà essere ai nastri di partenza, a causa di un problema muscolare ancora non del tutto risolto. Presente invece Francesco Puppi, bronzo nella scorsa edizione prima del titolo mondiale di lunghe distanze. Il 26enne comasco dell’Atletica Valle Brembana quest’anno si è impegnato anche su pista, nella prima parte di stagione, con l’obiettivo di tornare ancora più veloce sui sentieri, ed è arrivato quarto malgrado una caduta nella tappa inaugurale della rassegna nazionale a Saluzzo. Ma i leader indiscussi del team azzurro sono i due gemelli 32enni della Valle Varaita, portacolori della Corrintime: Bernard Dematteis, oro europeo nel biennio 2013-2014 e autore di un bel successo il 10 giugno a Saluzzo, e il fratello Martin Dematteis, terzo in quell’occasione, entrambi tricolori di staffetta. Tra i due si era piazzato Cesare Maestri, pienamente recuperato dopo un infortunio rimediato alla mezza maratona di Verona. E poi una settimana più tardi il 24enne trentino dell’Atletica Valli Bergamasche Leffe, ormai prossimo alla laurea magistrale in ingegneria, è riuscito ad aggiudicarsi la Mount Washington Road Race, classica gara in salita oltreoceano.

Da tenere d’occhio il norvegese Johan Bugge che ha vinto nel 2015, ormai competitivo anche su un tracciato “up and down” come testimonia il successo dello scorso ottobre nell’appuntamento conclusivo di Coppa del Mondo.

DONNE (ore 10.45) - In questa stagione Alice Gaggi ha ribadito il suo ruolo di capofila in Italia, dal titolo sulle lunghe distanze all’affermazione nella prima gara tricolore di Saluzzo. Ma buone indicazioni sono arrivate anche con il personal best di 1h13:40 in mezza maratona alla Stramilano. E quello di Skopje è il format che preferisce, dopo l’argento europeo di Arco nel 2016 e l’oro mondiale del 2013 in Polonia. Ormai la trentenne valtellinese, in gara per La Recastello Radici Group, rappresenta un punto fermo del movimento azzurro. Chi invece si affaccia per la prima volta a una manifestazione internazionale di corsa in montagna è la 37enne genovese Emma Quaglia, che ha deciso di rimettersi in gioco con umiltà per diversificare gli obiettivi. La maratoneta del Cambiaso Risso Running Team si era già cimentata sui sentieri (dodicesima a Cortina nella seconda prova di campionato italiano nel 2016), ma stavolta ha conquistato la maglia azzurra a Saluzzo con il secondo posto. Se può esserci qualche incognita sulla tenuta in discesa, nessun dubbio sul suo temperamento. Insieme a Renato Gotti, presente in questa trasferta come fisioterapista, è adesso l’unica atleta azzurra a tutto tondo. Un elemento chiave della formazione italiana sarà quindi Gloria Giudici, trentenne bresciana della Freezone, che ha dato significativi segnali di crescita nelle recenti gare di Arco e Saluzzo. Poi si conferma in squadra la 29enne Samantha Galassi (La Recastello), ex ciclista toscana e bergamasca di adozione, tricolore di staffetta con Alice Gaggi. Difende il titolo la svizzera Maude Mathys, forte anche di un 2h31:17 per vincere la maratona di Zurigo.

UNDER 20 (donne ore 9.00, uomini ore 10.00) - Un anno fa la squadra maschile italiana degli juniores ha festeggiato l’oro, ma a Skopje parte con buone ambizioni soprattutto quella femminile a livello under 20. La trentina Angela Mattevi (Atl. Valle di Cembra) ha messo a segno una serie di prove convincenti in questa stagione. Sarà affiancata dalle piemontesi Alessia Scaini, che rientra in azzurro dopo un periodo di stop, e Anna Arnaudo, entrambe dell’Atletica Saluzzo, oltre che da Gaia Colli (Apd Pont-Saint-Martin), bellunese di nascita e residente in Valle d’Aosta, bronzo mondiale con la squadra a Premana nonostante una caduta. Il team juniores tra gli uomini schiera invece Giovanni Rossi (As Lanzada), azzurro dello sci alpinismo e fratello dell’allievo Alessandro protagonista due settimane fa nella WMRA Youth Cup, insieme agli altri lombardi Dionigi Gianola (As Premana), Alessandro Lotta (Atl. Valli Bergamasche Leffe) e al trevigiano Simone Masetto (Vittorio Atletica).

Luca Cassai

SEGUICI SU: Instagram @atleticaitaliana | Twitter @atleticaitalia | Facebook www.facebook.com/fidal.it

File allegati:
- ISCRITTI/Entries
- Il sito della manifestazione


Condividi con
Seguici su: