Montagna: oro e argento per gli azzurrini




 

Parla decisamente azzurro il 4° WMRA Youth Challenge. Un azzurro mai così "rosa", quello che questa volta colora i sentieri di Ostheim sur Rhone, la cittadina tedesca che sabato sera ha ospitato l'attesa rassegna internazionale di corsa in montagna riservata agli under 18, con undici Nazioni al via. Beatrice Curtabbi e Letizia Titon, una valsusina e una trevigiana, entrambe ai vertici nazionali già nel cross e pure su pista. Sono loro le protagoniste della trasferta azzurra nella Foresta Nera, con l'Italia guidata dal responsabile tecnico Raimondo Balicco a dominare la classifica per Nazioni femminile e a centrare l'argento in quella maschile. Il loro è arrivo in volata, con un solo secondo a separarle dopo tre giri di un circuito impegnativo e spettacolare, per un totale di 2850 metri. Prima insieme a caccia della russa Polina Avdeeva - vincitrice lo scorso anno a Susa (To) nella terza edizione della rassegna, ma quest'anno crollata nel finale -, poi, a turno, brave a rintuzzare il ritorno della polacca Justyna Jendro, che chiuderà terza, a sei secondi dalla Curtabbi. Con la classifica per Nazioni a conteggiare anche la terza classificata, preziosa diventa anche la nona piazza finale dell'ossolana Gloria Grossi, a quarantadue secondi dalla Curtabbi. Alle spalle dell'Italia, nettamente avanti alle altre sette Nazioni classificate al femminile, il podio premia anche Polonia e Russia, con quest'ultima a rifarsi grazie ai primi due classificati della prova maschile. Precedendo Sergey Zvonarev, Andrey Rusakov bissa la netta vittoria del 2008: lo fa sullo stesso circuito delle ragazze, ma con due giri in più e uno sviluppo complessivo di quasi cinque chilometri. Il cuneese Giovanni Olocco, grande sorpresa di questa stagione giovanile di corsa in montagna, si supera nel contesto più importante, arrivando a sfiorare il podio. Chiude quarto, a tre secondi soltanto dal bronzo dello scozzese James Stevenson. Per l'Italia arriva anche la decima piazza di Dylan Titon , fratello di Letizia, e la tredicesima del calabrese Marco Barbuscio, che nel finale soffre la scelta di seguire il duo dell'Est europeo nella parte iniziale della gara. La classifica per Nazioni non può che premiare la Russia, ma per gli azzurrini arriva comunque un bell'argento, davanti all'Inghilterra e altre sette Nazioni.

(testo e foto a cura di Paolo Germanetto)

RISULTATI:

Allieve (2850 metri): 1) Beatrice Curtabbi (Ita - Giò 22 Rivera) 14.20  2) Letizia Titon (Ita -  Assind Pd) 14.21  3) Justyna Jendro (Pol) 14.26  4) Rachel Robinson (Sco) 14.33 4) Aine Mc Cann (Irl) 14.45  10) Gloria Grossi (Ita - Runner Team Volpiano)  15.02
Nazioni: 1) Italia 12 p. 2) Polonia 31 p. 3) Russia 38 p. 4) Irlanda 38 p. 5) Scozia 44 p.

Allievi (4810 metri):
1) Andrey Rusakov (Rus) 20.42 2)Sergey Zvonarev (Rus) 21.16  3) James Stevenson (Sco) 21.20  4) Giovanni Olocco (Ita - Pod. Buschese) 21.23  5) Billy Pinder (Ing) 21.24  10) Dylan Titon (Ita - Assind. Pd) 22.07 13) Marco Barbuscio (Ita - Marathon Cosenza) 22.23
Nazioni:
1) Russia 12  p. 2) Italia 27 p. 3) Inghilterra 40 p 4) Scozia 42 p. 5) Slovenia 52 p.

Nella foto in alto, le allieve sul gradino più alto del podio a squadre, in quella in basso, la squadra italiana al completo 




Condividi con
Seguici su: